mercoledì, Maggio 12, 2021
Home salute e benessere Erbe in gravidanza: quali vanno bene e quali no. I consigli dell'esperto

Erbe in gravidanza: quali vanno bene e quali no. I consigli dell’esperto

Le erbe in gravidanza sono viste come “cose” naturali e di conseguenza innocue: sono spesso ricercate durante il periodo gestazionale.

Purtroppo non sempre vanno bene, a volte poco efficaci, altre volte per i loro possibili effetti collaterali o perché sono proprio un rischio.

Eccoci allora a fare chiarezza su quali sono le erbe che si possono consumare in totale  tranquillità e quelle che non vanno bene e sono sconsigliate.

Tisane, integratori alimentari e rimedi vari a base di piante ed erbe, che possono rappresentare una valida alternativa ai farmaci classici per, ad esempio, prevenire piccoli disturbi; solo che, attenzione, siccome sono prodotti “naturali”, si tende a credere che siano innocui e privi di effetti collaterali, per mamme e per i bambini in pancia.

Eppure non è detto che i prodotti “naturali” siano anche innocui.

Infatti ci sono piante (come il ginseng, la liquirizia o l’ uva ursina, completamente sconsigliate, mentre di altre non è ancora chiara l’efficacia.

Leggi anche:

Melissa in gravidanza: cosa dice l’esperto. Benefici e controindicazioni

Banane in gravidanza: si può? Cosa dicono gli esperti a riguardo?

Pesto in gravidanza: si può mangiare? Ecco tutta la verità

 

erbe in gravidanza tisana in gravidanza

Tisane, integratori alimentari e rimedi vari in gravidanza:quali si possono prendere senza problemi

Le erbe e le piante considerate utili e sicure, quindi che possono essere consumate con tranquillità e regolarità ( oppure sotto controllo da parte di un medico esperto di fitoterapia).sono diverse, a volte bisogna porre attenzione al dosaggio.

Perché ad esempio, lo zenzero in gravidanza, è efficace contro nausea e vomito anche se in condizioni serie non è detto che sia sufficiente una semplice tisana, come quelle dell’ erboristeria o del supermercato o fare autonomamente con qualche fettina di radice fresca in acqua bollente.

Queste soluzioni se c’è giusto un po’ di fastidio, ma se nausea e vomito sono importanti bisogna prendere l’estratto secco.

Quando si tratta di semplici tisane  non ci sono particolari problemi, basta essere tranquilli e accertarsi che non contengano oli essenziali, perché passano dalla placenta e non sono chiari gli effetti sul feto.

Quindi ok alle tisane più comuni:

  • camomilla in gravidanza,
  • melissa in gravidanza,
  • valeriana in gravidanza,
  • tiglio in gravidanza,
  • biancospino in gravidanza,
  • ortica in gravidanza,
  • menta in gravidanza,
  • passiflora
  • finocchio in gravidanza (utilizzato per il gonfiore addominale e flatulenza)

Usatele con “buon senso” , non più di un paio di tazze al giorno,variando le composizioni.

A seconda del tuo disturbo quale pianta scegliere

Quali le erbe che aiutano in caso di piccoli disturbi della gravidanza.

Ricordando che possono portare a piccoli miglioramenti, in casi gravi occorre il parere del medico.

  • Spossatezza, sonnolenza e zero energie

Sintomi tipici delle prime settimane o dei primi mesi.

Può aiutare il the verde, non più di 2/3 tazze al giorno, per evitare di assumere troppa caffeina.

  • Nausea e vomito

La soluzione è lo zenzero. Come abbiamo detto, se si tratta di un leggero fastidio può bastare la tisana preconfezionata o fatta in casa, ma se la nausea è importante o c’è vomito conviene rivolgersi ad un medico.

  • Bruciore di stomaco e cattiva digestione

Bruciore di stomaco e cattiva digestione sono tipiche di molte gravidanze.

Molte donne si affidano a tisane a base di camomilla e altea, sicure. Ovviamente danno sollievo ma non risolvono il problema. Che deve essere affrontato modificando lo stile alimentare e di vita.

Stesso discorso per sintomi come gonfiore addominale o stitichezza..

  • Insonnia

Tisane a base di valeriana, melissa, passiflora, tiglio potrebbero essere un rilassante.

  • Raffreddore

L’erba di riferimento per raffreddori è l’echinacea, utilizzata per ridurre la durata dei sintomi. Efficace soprattutto ad alti dosaggi, ma chiedete prima al medico.

  • Cistiti e infezioni delle vie urinarie

Ottimo il mirtillo rosso, si trova in compresse.E’ sicuro e va utilizzato ai sintomi di bruciore urinario: quando c’è diagnosi di infezione, occorre un antbiotico.

Quali erbe da evitare in gravidanza

Un recente documento del Centro di medicina integrativa dell’azienda ospedaliera Careggi di Firenze sconsiglia anche:

  • gingko;
  • ginseng;
  • iperico;
  • liquirizia (l’ uso eccessivo, una caramella una tantum si può consumare);
  • partenio;
  • tea tree oil;
  • uva ursina.

Da evitare le piante medicinali provenienti da paesi extraeuropei quali Cina, India, Africa o Sud America, perché non hanno dati sulla loro sicurezza o sulla qualità delle preparazioni.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

RELATED ARTICLES

Sindrome dell’ovaio policistico, cause e cure

Oggigiorno si sente sempre più parlare della sindrome dell’ovaio policistico. E’ presente tra il 5 e il 10% della popolazione femminile ed è una...

Chirurgia del seno: 3 tipi di Interventi possibili

Gli interventi di chirurgia del seno, sono molto richiesti da tutte le donne che intendono migliorare l’estetica del proprio seno, una parte del corpo...

Piastrine alte nei bambini : cause, quando preoccuparsi, consulto pediatrico

Occorre sapere che se il risultato dopo un'analisi del sangue, afferma che le piastrine sono superiori a 450.000 cellule -abbiamo piastrine alte nei bambini-...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Hennè in gravidanza: si può fare? Quali sono le marche sicure?

Quando si è in dolce attesa, l'euforia è alle stelle e le future mamme ci tengono veramente tanto a mettere in mostra il bel...

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Torre Montessoriana: a cosa serve e come si costruisce

Essere genitori è un lavoro che richiede un'attenta supervisione 24 ore su 24. Durante l'arco della giornata, ovviamente, però non si possono accantonare anche...

Parto in acqua: come si svolge, benefici e controindicazioni

Sono sempre di più le future mamme che valutano la possibilità di partorire in acqua. L'idea e la sensazione di esser immerse in una...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere