L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile: come spiegarla ai bambini

0
598
agenda 2030 spiegata ai bambini

L’agenda 2030 spiegata ai bambini, un programma d’azione comune fondamentale per uno sviluppo sostenibile. Lo sviluppo sostenibile è il progresso economico che permette di migliorare le condizioni di vita delle persone senza compromettere le risorse per le generazioni future, cioè senza danneggiare l’ambiente. L’ambiente, a sua volta, va tutelato e salvaguardato, in quanto gli elementi che lo compongono sono alla base della vita sulla Terra. E’ giusto iniziare sin da subito a sensibilizzare i più piccoli sull’ìmportanza dei gesti quotidiani per fare la differenza e aiutare così il nostro Pianeta. Andiamo per gradi e vediamo come poter affrontare questo discorso insieme ai bambini.

Cos’è l’Agenda 2030?

L’Agenda 2030 è un testo che contiene una serie di obiettivi da raggiungere per non distruggere il nostro pianeta. Nel 2015 i Paesi della Terra, riuniti nell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite), hanno dato il via a un piano per realizzare, nell’arco di 15 anni, miglioramenti significativi per la vita del Pianeta Terra e di tutti i suoi abitanti. E’ una sfida lanciata a ogni singolo cittadino e alle istituzioni, tanto che lo slogan dell’Agenda 2030 è appunto nessuno escluso, proprio perchè per ottenere i risultati è necessario che tutti facciano la loro parte.

L’Agenda 2030: i 17 obiettivi globali

L’Agenda ha individuato i 17 obiettivi globali, cioè universali, con validità indiscussa, da raggiungere in ogni parte della Terra affinchè le future generazioni ereditino un futuro migliore. Obiettivo principale è diminuire le sostanziali differenze tra paesi ricchi e paesi poveri e, anche tra regioni dello stesso Paese. I diritti che gli obiettivi vogliono raggiungere dovranno perciò essere validi per tutti i bambini, tutti gli uomini, tutte le donne, tutti gli anziani, tutti i disabili.

I 17 obiettivi vengono elencati senza seguire alcuna priorità, sono tutti importanti in egual modo. Andiamoli a vedere sinteticamamente:

  • Povertà Zero: eliminare la povertà nel mondo
  • Fame Zero: sconfiggere la pace nel mondo
  • Buona Salute: garantire benessere e cure per tutti
  • Istruzione di Qualità: una scuola di qualità per tutti
  • Parità di genere: uguali diritti di uomini e donne
  • Acqua pulita e igiene: garantire a tutti acqua del bere e per lavarsi
  • Energia pulita e accessibile: energia pulita per tutti
  • Lavoro dignitoso e crescita economica: sviluppo economico e lavoro per tutti
  • Industria, innovazione e infrastrutture: nuove tecnologie per l’industria
  • Ridurre le disuguaglianze: diminuire le differenze tra poveri e ricchi
  • Città e comunità sostenibili: città vivibili e sicure
  • Consumo e produzione responsabili: consumare prodotti sostenibili
  • Agire per il clima: fermare il riscaldamento globale
  • La vita sott’acqua: conservare il mare e le sue risorse
  • La vita sulla Terra: conservare la biodiversità
  • Pace, giustizia e istituzioni forti: creare delle società pacifiche e giuste
  • Partnership per gli obiettivi: far collaborare paesi e organizzazioni

L’Agenda 2030 spiegata ai bambini

Una volta spiegati gli obiettivi che è necessario raggiungere nel 2030, ricordandoci che mancano appena 9 anni, è giusto che i bambini inizino a prendere consapevolezza della situazione della Terra, per nulla favorevole, e capiscano che il futuro dipende anche da loro, dalle loro azioni quotidiane. Nove anni possono sembrare tanti, ma per recuperare tutti gli errori commessi fino ad ora, possiamo garantire che non lo sono. Solo coinvolgendo le nuove generazioni sull’attuale situazione della Terra e i danni provocati dall’uomo fino adesso, riusciremo a renderli consapevoli della grande responsabilità che hanno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here