Cellulite in gravidanza? Mettila ko con creme, esercizi e rimedi naturali

Cellulite in gravidanza? Mettila ko con creme, esercizi e rimedi naturali

Come prevenire la cellulite in gravidanza? La cellulite è l’inestetismo più diffuso nelle donne, fonte anche di grande insicurezza e malessere. Solo in Italia 20 milioni di donne ne sono colpite. C’è anche chi non ne ha sofferto in adolescenza, ma ne viene colpita durante la gravidanza. Se compare la cellulite in gravidanza come eliminarla? Scopriamolo insieme.

Leggi anche: 

Fibrinogeno alto in gravidanza: cos’è e come si misura

Ematocrito basso in gravidanza: cos’è, cause, sintomi e rimedi 

Bresaola in gravidanza: si può mangiare oppure meglio evitare?

Cos’è la cellulite?

Ci sono ben 29 tipi di cellulite diverse. Dal punto di vista medico l’odiata pelle a buccia d’arancia non denota grandi problemi (se non quello della ritenzione idrica in gravidanza), ma dal punto di vista fisico rende le donne davvero infelici, insicure e “brutte”. Si tratta di un inestetismo tipo del gentil sesso, ma da cosa deriva? All’origine della cellulite c’è un eccesso di grassi e carboidrati assunti con l’alimentazione, che provocano alterazioni metaboliche cellulari e tessutali, un aumento dei radicali liberi e una mancata depurazione dalle sostanze di scarto. Questo tessuto adiposo si concentra soprattutto su glutei e gambe. Solitamente ad esserne colpite sono le donne con fisico “a pera”, quindi più morbide di curve e formose nella parte bassa del corpo, ma non ne sono escluse donne sportive e magre. Nei nove mesi di dolce attesa il metabolismo cambia, c’è anche il peso del pancione, le difficoltà circolatorie, l’accumulo di tossine nei tessuti e la difficoltà di smaltire le sostanze di scarto.

cellulite in gravidanza

Cellulite in gravidanza rimedi naturali

Tutte le donne in dolce attesa se lo chiedono: “ma la cellulite in gravidanza poi va via“? Per contrastare la comparsa di questo fastidioso e brutto inestetismo, ma anche per ridurre la presenza una volta comparso su glutei e gambe, è bene fare esercizio fisico, una sana alimentazione e anche usare creme specifiche come creme anticellulite in gravidanza (Rilastin, Weleda) e olio di mandorle dolci pressato a freddo (Bioil in farmacia o un qualsiasi olio di mandorle dolci in erboristeria 100% naturale e senza profumo aggiunto). La prima strategia di prevenzione è quindi l’alimentazione. Non bisogna certo seguire diete squilibrate in dolce attesa o il mito della silhouette perfetta. L’importante è garantirsi pasti quotidiani che siano un giusto mix di proteine, carboidrati, acqua, minerali, vitamine. Ricordate che non c’è bisogno di mangiare per 2 perché abbiamo la scusa di portare un bambino in grembo. L’ideale è fare 5 pasti al giorno, concentrando carboidrati a colazione e pranzo e proteine a cena. Non dimenticate mai di consumare frutta e verdura fresca di stagione.

Cellulite in gravidanza creme

Durante la gestazione e l’allattamento evitate integratori, ma preferite tisane drenanti a base di camomilla, tiglio, salvia, rosmarino, malva, melissa e timo che non hanno una specifica azione anticellulite ma facilitano la depurazione riducendo le tossine. Per quanto riguarda le creme, potete comprare quelle specifiche anticellulite in farmacia e usarle durante tutti i 9 mesi anche su pancia, non solo gambe, glutei e fianchi oppure usare olio di mandorle dolci o anche olio di germe di grano. Potete provare dopo il parto anche massaggi linfodrenanti buoni sia per la cellulite che per le smagliature.

 

 

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *