Carenza di magnesio in gravidanza: sintomi e cure

Carenza di magnesio in gravidanza: sintomi e cure

Il magnesio è un minerale assolutamente importante in gravidanza e non. In realtà tutti i minerali sono essenziali e non esiste uno più importante dell’altro: ma in gravidanza diventa fondamentale la sua presenza.

Perché?  Una caratteristica del magnesio è il suo potere alcalinizzante ed deve essere introdotto in piccole o grandi quantità a seconda di quanto ne siete carenti.
Poi sarà il vostro corpo stesso a gestire un eccesso regolando l’assorbimento ed eliminandolo con le urine: se siete carenti di questo minerale invece il vostro organismo lo preleverà dalle ossa.

In gravidanza la carenza di magnesio è responsabile anche di pericolose contrazioni uterine.Ma non vuol dire che aumentandone l’apporto si riduca il rischio di contrazioni o parto prematuro ecc.
Niente spavento però e non occorre fare accumuli preventivi di magnesio, se il vostro organismo non ne soffre una carenza e funziona quindi in modo normale, non occorre fare nulla.

E’ vero che una donna incinta rischia carenza di magnesio molto più facilmente delle donne non gravide, aumentarne l’apporto dagli alimenti naturali è senza dubbio una scelta corretta.

Leggi anche:

Integratori alimentari in gravidanza: fanno bene o no? La risposta dell’esperto

Globuli rossi bassi in gravidanza: cause e cure

Insonnia in gravidanza: cos’é? Cause e rimedi naturali

carenza di magnesio

Cause di carenza di magnesio in gravidanza

Nella maggior parte delle donne in dolce attesa, l’apporto di magnesio da assumere solo attraverso gli alimenti può non riesce sempre a coprire totalmente il fabbisogno della futura mamma.
Ricordate però che ciò non incide minimamente sul bambino, ma riguarda solo le mamme

Comunque la carenza del minerale si ripercuote sulla mamma fino a portare conseguenze gravi a volte: può mettere a repentaglio l’esito della gravidanza con possibili contrazioni uterine indesiderate.

Ma dove trovare le cause di una carenza di magnesio?

  • Aumento del fabbisogno semplicemente perché si è incinte
  • Apporto insufficiente con la dieta anche perché abbiamo le nausee
  • Il vomito può provocare l’espulsione di magnesio dall’organismo
  • Sudorazione eccessiva.

Ma perché è così fondamentale la sua presenza?

Perché assicura la corretta crescita fetale, previene il sottopeso alla nascita e riduce il rischio di preeclampsia o gestosi.
Non solo, regola le contrazioni uterine – ecco perché queste aumentano quando manca- e riduce il rischio di parto prematuro.

Con il giusto apporto di magnesio la vostra pressione sarà anch’essa nei valori giusti, previene i crampi muscolari e riduce la sensazione di nausea e vomito.
Il magnesio è aiuta anche con la sensazione di stanchezza, debolezza, irritabilità e insonnia.

Cure per contrastare la carenza di magnesio

Il magnesio si reintegra con gli integratori quanto scarseggia, ma se volete provare con il cibo, ecco quali mangiare:

  • cercate di consumare cereali integrali e quindi evitate le farine raffinate, con la raffinazione si perdono infatti molti minerali come il magnesio;
  • cercate di mangiare più le verdure crude o cucinate in maniera semplice;
  • non cuocete troppo i cibi perché questo riduce il contenuto di magnesio, preferite una cottura a vapore, anche se sarebbe ancora meglio mangiarle crude, ma in gravidanza dovete stare molto attente a lavarle per la toxoplasmosi;
  • consumate gli alimenti più ricchi di magnesio, come fagioli, noci del Brasile, semi di zucca, semi di sesamo, datteri, spinaci, bietole, banane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *