Chi è Myriam Catania? Età – Altezza – Segno zodiacale – Carriera e tutte le curiosità

Nata il 12 dicembre del 1979, Myriam Catania è un’attrice e doppiatrice italiana. Del segno zodiacale del Sagittario, la 40enne è alta 168 cm. Ex moglie di Luca Argentero, oggi ha una relazione con il pubblicitario Quentin Kammermann, con il quale ha avuto un figlio, Jacques 

Myriam Catania: biografia 

Myriam è figlia di Rossella Izzo, anche lei doppiatrice e sorella gemella di Simona Izzo. Suo padre Vincenzo è invece un ginecologo. Nel 2006, Myriam rimane coinvolta in un brutto incidente, dove si scontra con un’auto mentre lei è in motorino; la botta le ha provocato diverse fratture al visto e ha dovuto subire un intervento alla mandibola e agli zigomi.  

Myriam Catania: la carriera  

Myriam Catania ha alle spalle una brillante carriera da doppiatrice; molti la ricorderanno per aver prestato la voce ad attrici hollywoodiane parecchio famose, come: Dakota Johnson in Cinquanta Sfumature di GrigioPhoebe Tonkin in The OriginalsAlyson Hannigan in Buffy l’ammazzavampiri Alexis Bledel in Una mamma per amicaNaturalmente la lista è parecchio lunga, qui ci siamo limitati a citare le sue prestazioni più importanti. 

Nel 2015, Myriam ha vinto il Leggio d’Oro come miglior doppiaggio femminile di Keira Knightley nel film The Imitation Game.   

Myriam Catania è una delle concorrenti dell’edizione 2020 del Grande Fratello VIP, il reality di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini. Ricordiamo che l’attrice aveva già partecipato nel 2018, con Cristiano Malgioglio 

Myriam Catania: vita privata 

Myriam Catania è stata per molti anni insieme all’attore Luca Argentero, con il quale si era sposata nel 2009 dopo cinque anni di fidanzamento. Purtroppo, la relazione tra i due è finita nel 2016 e sono attualmente separati; nonostante questo però, sia Myriam che Luca hanno dichiarato di avere un buon rapporto. Oggi, Myriam è fidanzata con il pubblicitario francesce Quentin Kammerman, conosciuto a Ibiza e con il quale ha un figlio, Jacques, nato nel 2017.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *