Colori per bambini piccoli: quali scegliere? Pastelli, matite o pennarelli?

Colori per bambini piccoli: quali scegliere? Pastelli, matite o pennarelli?

Disegnare e colorare è da sempre l’ attività alla quale i bambini danno molta importanza e può essere proposta anche ai più piccoli. Ma cosa è meglio utilizzare?
Scopriamo quali sono i colori ideali e più adatti  per bambini piccoli per farli esprimere in totale libertà.

Leggi anche:

Colorare i capelli coi gessetti: ecco come fare e che colori usare

Libri per togliere il pannolino: aiutiamo con la lettura

Libri per bambini di 4 anni: quali e come sceglierli

 colori per bambini piccoli

Il disegno è una delle migliori attività da proporre ai bambini, perché è divertente, rilassante, creativo e stimolante.
E ai bambini piace e molto, lo si capisce chiaramente dall’impegno che ci mettono quando si trovano con un foglio davanti e i colori in mano.

Ma disegnare e colorare va considerata una vera e propria attività più che un gioco, che offre numerosi benefici ai bambini.
Fare un disegno vuol dire:

  • scegliere i colori,
  • tenere in modo corretto una matita o un pennarello,
  • impegnarsi a colorare rispettando i contorni

Il disegno:

  • stimola la creatività, fantasia e la logica
  • sviluppa abilità motorie fini
  • sviluppa la forza della mano
  • migliora il coordinamento occhio-mano
  • migliora l’analisi visiva
  •  fa trovare la concentrazione
  • accresce la fiducia in se stessi
  •  permette di esprimere le emozioni
  • fa rilassare

Colori per bambini piccoli: cosa fargli usare ?

Quando si parla di colori per bambini ovviamente al giorno d’oggi c’è l’imbarazzo della scelta: in commercio trovi di tutto, pastelli, pennarelli, matite per bambini, gessetti, tempere per bambini e di tutti i tipi di formati e caratteristiche differenti. Ancora colori atossici per bambini e colori ad acqua per bambini.

Insomma qualsiasi cosa che renda il disegno e il momento del colorare un’esperienza unica e piacevole.
E’ bene proporre ai bimbi, soprattutto se sono piccoli (esistono comunque colori per bambini di un anno in poi), il tipo di colore adatto per ogni fascia di età.

Vediamo quindi quali sono i più appropriati  tipi di colori per bambini piccoli .

Pastelli a cera

I pastelli sono forse i colori più adatti per i bambini piccoli e sono infatti da preferire quando ci si approccia per la prima volta al colorare, più dei pennarelli per bambini e delle matite.
I pastelli non bucano i fogli, non sporcano le mani, i vestiti o il divano.
Inoltre colorano bene solo se vengono presi nella giusta inclinazione e esercitando una leggera pressione, in questo modo stimolano i bambini ad imparare la corretta posizione della mano e a dosare la giusta forza nel tratto.

I pastelli più adatti per i bambini piccoli devono essere facili da impugnare e difficili da rompere. Sono preferibili quindi quelli con cera naturale atossici.

Colori a matita

Le matite tendenzialmente vengono proposti ai bambini perché facili da usare (basta una semplice pressione) e non sporcano.
Rispetto ai pastelli, sono meno pratichi per i bambini molto piccoli, bisogna ogni tanto ri-appuntarle, la punta spesso si spezza.
Rispetto ai pennarelli hanno colori meno brillanti ma i bambini si sporcano di meno, e anche tavoli, muri, sedie e divani.

Le matite migliori per i bambini piccoli sono quelle che vengono chiamate in gergo matitoni. Sono matite ma più grosse perché più adatte da tenere in mano.
Questa forma piccola e tozza garantisce che la punta non si rompa così subito come per le matite più sottili.
Ma rimane sempre la questione che ogni tanto occorre appuntarle con un apposito temperamatite.

Colori a dita

I colori a dita sono colori liquidi tipo tempere. Sono presentati in barattolo e sono nati appositamente per i bambini piccolissimi.
Per questo sono atossici, facilmente lavabili e il loro utilizzo non è con il pennello ma per far colorare i bambini con le mani o con spugnette , dunque un’esperienza sensoriale che ai bimbi piace molto.
I bambini si sporcheranno e molto,  basta un grembiulino di plastica e una tovaglietta protettiva per limitare i “danni” (comunque sono colori lavabili).

Pennarelli

I pennarelli sono colori a base alcolica e sono, insieme alle matite e ai pastelli, uno tra i più diffusi e tra i primi che vengono offerti ai bambini. A loro piacciono molto perché sono semplici da usare, scorrono bene sul foglio, sono brillanti e basta anche una leggera pressione per colorare in poco tempo spazi grandi.

I pennarelli più adatti per i bambini piccoli sono i mini pennarelli , perché più facili da impugnare visto che sono anche più larghi e con la punta grossa e arrotondata. Dato che con i pennarelli i bambini si possono sporcare, sono preferibili i pennarelli con inchiostri dove sulla scatola c’è scritto che sono lavabili con acqua sia dalla pelle che dai vestiti.

Gessetti colorati

I gessetti colorati sono un altro tipo di “modo di colorare e sperimentare” per disegnare e divertirsi, particolarmente adatti per i bambini dai 2 anni in su.
Possono essere usati per disegnare su lavagne e sulle pavimentazioni ruvide esterne come asfalto, marciapiedi, muretti .

I gessi più adatti per i bambini piccoli sono quelli grossi e piccoli perché più facili da tenere in mano: sono rotondi, ma per i bambini piccoli sono stati studiati anche gessetti a forma di parallelepipedo per non rotolare ovunque e gessetti più duri e resistenti che non si spezzano.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *