mercoledì, Maggio 12, 2021
Home bambini Iperattività nei bambini: cause, sintomi, come comportarsi

Iperattività nei bambini: cause, sintomi, come comportarsi

Molti bambini attraversano fasi in cui sono irrequieti o disattenti. Questo è spesso del tutto normale e non bisogna subito allarmarsi che quell’iperattività nei bambini sia necessariamente un sintomo di ADHD.

Alcuni problemi che possono sorgere nella vita quotidiana includono:

  • far dormire tuo figlio la notte
  • prepararsi per la scuola in tempo
  • ascoltare ed eseguire le istruzioni
  • essere organizzato
  • occasioni sociali
  • quando andate a fare la spesa

L’iperattività nei bambini sintomi, e quelli del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), possono essere classificati in 2 tipi di problemi comportamentali:

  1. disattenzione
  2. iperattività e impulsività.

Leggi anche:

Bruxismo nei bambini: di notte e di giorno, cause e rimedi

Tic Nervosi nei bambini: tic del collo, strizzare gli occhi. Qual è la causa? Si possono risolvere?

Melatonina – Migliora davvero il sonno e ti aiuta a dormire?

iperattività nei bambini di 4 anni   adhd   a t t e n z i o n e ipercinetica adhd wikipedia   adhd test   deficit attenzione   disturbi dell attenzione   deficit dell'attenzione   ipercinesia   bambino iperattivo   iperattivo

Iperattività sintomi: disturbi dell’attenzione

La maggior parte delle persone con ADHD ha problemi che rientrano in entrambe le categorie sopra citate, ovvero

  1. disattenzione
  2. iperattività e impulsività.

Ma non è sempre così.

Ad esempio, alcune persone con questa condizione possono avere problemi di disattenzione, ma non di iperattività o impulsività.

Questa forma di iperattività è anche nota come disturbo da deficit di attenzione (ADD).
L’ADD, disturbo dell’attenzione, a volte può passare inosservato perché i sintomi possono essere meno evidenti.

Bambino iperattivo, Adhd sintomi :nei bambini e negli adolescenti

I sintomi dell’ADHD nei bambini e negli adolescenti sono ben definiti e di solito sono evidenti prima dei 6 anni.
Si verificano in più di una situazione, come a casa e a scuola.

  • Disattenzione

I principali segni di disattenzione sono:

  • avere una breve capacità di attenzione ed essere facilmente distratti
  • commettere errori imprudenti, ad esempio nei compiti scolastici
  • apparire smemorato o perdere cose
  • non essere in grado di attenersi a compiti noiosi o che richiedono tempo
  • sembra non essere in grado di ascoltare o eseguire le istruzioni
  • attività o compito in continua evoluzione
  • avere difficoltà a organizzare i compiti

 

  • Iperattività e impulsività

I principali segni di iperattività e impulsività sono:

  • non essere in grado di stare fermo, specialmente in un ambiente calmo o tranquillo
  • agitarsi costantemente
  • non essere in grado di concentrarsi sui compiti
  • movimento fisico eccessivo
  • parlare eccessivamente
  • non essere in grado di aspettare il proprio turno
  • agire senza pensare
  • interrompere le conversazioni
  • poco o nessun senso di pericolo

Questi sintomi possono causare problemi significativi nella vita di un bambino, come scarso rendimento scolastico, scarsa interazione sociale con altri bambini e adulti e problemi con la disciplina.

Condizioni correlate nei bambini e negli adolescenti con ADHD

Sebbene non sia sempre così, alcuni bambini possono anche avere segni di altri problemi o condizioni insieme all’ADHD, come ad esempio:

  1. disturbo d’ansia – che fa sì che tuo figlio si preoccupi e sia nervoso la maggior parte del tempo può anche causare sintomi fisici, come battito cardiaco accelerato, sudorazione e vertigini
  2. disturbo oppositivo provocatorio (DISPARI) – questo è definito da un comportamento negativo e dirompente, in particolare nei confronti di figure autoritarie, come genitori e insegnanti
  3. disturbo della condotta – questo spesso implica una tendenza verso comportamenti altamente antisociali, come furti, litigi, atti di vandalismo e danni a persone o animali
  4. depressione
  5. problemi di sonno – difficoltà ad addormentarsi di notte e disturbi del sonno
  6. epilessia : una condizione che colpisce il cervello e causa ripetuti attacchi o convulsioni
  7. Sindrome di Tourette – una condizione del sistema nervoso, caratterizzata da una combinazione di rumori e movimenti involontari (tic)
  8. difficoltà di apprendimento – come la dislessia

Bambini iperattivi: Sindrome ADHD come comportarsi

Alcune delle terapie che possono essere utilizzate sono descritte di seguito.

  • Psicoeducazione

Psicoeducazione significa che tu o tuo figlio sarete incoraggiati a discutere dell’ADHD e dei suoi effetti. Può aiutare bambini, adolescenti e adulti a dare un senso alla diagnosi di ADHD e può aiutarti ad affrontare e convivere con la condizione.

  • Terapia comportamentale

La terapia comportamentale fornisce supporto agli assistenti di bambini con ADHD e può coinvolgere sia gli insegnanti che i genitori. La terapia comportamentale di solito comporta la gestione del comportamento, che utilizza un sistema di ricompense per incoraggiare il bambino a cercare di controllare il proprio ADHD.

Se tuo figlio ha l’ADHD, puoi identificare i tipi di comportamento che desideri incoraggiare, come sedersi a tavola per mangiare. A tuo figlio viene quindi data una sorta di piccola ricompensa per un buon comportamento e viene rimosso un privilegio per un comportamento scorretto.

Per gli insegnanti, la gestione del comportamento implica l’apprendimento di come pianificare e strutturare le attività e lodare e incoraggiare i bambini anche per piccoli progressi.

  • Programmi di formazione e istruzione per i genitori

Se tuo figlio ha l’ADHD, programmi educativi e di formazione per genitori su misura possono aiutarti a imparare modi specifici di parlare con tuo figlio e giocare e lavorare con lui per migliorare la sua attenzione e il suo comportamento.

Potresti anche ricevere una formazione per i genitori prima che a tuo figlio venga formalmente diagnosticato l’ADHD.

Un programma consiste solitamente da 10 a 16 incontri, della durata massima di 1 ora ciascuno.

Ricevere un programma di formazione e istruzione per i genitori non significa che sei stato un cattivo genitore: mira a insegnare ai genitori e a chi si prende cura di lui la gestione del comportamento, aumentando la fiducia nella tua capacità di aiutare tuo figlio e migliorare la tua relazione.

  • Formazione sulle abilità sociali

La formazione sulle abilità sociali coinvolge tuo figlio che prende parte a situazioni di gioco di ruolo e mira a insegnargli come comportarsi in situazioni sociali imparando come il suo comportamento influenza gli altri.

  • Terapia cognitivo comportamentale (CBT)

La CBT è una terapia verbale che può aiutarti a gestire i tuoi problemi cambiando il modo in cui pensi e ti comporti. Un terapista proverebbe a cambiare il modo in cui tuo figlio si sente in una situazione, il che a sua volta potrebbe potenzialmente cambiare il suo comportamento.

La CBT può essere eseguita con un terapista individualmente o in gruppo.

Iperattività nei bambini rimedi: altri possibili trattamenti

Ci sono altri modi per trattare l’ADHD che alcune persone con questa condizione trovano utili, come eliminare determinati alimenti e assumere integratori. Tuttavia, non ci sono prove evidenti che questi funzionino e non dovrebbero essere tentati senza consiglio medico.

  • Dieta

Le persone con ADHD dovrebbero seguire una dieta sana ed equilibrata. Non tagliare gli alimenti prima di consultare un medico.

Alcune persone potrebbero notare un legame tra i tipi di cibo e il peggioramento dei sintomi dell’ADHD. Se questo è il caso, tieni un diario di ciò che mangi e bevi e del comportamento che segue. Discutine con il tuo medico di famiglia, che potrebbe indirizzarti a un dietista (un professionista sanitario specializzato in nutrizione).

  • Integratori

Alcuni studi hanno suggerito che gli integratori di acidi grassi omega-3 e omega-6 possono essere utili per le persone con ADHD, sebbene le prove a sostegno di ciò siano molto limitate.

È consigliabile parlare con il tuo medico di famiglia prima di usare qualsiasi integratore, perché alcuni possono reagire in modo imprevedibile con la medicina o renderla meno efficace.

Dovresti anche ricordare che alcuni integratori non dovrebbero essere assunti a lungo termine, poiché possono raggiungere livelli pericolosi nel tuo corpo.

  • Suggerimenti per i genitori

Se sei il genitore di un bambino con ADHD:

  1. assicurati che il tuo medico di famiglia o uno specialista ti aiuti a capire la differenza tra l’ADHD e qualsiasi altro problema che tuo figlio potrebbe avere
  2. pensa a chi altro ha bisogno di sapere sull’ADHD di tuo figlio, come la scuola o l’asilo
  3. scopri gli effetti collaterali di qualsiasi medicinale assunto da suo figlio e a cosa prestare attenzione
  4. conoscere le persone dei gruppi di supporto locali può impedirti di sentirti isolato e incapace di far fronte
RELATED ARTICLES

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Torre Montessoriana: a cosa serve e come si costruisce

Essere genitori è un lavoro che richiede un'attenta supervisione 24 ore su 24. Durante l'arco della giornata, ovviamente, però non si possono accantonare anche...

Giochi Montessori: molto di più che giocattoli in legno

Abbiamo parlato in molti articoli del nostro blog dei metodi educativi montessoriani e di Maria Montessori, la pedagogista italiana che con i suoi studi...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Hennè in gravidanza: si può fare? Quali sono le marche sicure?

Quando si è in dolce attesa, l'euforia è alle stelle e le future mamme ci tengono veramente tanto a mettere in mostra il bel...

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Torre Montessoriana: a cosa serve e come si costruisce

Essere genitori è un lavoro che richiede un'attenta supervisione 24 ore su 24. Durante l'arco della giornata, ovviamente, però non si possono accantonare anche...

Parto in acqua: come si svolge, benefici e controindicazioni

Sono sempre di più le future mamme che valutano la possibilità di partorire in acqua. L'idea e la sensazione di esser immerse in una...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere