Chi è Francesco Motta? Età – Altezza – Segno zodiacale – Carriera e tutte le curiosità

Nato a Pisa il 10 ottobre 1986, Francesco Motta è un cantautore e musicista italiano. Del segno della Bilancia, è alto circa 180 cm.  

Francesco Motta: la carriera 

Francesco Motta fa il suo esordio nel mondo della musica nel 2006, con il gruppo Criminal Jokers, che suona busker-punk. Nella band, Motta si cimenta nel ruolo di cantante, batterista e autore. Nel 2010 esce il loro primo disco This Was Supposed to Be the Future, prodotto da Andrea Appino degli Zen Circus. Nel 2012 esce il secondo, Bestie, stavolta in italiano.  

Nel 2013 Motta si trasferisce a Roma dove studia al Centro Sperimentale di Cinematografia sotto la direzione di Ludovic Bource. Qui, compone colonne sonore per film e documentari.  

Francesco Motta: la carriera da solista 

Il 18 marzo 2016, Motta pubblica il suo primo album da solista, dal titolo La fine dei vent’anni, prodotto da Riccardo Sinigallia. Sempre nello stesso anno viene candidato alla Targa Tenco nella categoria Opera Prima, che vince.  

Nel 2018 pubblica il singolo Ed è quasi come essere felice, brano che anticipa l’album Vivere o morire. Il disco ottiene nuovamente la Targa Tenco come Miglior disco in assoluto. Tra gli altri singoli pubblicati anche La nostra ultima canzone e Quello che siamo diventati 

Nel 2019 Motta partecipa al Festival di Sanremo con Dov’è l’Italia arrivando però 14esimo. Tuttavia, si aggiudica la serata dei duetti insieme a Nada. Lo stesso anno partecipa all’album Faber nostrum, un disco tributo a Fabrizio De André, dove si cimenta nella canzone Verranno a chiederti del nostro amore. Ancora una volta, viene candidato per la Targa Tenco nella categoria Canzone singola per il brano Dov’è l’Italia 

Francesco Motta: vita privata 

Francesco è attualmente legato all’attrice Carolina Crescentini. I due si sono convolati a nozze lo scorso 7 settembre 2019. La coppia vive a Roma ed è molto felice insieme, come dimostrano le tante foto pubblicate sui rispettivi social network.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *