Chi è Alberto Tarallo? Età – Altezza – Segno zodiacale – Carriera e tutte le curosità

Non si sa molto su Alberto Tarallo, l’uomo al centro dell’Ares gate emerso durante il Grande Fratello VIP 2020, quando Adua Del Vesco ha fatto una dichiarazione shock mentre parlava con l’ex fidanzato Massimiliano Morra, anche lui nella casa del GF. Entrambi, avrebbero accusato Tarallo di essere una persona cattiva e manipolatrice, tanto che adesso starebbe sempre più prendendo piede l’ipotesi che ci fosse stata una setta a suo nome, che avrebbe coinvolto diversi nomi noti del mondo dello spettacolo, facenti riferimento a Mediaset 

Il caso Ares Film 

Per chi non lo sapesse, Alberto Tarallo faceva capo ad Ares Film, la casa di produzione di fiction Mediaset, fallita a inizio anno. L’uomo è stato sceneggiatore e produttore di prodotti per la televisione di successo, come: Il Bello delle Donne, L’Onore e il Rispetto, Il Peccato e la VergognaFurore: Il vento della speranza e PupettaTutte fiction che hanno portato alla ribalta attori come Gabriel Garko, Manuela Arcuri e la stessa Adua Del Vesco 

Uno dei collaboratori – e anche compagno – di Alberto Tarallo era lo sceneggiatore Teodosio Losito, scomparso nel 2019 dopo essersi suicidato. Tuttavia, le dinamiche della sua morte non sono state mai state chiarite e Adua avrebbe ipotizzato che sarebbe stato spinto al terribile gesto proprio da Alberto Tarallo, a capo di questa fantomatica setta.  

Ecco le parole di Adua Del Vesco che hanno sconvolto tutti: 

Lui è morto il 9 gennaio. Il Natale prima mi accompagnò lui in aeroporto e mi abbracciò fortissimo e mi disse che aveva bisogno di calore umano, non me lo dimenticherò mai. Con quella sua cosa che ha fatto lui ha liberato me, altrimenti non sarei stata qui. Tanto sappiamo chi è l’artefice di tutto questo schifo. Ma tanto poi il karma… siamo riusciti ad uscirne tutti fuori. Non ci meritavamo quello che è capitato. Forse però ci siamo fortificati dopo aver subito tutti quelle cose. Ci siamo liberati dal male. Eravamo infelici, tristidepressi, ma come facevamo a stare lì? Io comunque mi sogno anche Teo con il lupetto e poi l’altro che mi abbracciava con il suo sorriso e mi pugnalava nella schiena. Dici che lui è Lucifero? Lo sappiamo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *