Herpes labiale in gravidanza: come prevenirlo e come curarlo

Herpes labiale in gravidanza: come prevenirlo e come curarlo

Il virus dell’ herpes labiale in gravidanza è molto più diffuso di che si pensa.

Nel corso di una gravidanza è quindi probabile che arrivi a creare fastidio alla futura mamma, considerando tra l’altro l’abbassamento delle difese immunitarie della donna.

Se dovesse prendere i genitali può causare problemi. Ma se parliamo di un semplice herpes labiale, non c’è da preoccuparsi.

Quando si aspetta un bambino, l’organismo diventa più fragile. Le difese immunitarie più basse del solito e di conseguenza il corpo si protegge meno da batteri o virus, come ad esempio quello l’herpes.

L’insorgenza di un’infezione come l’herpes può essere anche fastidiosa, ma basta sapere che se la mamma ne soffriva già da prima della gravidanza, allora il bambino non corre alcun rischio.

Leggi anche:

Mononucleosi nei bambini: sintomi e cure. Il parere dell’esperto

Congiuntivite bambini: rimedi naturali e tutto ciò che devi conoscere

Melissa in gravidanza: cosa dice l’esperto. Benefici e controindicazioni

herpes gravidanza herpes simplex in gravidanza

Herpes in gravidanza, cos’è?

L’herpes gravidico è una malattia infettiva che può essere contagiosa e causare fastidi, e ovviamente assai diffusa.

Può manifestarsi sulle labbra, sui genitali o di altre precise parti del corpo.
L’herpes labiale è la variante più comune che deriva dal virus herpes simplex di tipo 1, e si manifesta attraverso l’arrivo di bolle e piccole vesciche proprio sopra o intorno alle labbra.

La caratteristica più fastidiosa è quando provoca dolore ma anche prurito e che, una volta scomparso, non viene mai definitivamente cancellato, ma rimane in circolo all’interno del sistema nervoso in attesa di riapparire in periodi di forte stress o quando c’è un abbassamento del sistema immunitario , proprio come una gravidanza.

Herpes labiale gravidanza

Nel corso della gravidanza se compare l’ herpes labiale, una parte delle infezioni possono essere trasmesse al bambino attraverso la placenta.

Tuttavia, occorre sapere che se questo è presente nel corpo da tempo e si sta solo ripresentando, allora anche gli anticorpi di difesa sono sviluppati, e vengono trasmessi al feto si ma senza ripercussioni, a differenza dell’herpes genitale che se presente in gravidanza può causare gravi problemi al momento del parto con altissime probabilità di trasmissione .

Se invece il virus viene contratto durante i nove mesi di gravidanza, può diventare pericoloso per il bambino, perché gli anticorpi che proteggono  devono ancora svilupparsi e non possono difenderlo.

Comunque non è sicuro che se l’herpes appare per la prima volta nel corso della gravidanza, il virus non era già presente da prima all’interno dell’organismo.

Curare herpes labiale in gravidanza

Se c’è il sospetto di avere contratto il virus, senza dubbio come prima volta in gravidanza, è opportuno rivolgersi subito al ginecologo o medico di fiducia per effettuare dei test.

Se l’infezione è confermata, si può procedere a una terapia con antivirali, nel caso in cui non ci fossero alternative meno invasive.

Se invece l’herpes era già apparso e ritorna dopo tanto tempo, basta agire applicandoci farmaci locali.

In ogni caso,bisogna sempre fare molta attenzione a non entrare in contatto con il virus in gravidanza, attenersi strettamente alle norme igienico sanitarie.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *