Stipsi nei bambini: cause, sintomi e cura

0
134
stipsi nei bambini

Tra gli accorgimenti che i genitori hanno nel corso della giornata, nei confronti dei propri figli, vi è il controllo delle feci. Quante volte sarà capitato a fine serata di domandarsi se, e quante volte, il proprio bambino è andato di corpo. Solitamente non c’è una regolarità standard per tutti i bambini, però è importante tenere sotto controllo questo aspetto e contattare il medico nel caso in cui il neonato o bambino faccia difficoltà ad andare in bagno o manifesti dolore durante l’evacuazione e si presentino feci dure. Prima di parlare di stipsi, è bene ricordare che tali episodi devono avere una durata nel tempo, circa un mese per i neonati e due mesi per i bambini più grandi. Si parla di stipsi organica quando ci si riferisce a specifiche patologie strutturali, neurologiche, tossico/metaboliche o intestinali. Sono rare ma è importanti identificarle. La stipsi funzionale, invece, è quella più comune che si identifica con la ritenzione delle feci. Vediamo insieme cosa causa la stipsi nei bambini, come riconoscerla e trattarla.

Stipsi nei bambini cause

La stipsi nei bambini può essere assolutamente normale, l’importante è non sottovalutarla.

Le tre cause principali e più comuni che portano a episodi di stitichezza sono:

  • nel primo anno di vita, solitamente, le cause ricollegabili alla stitichezza neonato si riscontrano nel passaggio dal latte materno o artificiale allo svezzamento. L’introduzione di cereali, così come di cibi più solidi, tende a modificare la consistenza delle feci e a creare nel bambino una sorta di paura iniziale durante l’espulsione.
  • il secondo episodio si verifica quando arriva il momento dello spannolinamento.
  • l’ultimo periodo legato alla stitichezza bambini si riferisce all’inizio della scuola. Molti, infatti, potrebbero avere delle remore nell’utilizzo dei bagni scolastici.

Quindi, in sintesi è possibile affermare che episodi di stipsi, nella maggior parte dei casi ed escluse patologie più gravi nel bambino, possono dipendere da un periodo di stress o da un cambiamento dell’alimentazione o di abitudine.

Come si riconosce

La stipsi può manifestarsi anche con :

  • dolori e crampi addominali, molto dolorosi per il bambino
  • feci dure e grosse, tanto da poter intasare il water
  • tracce di sangue nelle feci
  • inappetenza
  • vomito
  • febbre
  • in alcuni casi, anche le infezioni delle vie urinarie possono rappresentare un campanello d’allarme per la stipsi. Un colon particolarmente gonfio può impedire alla vescica di svuotarsi completamente, ed ecco che potrebbero insorgere delle infezioni.

Per identificare la stipsi è necessario consultare il proprio medico che approfondirà sintomi e anamnesi del bambino. In base alle sue valutazioni potrà effettuare una diagnosi ed eventualmente prescrivere analisi più specifiche.

Stitichezza rimedi

Prima di elencare i rimedi stitichezza, bisogna identificarne la causa. Solo così si potrà risolvere il problema. In generale, però:

Stipsi rimedi per:

  • stipsi organica: si segue un determinato trattamento, correzione o eliminazione del disturbo, del farmaco o della tossina che la causa.
  • funzionale: si piò consigliare un cambiamento dell’alimentazione (una dieta ricca di fibre e di acqua, sempre con l’obiettivo di rendere le feci più soffici), dei clisteri evacuativi in caso di stipsi acuta ed è importante seguire una routine comportamentale per l’utilizzo del water e infine si può ricorrere all’utilizzo di farmaci o lassativi per ammorbidire le feci.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here