Avocado in gravidanza: si può mangiare? Ecco la risposta dell’esperto

Avocado in gravidanza: si può mangiare? Ecco la risposta dell'esperto

Piccolo come una mano, semplice nel gusto come nella composizione, nonostante queste caratteristiche lo facciano apparire neutrale per la nostra alimentazione, in realtà l’avocado è un frutto dalle mille risorse. Tante infatti sono le caratteristiche che rendono questo prodotto un alimento essenziale per una dieta equilibrata. Proprietà nutritive ancora più importanti se si pensa ai benefici che può avere l’avocado in gravidanza.

Ecco quali sono gli aspetti più interessanti da approfondire.

Il frutto del benessere

Frutto esotico che arriva dai paesi dell’America Latina, l’avocado è un prodotto ricco di proprietà nutritive eccezionali. Al benessere fisico, si aggiunge il vantaggio di essere un alimento di semplice preparazione. Mangiato come frutta in pezzi, utilizzato come contorno, spalmato come purea o anche frullato e trasformato in un fresco succo, ci sono mille modi per gustarlo accontentando le preferenze di grandi e piccini. Ma vediamo più nello specifico quali sono i benefici dell’introdurre l’avocado nel regime alimentare durante la gravidanza.

Avocado gravidanza benefici

Tra gli aspetti più interessanti nella relazione tra avocado e gravidanza c’è la sua capacità di supportare tanto il benessere della mamma che quello del suo bambino grazie alla straordinaria carica di vitamine e nutrienti. Si tratta infatti di un frutto caratterizzato dalla grande presenza di acido folico, minerali e grassi saturi, tutti fondamentali per controllare e favorire la crescita del feto potenziando e proteggendo l’organismo della donna.

Avocado in gravidanza

I vantaggi per il feto

Partiamo con i vantaggi per il feto. Tutti conoscono l’avocado per la forte presenza di grassi saturi, ovvero i grassi buoni per il nostro organismo in quanto ci aiutano a combattere il colesterolo. In questo caso gli stessi contribuiscono anche a favorire lo sviluppo di quegli organi come il cuore e il cervello che sono in parte composti da grassi. I grassi saturi hanno inoltre la capacità di trasformarsi nelle vitamine A ed E, entrambe molto importanti per la formazione del feto e per la creazione di tessuti che proteggono gli organi. Così come l’acido folico, anch’esso presente in grande quantità e che contribuisce a favorire la crescita neuronale del feto.

Avocado nausea e benessere della donna

Ma l’avocado in gravidanza presenta anche numerosi vantaggi per la mamma. Primo fra tutti quello di aiutare la donna nella gestione dei sintomi della gravidanza come crampi e nausea grazie alla presenza di potassio. In aggiunta al potassio troviamo in questo alimento molti altri minerali, quali zinco, iodio, ferro, rame, magnesio, calcio, sodio, tutti fondamentali per il corretto funzionamento del sistema circolatorio e per tenere sotto controllo colesterolo e pressione sanguigna solitamente alti durante i mesi di gestazione.

Infine, l’avocado è molto utile anche per prevenire l’anemia sideropenica, ovvero una particolare anemia causata dalla carenza di ferro nelle donne in gravidanza. In generale l’anemia è un problema che accomuna molto donne e che spesso dipende da un fattore genetico ma durante il periodo gestazionale può causare maggiori problemi ed è importante contrastare il problema con un’alimentazione corretta. Nello specifico, l’elemento del rame aiuta la formazione di globuli rossi e l’aumento del ferro nel sangue.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *