Clan dei marmocchi: la rassegna filmica dedicata ai più piccoli

0
69

Wanted Zone, la piattaforma digitale di Wanted Cinema, dal 15 al 31 dicembre propone una la rassegna Clan dei marmocchi, dedicata ai più piccoli.

Proprio nel periodo delle vacanze natalizie saranno a disposizione film d’animazione, lungometraggi dal catalogo e film in anteprima adatti al pubblico dei più giovani e non.

Film da vedere

In anteprima La mia fantastica vita da cane (Marona) gli ultimi giorni di vita e avventura del cagnolino Marona, e Cats in New York, documentario incentrato su un amante degli animali e attivista che dedica la propria vita a salvare gattini in difficoltà o abbandonati.

Sempre a tema felino anche Kedi – La città dei gatti, dichiarazione d’amore della regista turca Ceyda Torun alla sua Instanbul, città mappata dai gatti.

Tra i titoli anche il pluripremiato I racconti di Parvana, prodotto da Angelina Jolie e diretto da Nora Twomey. Vincitore del premio della giuria e del pubblico alla 42/ma edizione dell’International Animation Festival di Annecy, il film è una magica storia di emancipazione femminile, coraggio e forza che coniuga l’espressività visiva con l’impronta realistica dell’Afghanistan sotto il regime talebano.

Si continua poi con Blue my mind, originale film di finzione che racconta la storia di Mia, ragazza che vive con disagio la sua adolescenza fino a trasformarsi del tutto; disponibile anche il documentario Be happy – La mindfulness a scuola che racconta i benefici della pratica della mindfulness nei giovani e poi ancora con l’animazione d’avventura con Gordon e Paddy.

Presente nella rassegna Clan dei marmocchi anche il documentario di Alexandre Mourot Il bambino e il maestro – Vita di Montessori, un’esplorazione nel mondo educativo del metodo Maria Montessori che ha rivoluzionato per sempre il ondo della pedagogia.

Infine il lungometraggio ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, La primavera di Christine che racconta il mondo disfatto della guerra visto dagli occhi di una bambina e il modo in cui il trauma viene vissuto dai più piccoli, a volte più coraggiosi degli adulti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here