Il bagnetto del neonato: quando farlo, cosa serve e qual’è la temperatura giusta

0
165
il bagnetto del neonato

Il bagnetto è un momento molto delicato, soprattutto quando i bambini sono molto piccoli. Ovviamente, non essendo in grado di esprimersi, sono i genitori a dover prestare attenzione a ogni cosa: orario migliore, temperatura, distanza dai pasti, ecc. In realtà, è necessario seguire alcune semplici regole per far si che il momento del bagnetto diventi una situazione di relax e divertimento per tutta la famiglia.

L’orario migliore per fare il bagnetto

Non esiste, per regola, un orario più giusto per fare il bagnetto al piccolo. Sicuramente, proprio per rendere il momento rilassante e intimo, sarebbe meglio farlo la sera, prima di andare a letto. Così che il bambino possa rilassarsi. Inoltre, sarebbe meglio farlo sempre alla stessa ora, così da instaurare una vera routine.

Il bagnetto del neonato: cosa occorre

Ovviamente, quando si a che fare con un bambino, è necessario che tutto l’occorrente sia in bagno, prima di iniziare. Il bambino NON deve mai essere lasciato da solo, nemmeno per pochi secondi, all’interno della vasca. In realtà, nemmeno al di fuori, visto che i bambini sono imprevedibili e il rischio, in prossimità, dell’acqua è veramente molto alto. Quindi, fate mente locale, senza fretta, e trasferite nel bagno tutto ciò che vi potrebbe occorrere. Solitamente, non dovreste fare a meno di:

  • detergente delicato per bambini
  • shampoo delicato per bambini
  • accappatoio
  • un cambio
  • il pannolino

La temperatura dell’acqua per il bagnetto

Questa è sicuramente una domanda molto frequente, soprattutto quando si è alle prime armi. La temperatura dell’acqua deve essere intorno ai 37°, simile a quella corporea. Per misurarla, e andare sul sicuro, vi consigliamo di utilizzare un termometro per acqua. C’è anche chi si fida del metodo della nonna, immergere il gomito e valutare la temperatura dell’acqua. Solitamente è preferibile usare una bacinella che permetta al genitore di immergere il bambino fino alle spalle. È importante che anche la stanza dove si fa il bagnetto abbia una giusta temperatura, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 20°.

Il bagnetto del neonato: come fare

È importante tenere sempre il bambino in una posizione che gli consenta di tenere la testa fuori dall’acqua e che, al tempo stesso, sia comoda per il genitore che lo deve lavare. Il bambino va immerso nell’acqua facendo passare il proprio braccio sinistro dietro le spalle e tenendo il piccolo per l’ascella, in modo da avere la mano destra libera per lavarlo. Ovviamente, man mano che il bambino crescerà, l’organizzazione cambierà di conseguenza. Quando, infatti, inizierà a stare seduto da solo, potrete mettere nella vaschetta anche dei giochini galleggianti che gli permetteranno di divertirsi e voi sarete più liberi nei movimenti.

Quando deve durare il bagnetto

La cosa importante è che l’acqua sia sempre sufficientemente calda.

Cosa applicare dopo il bagnetto

A meno che il bambino non soffra di qualche particolare condizione che necessiti l’utilizzo di particolari prodotti, subito dopo il bagnetto non è necessario applicare nulla. È però importante asciugare per bene il bambino, tamponandolo delicatamente con un asciugamano morbido, soprattutto nella zona pannolino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here