I bambini delle fate: un progetto onlus per i bambini con autismo e disabilità

I bambini delle fate: un progetto onlus per i bambini con autismo e disabilità

Di autismo si parla tanto anche se si sa poco.
Quali sono le sue cause, delle sue varie forme e si conosce pochissimo anche su come vivono le famiglie che si trovano ad affrontarlo.

In Italia si ha un caso ogni 60 nuovi nati, quindi di famiglie che ogni giorno affrontano e imparano a convivere con questa problematica, ce ne sono molte.

Ormai sui social è una star: Andrea Antonello, che insieme al suo papà  Franco ha viaggiato in lungo e in largo, diventando poi popolare con l’intervista di Giulio Golia alle Iene.

Quando Andrea aveva 2anni e mezzo,gli viene diagnosticato l’ autismo: la sua famiglia viene travolta da un duro colpo e da un cambiamento radicale, che fa rendere conto i genitori dei mille problemi appartenenti al sociale, dei punti deboli di questo mondo che solo chi ne fa parte può capire, fino a quando hanno cercato di elaborare nuove possibilità e soluzioni adatte ai bambini come il loro Andrea.

Papà Franco ha un’idea: cercare di coniugare l’idea di impresa a quella del sociale per perseguire tre obiettivi:

  • aiutare l’inserimento delle persone autistiche nella società,
  • sostenere le loro famiglie attraverso progetti sul territorio,
  • organizzare raccolte fondi per attivare i progetti di inclusione

Così nel 2005 nasce a Castelfranco Veneto, la fondazione I Bambini delle Fate che aiuta altre 44  Associazioni, Enti ed Ospedali in 12 Regioni: Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Lazio Puglia e Sicilia.

Leggi anche:

Libri straordinari:100 vite di donne straordinarie

La legalità a scuola spiegata ai bambini

Citomegalovirus in gravidanza: sintomi, cura e pericoli

i bambini delle fate

Associazione I bambini delle Fate

Un’impresa sociale che dal 2005 assicurare sostegno economico a quei progetti di inclusione sociale che vanno a beneficio di famiglie con figli dello spettro dell’ autismo ma anche altre disabilità .
Attraverso una fitta rete di collaboratori, coinvolgiamo imprenditori e cittadini che vogliono accompagnare nel tempo un progetto di inclusione. Non vuol dire seguire il percorso di un solo bambino con autismo o disabilità, ma di impegnarsi a sostenere progetti che rendano più semplice la vita di molte famiglie.
Così, con lo scopo di ottenere un’altra visione del sociale, senza minimizzare il peso delle sfide e delle fatiche che queste famiglie affrontano ogni giorno, vogliono raccontare solo il potenziale di bambini e ragazzi e la grande forza delle loro famiglie.

Sporchiamoci le mani autismo

Sporcatevi Le Mani è la campagna nazionale rivolta ai cittadini e piccole attività commerciali promossa da I bambini delle Fate.
Grazie all’impegno degli ambasciatori dell’inclusione sociale, hanno lo scopo di ascoltare le necessità delle famiglie con autismo e disabilità, coinvolgendo gruppi di donatori regolari per dare continuità al progetto su misura, in linea con i bisogni più urgenti di quelle stesse famiglie.
Sono cioè donazioni continuative nel tempo, con l’obiettivo di realizzare dei progetti che offrono soluzioni e benefici garantiti a lungo termine.
Qualche sporadica donazione non ci permetterebbe di garantire le promesse prefissate, che servono a  dare stabilità e un futuro migliore ai bambini delle fate.

CONTATTI

Home IBDF

Piazza della Serenissima, 20
31033 Castelfranco Veneto (TV)
C.F./P.I. 03998730265

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *