Broncospasmo nei bambini: sintomi, cure e pericoli

Broncospasmo nei bambini: sintomi, cure e pericoli

Per broncospasmo nei bambini si intende la contrazione anomala ed eccessiva della muscolatura liscia bronchiale con conseguente restringimento dei bronchi difficoltà respiratoria per la riduzione del passaggio dell’aria nei polmoni.  

Leggi anche:

Broncospasmo cause 

Ecco le principali cause del broncospasmo nei bambini:  

  • Bronchite o infezione delle basse vie respiratorie 
  • Asma 
  • Reazione allergica 
  • Anestesia generale 
  • Effetti collaterali di alcuni farmaci 

Sono maggiormente esposti al rischio di broncospasmo i bambini fino all’età di 10 anni, soggetti allergici, i soggetti con difese immunitarie basse e i soggetti con bronchite cronica (BPCO). Durante un episodio di broncospasmo bambini si manifestano i seguenti sintomi:  

  • Tosse 
  • Difficoltà respiratorie 
  • Dolore al torace 
  • Senso di oppressione toracica 
  • Cianosi 
  • Febbre 
  • Malessere generale 
  • Dispnea (sensazione di mancanza d’aria) 
Broncospasmo nei bambini

Bronchite asmatica nei bambini 

Lo spasmo della muscolatura bronchiale provoca l’occlusione parziale o totale delle vie aeree. L’asma è una delle principali cause di questo problema. L’asma può essere di tipo allergico (dovuto al polline, alla farina, al pelo dei gatti) o di tipo non allergico (fumo, sensibilità ad alcuni farmaci, sforzo fisico, infezioni respiratorie). La bronchite (ovvero l’infezione dei bronchi dovuta a infezioni virali come l’influenza) è un’altra causa del broncospasmo.  

Broncospasmo bambini 

Circa il 70% dei bambini può sviluppare broncospasmo. Fino ai 6 anni la principale causa è costituita dalle infezioni respiratorie di tipo virale (virus respiratorio sinciziale) o batterico (pneumococco, haemophilus influenzae). Insieme alla contrazione della muscolatura si assiste a una forte produzione di muco. Altre cause nei bambini sono l’asma allergica e interventi come la tonsillectomia. La fibrosi cistica deve essere attentamente indagata per escluderla come causa di broncospasmo. La frequenza respiratoria bambini in caso di broncospasmo è di 40-50 atti al minuto.  

Broncospasmo bambini quanto dura 

Nella maggior parte dei casi questi episodi durano pochi giorni. Come fare per prevenire questi episodi nei bambini? Bisogna stare in ambienti ben areati, evitare il contatto col fumo, evitare il contatto con altri bambini o adulti che hanno un’infezione respiratoria. La cura è la stessa degli adulti ovvero broncodilatatori e antinfiammatori (cortisonici). Per effettuare la diagnosi occorrono:  

  • Esami del sangue 
  • Radiografia del torace 
  • Spirometria (individua i flussi d’aria in uscita e in entrata nei polmoni) 
  • TC torace (solo in rari casi) 

La cura ha lo scopo di dilatare i bronchi, aumentare il flusso d’aria in entrata nei polmoni e diminunire l’infiammazione.  

Bronchite asmatica 

Si verifica quando le vie respiratorie dei bambini si restringono durante il broncospasmo. È diffusissima nell’infanzia (colpisce circa 1 bambino su 3 prima dei 5 anni). Non è detto che dura nel tempo. Infatti solo il 30% di questi bambini svilupperà asma negli anni seguenti. La bronchite asmatica si riconosce per la tosse e per l’aumento della frequenza respiratoria. Si tratta di un’infezione virale respiratoria. È più diffusa nel periodo invernale. Come cura viene usato il broncodilatatore Salbutamolo. Può essere assunto tramite aerosol o spray. È importantissimo per il bambino affetto da quest’infezione evitare il fumo passivo. È sempre presente il “fischietto” espiratorio. Come rimedi naturali gli esperti consigliamo timo, echinacea e astragolo. È importante in caso di bronchite allergica e non in casa tenere umidificati gli ambienti.  

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *