Chi è Alberto Matano? Età – Altezza – Segno zodiacale – Carriera e tutte le curiosità

Alberto Matano: biografia 

Alberto Matano è nato a Catanzaro il 9 settembre del 1972, del segno zodiacale della Vergine, è alto 168 cm. Alberto è stato conduttore del TG1 ed è attualmente il conduttore de La Vita In Diretta, in onda su Rai 1. 

Alberto Matano è molto legato alla sua famiglia. Il padre è un biologo in pensione, mentre la madre è stata un’insegnate e una sindacalista. Dopo il diploma al liceo scientifico, si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma, nonostante non sia mai stato interessato a quel tipo di studi. Di fatto, si iscrive soltanto per compiacere i genitori.  

Nel 1996 decide quindi di diventare giornalista e si iscrive alla scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia, dove dopo tre anni ottiene il tesserino da giornalista pubblicista. Nel 2007 approda al TG1 in veste di conduttore.  

Alberto Matano: la carriera 

Alberto inizia la sua carriera di giornalista come giornalista parlamentare a Montecitorio. Successivamente gli viene affidato il programma televisivo Innocenti, dove dà voce alle persone vittime di ingiustizia. La trasmissione gli dà modo di scrivere e pubblicare anche il suo primo libro dedicato al tema, dal titolo Innocenti. Vite segnate dall’ingiustizia 

Il giornalista ha partecipato ad alcuni programmi di spettacolo, come Ballando con le stelle e Affari tuoi. Dal 2019 conduce La Vita In Diretta, prima con Lorella Cuccarini e poi da solo.  

Alberto Matano: vita privata 

Alberto è fidanzato da qualche anno, ma non è stata mai rivelata l’identità della sua ragazza. Interpellato riguardo l’argomento figli, si è così espresso:  

C’è stato un momento in cui ci sono andato molto vicino, ma ero molto giovane. Poi non è più capitato e, ogni tanto, tra me e me, mi domando come sarebbe stata la mia vita se le cose fossero andate in maniera diversa. Forse, ai tempi, sarei riuscito a fare del mio meglio, mentre oggi, con i ritmi che ho, sarebbe sicuramente più difficile. A ogni modo, ho due fratelli che mi hanno regalato tre fantastici nipoti che hanno colmato questo vuoto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *