domenica, Aprile 18, 2021
Home bambini Visite di controllo neonati: quali e quando vanno fatte

Visite di controllo neonati: quali e quando vanno fatte

La valutazione della crescita nei neonati: ovvero le visite di controllo neonati , quando si valuta lo sviluppo e la crescita da 0 a 12 mesi del tuo bambino, dal pediatra, oggi vengono chiamate con il nome di “bilanci di salute”.

Sono a tutti gli effetti una serie di valutazioni che il pediatra fa per verificare lo sviluppo-psicofisico, quindi anche la capacità visiva e uditiva, del tuo bambino e che questa avvenga regolarmente senza intoppi e disturbi.

Durante questi controlli il pediatra considera anche il peso e la statura del tuo bambino, stabilisce quindi se l’aumento avviene a un ritmo regolare e ottimale; controlla in che modo il bambino reagisce ai suoni ed effettua piccoli test visivi.
Durante i primi controlli potrebbe anche effettuare la manovra di Ortolani, che serve a controllare che non vi siano problemi alle anche.

Ecco allora il calendario completo delle visite di controllo neonati o bilanci di salute, che il tuo bambino deve effettuare dal pediatra durante il primo anno di vita, da 0 a 12 mesi.

Leggi anche:

Ernia ombelicale nel neonato: diagnosi, cure e rimedi

Soffio al cuore neonato: è pericoloso? Facciamo chiarezza

Perdita capelli neonato: perché succede? C’è da preoccuparsi?

visite di controllo neonati

1 mese di vita

Il primo controllo è quello che avviene nel primo mese di vita.
Qui il pediatra peserà il tuo bambino e misura la statura e la circonferenza cranica.

Dovrebbe eseguire anche la manovra di Ortolani e controlla la fontanella, la vista, l’ udito e i genitali.

Se ne dovesse individuare qualcuno, si soffermerà su eventuali malformazioni congenite ed eseguirà un controllo del battito per escludere i difetti cardiaci.

E’ anche una visita per conoscersi, quindi far delle domande ai genitori e gli parlerà dell’ alimentazione, mostrerà i benefici dell’allattamento al seno e ascolta eventuali dubbi in merito.
Se la mamma non allatta al seno, qualunque sia la motivazione, si soffermerà sul latte artificiale.

Solo in alcune regioni è prevista anche l’esecuzione di un elettrocardiogramma a 4-5 settimane di vita ( da eseguire in ambulatorio ospedaliero).

2/3 mesi di vita

Se avete saltato il primissimo controllo e questa è la prima visita, il pediatra fa tutto quanto detto prima per il primo mese. Se si tratta comunque della seconda visita ripeterà lo stesso le primissime indagini di base:

  • esame fisico,
  • crescita,
  • valutazione psicomotria,
  • stato cardiovascolare.+

Adesso si parlerà di vaccinazioni. Ti indirizzerà a fare l’ecografia delle anche, uno screening previsto per tutti.

I controlli da 5 a 8 mesi

Se non ci sono necessità particolari di un ulteriore visita, potrai tornare dal pediatra quando il tuo bambino ha 6 mesi di vita.

Di nuovo ci sarà l’ esame fisico e la valutazione psicomotoria e sensoriale (quindi  indagini per verificare la simmetria del movimenti compiuti dagli occhi) e il pediatra dovrà controllare le vaccinazioni.

Questo è il periodo in cui si parla di alimentazione complementare, da aggiungere all’allattamento, quindi l’introduzione dei primi cibi oltre al latte , ovvero lo svezzamento.

I controlli da 9 a 12 mesi

A 8/9 mesi di vita si torna nuovamente dal pediatra!

Nel corso di questo appuntamento il pediatra misura e pesa il bambino, si informa sulle eventuali nuove abilità, chiedendo se ha iniziato a gattonare, alzarsi in piedi, pronunciare le prime paroline, o ad esempio afferrare con sicurezza gli oggetti.

Può essere eseguito il Boel test per valutare l’udito e le capacità di attenzione e relazionali del bambino.

12 mesi di vita

Come nei controlli va ripetuto il controllo corporeo, quindi l’ esame fisico e la valutazione psicomotoria e sensoriale; parlerete e vorrà informazioni il dottore sull’alimentazione del bambino e vi parlerà della vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia che sarà eseguita a 13-15 mesi.

Inoltre vi comunicherà indicazioni sulla prevenzione degli incidenti domestici.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

RELATED ARTICLES

Bambini e fumo: ecco quali sono i rischi

Che il fumo faccia male è un dato di fatto. Ma, il connubio fumo e bambini è assolutamente da evitare. Quando mettiamo al mondo...

Togliere il pannolino: meglio il vasino o il riduttore?

Quando per un genitore si avvicina il momento di togliere il pannolino al bambino, la domanda che si pone è: meglio il vasino o...

Sonno del bambino: come aiutare i bambini a dormire tutta la notte

Con sommo dispiacere da parte dei genitori, non esiste una formula magica per far dormire un bambino tutta la notte. Fino ai 3 anni,...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Esposizione solare in gravidanza: quali creme solari usare e come esporsi al sole

Per una donna incinta non è assolutamente vietato andare al mare ed esporsi al sole. Come per ogni cosa, però, è necessario farlo con...

Violenza ostetrica: come riconoscerla e come denunciare

La gravidanza e il parto sono momenti molto delicati che la donna affronta. Il corpo, così come la mente, vengono sottoposti a cambiamenti importanti....

Bambini e fumo: ecco quali sono i rischi

Che il fumo faccia male è un dato di fatto. Ma, il connubio fumo e bambini è assolutamente da evitare. Quando mettiamo al mondo...

Togliere il pannolino: meglio il vasino o il riduttore?

Quando per un genitore si avvicina il momento di togliere il pannolino al bambino, la domanda che si pone è: meglio il vasino o...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere