Regno Unito, è nato il figlio del premier Boris Johnson

Regno Unito, è nato il figlio del premier Boris Johnson

E’ fresca di giornata la notizia che è nato il figlio del premier britannico Boris Johnson. Si tratta di un bel maschietto e la mamma sta in ottima salute. Ancora mistero sul nome scelto da Boris e dalla moglie Carrie Symonds. Il parto era previsto per giugno. Scopriamone di più.

Leggi anche:

Silvia Provvedi incinta al tempo dell’emergenza coronavirus

Beatrice Valli incinta di Marco Fantini: in arrivo il terzo figlio 

Gigi Hadid incinta di Zayn Malik: già rivelato il sesso del bebè

Sesto figlio per Boris Johnson

Il premier britannico Boris Johnson è diventato famoso a livello mondiale prima per le sue teorie dell’immunità di gregge e della sua volontà di non mettere il Regno Unito in lockodown e poi per aver contratto il Covid-19 ed essere finito in terapia intensiva. La notizia aveva creato grande scandalo ed apprensione poiché ad essere stata contagiata è stata anche la compagna Carrie Symonds che era incinta in stato avanzato. Mentre il premier è stato ricoverato in ospedale per l’aggravarsi dei sintomi da Covid-19, Carrie è rimasta in auto-isolamento a casa.

Si tratta del sesto figlio per il premier britannico Boris Johnson. Ha avuto quattro figli dalla seconda moglie ed avvocatessa Marina Wheeler, dalla quale ha ufficialmente divorziato solo due mesi fa: Lara Lettice, Theodore Apollo, Cassia Peaches, Milo Arthur. La quinta figlia è invece Stephanie, che oggi ha 11 anni, avuta in una relazione extraconiugale con la consulente artistica Helen Macintyre. Nessun figlio è nato dal primo matrimonio.

Boris Johnson

Boris Johnson news

Sono passati 40 giorni dalla notizia shock che diede il premier Boris Johnson quando disse di voler sperimentare l’immunità di gregge e che il 60% degli inglesi sarebbe stato contagiato dal Covid-19. “Abituiamoci alla perdita di tanti cari”, queste furono le parole che scatenarono l’indignazione del web contro il premier britannico Boris. Poco dopo giorni arrivò la notizia del suo contagio per il coronavirus e ci fu anche una certa soddisfazione dal web. “Il pastore è stato contagiato, cosa ne pensa adesso dell’immunità di gregge e di non fare la quarantena?”, queste le parole più dette contro di lui sul web. Ma questo oramai è acqua passata. Oggi il web e il Regno Unito si rallegra per la nascita di una nuova vita. Il figlio di Boris sta bene e la mamma è in perfetta salute (non ha più i sintomi da Covid-19). L’emergenza sanitaria non è ancora passata, ma la curva del contagio sembra in fase di discesa anche in Inghilterra. I morti sono ancora tanti e non sappiamo quando inizierà la fase 2 per gli inglesi. Qui in Italia inizierà il 4 maggio la lenta e graduale ripresa dell’economia e la riapertura di fabbriche, poi uffici e poi bar e ristoranti. Non ci resta che aspettare di conoscere il nome del pargoletto inglese e di pregare che questa brutta epidemia dia tregua agli inglesi così come a noi italiani. Non ci resta che usare le giuste precauzioni e seguire le direttive del governo.

 

 

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *