UNA MAMMA RISPARMIA. Come risparmiare sul riscaldamento di casa

risparmiare sul riscaldamento di casa

UNA MAMMA RISPARMIA. Come risparmiare sul riscaldamento di casa

Da oggi comincerò a pubblicare degli articoli sul risparmio familiare.

Usando dei piccoli accorgimenti, è possibile risparmiare una notevole cifra annuale che possiamo mettere da parte per realizzare un nostro progetto, partire con la famiglia per un viaggio o semplicemente arrivare più tranquilli a fine mese se si hanno problemi economici.

Ora che il freddo inizia a farsi sentire, iniziamo con dei semplici consigli, che tutti possiamo attuare, per risparmiare sul riscaldamento di casa.

(Leggi anche UNA MAMMA RISPARMIA; Come risparmiare energia elettrica)

Manutenzione annuale dell’impianto di riscaldamento

La manutenzione dell’impianto di riscaldamento è un obbligo di legge, le ditte, infatti, devono trasmettere i rapporti di controllo agli enti locali competenti. Far controllare ogni due anni la nostra caldaia, ed eseguire anche una pulizia completa dell’impianto. Questo aiuta a far funzionare bene il nostro sistema di riscaldamento e a risparmiare notevoli cifre .

Imparare a far arieggiare la casa in maniera intelligente

Arieggiare la casa è fondamentale per la salute umana e per prevenire formazioni di condensa nella casa e di muffe. Bisogna però effettuare queste operazioni con intelligenza. E’ consigliato quindi aprire tutte lefinestre di mattina presto per pochi minuti e non una sola finestra per molto tempo. Quindi l’aria viene cambiata in pochi minuti senza raffreddare tutta la casa

(Leggi anche Come organizzare le pulizie di casa con un bimbo piccolo)

Impostare il termostato sui 20 gradi

La temperatura ottimale alla quale impostare il termostato è sui 20 gradi, un solo grado in più della temperatura aumenta i consumi del 7-8 per cento. E’ anche importante spegnere i termosifoni, o impostare a non più di 10 gradi il termostato, in quelle stanze che non vengono utilizzate.

Chiudere le persiane in tutte le stanze

Quando fa buio e la temperatura esterna si abbassa, è importante abbassare le tapparelle in tutte le stanze, questo per evitare che la temperatura interna vada rapidamente via verso l’esterno. Le finestre, infatti, sono la principale causa di dispersione del calore.

I termosifoni non devono essere coperti da tende o mobili

Il calore proveniente dai termosifoni si diffonde in tutte le direzioni, anche verso i muri esterni della casa, che lo assorbono e poi lo disperdono verso l’esterno; per questo motivo, se si coprono i termosifoni con mobili o tende, l’efficacia dell’impianto diminuisce. E’ necessario permettere al calore di diffondersi rapidamente nella casa, rimuovendo ogni ostacolo tra il termosifone e la stanza stessa.

Eliminare l’aria dall’impianto di riscaldamento

Eliminare l’aria dai termosifoni permette di risparmiare gas eseguendo una semplice operazione; la presenza di bolle d’aria nell’impianto di riscaldamento, infatti, riduce notevolmente l’efficacia dei diffusori di calore e quindi dell’impianto stesso, aumentando il consumo di gas. L’operazione è molto semplice e non serve essere degli esperti per eseguirla; si tratta semplicemente di aprire tutti i termosifoni e poi, uno alla volta, allentare lentamente la valvola di sfiato, ponendo sotto di essa una bacinella per raccogliere l’acqua che uscirà, dopo che tutta l’aria accumulatasi è stata espulsa.

Spegnere il riscaldamento un’ora prima di andare a letto

E’ importante spegnere i termosifoni un’ora prima di coricarsi, perché durante la notte non abbiamo bisogno di avere la casa riscaldata , sotto le coperte il nostro corpo mantiene costante la propria temperatura.

Cambiare fornitore e passare ad una tariffa più conveniente

Infine è bene dare un’occhiata alle numerose offerte online, valutando la possibilità di cambiare il proprio fornitore di gas metano. Il mercato libero dell’energia infatti, dopo avere valutato le esigenze dei consumatori, ha messo a punto differenti profili tariffari che sono in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di famiglia.

Continuate a seguirmi anche su Instagram e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *