Escherichia coli in gravidanza: come curare la cistite

Escherichia coli in gravidanza: come curare la cistite

L’escherichia coli in gravidanza è molto frequente, ma è importante non sottovalutarla. Ecco perché il nostro consiglio per le donne incinte è di sottoporsi all’esame delle urine una al mese. Ma cos’è l’escherichia coli? E’ pericoloso? Quali sono i sintomi? La cistite in gravidanza come si cura? Come posso prevenirla? Scopriamolo insieme.

Leggi anche: 

Otite in gravidanza: cosa fare? Che rischi corre il feto?

Fibrinogeno alto in gravidanza: cos’è e come si misura 

Citomegalovirus in gravidanza: sintomi, cura e pericoli

Cistite in gravidanza

Si tratta di un batterio fisiologicamente presente nell’intestino non solo delle donne, ma anche degli uomini, che in normali condizioni sta bene nella flora intestinale. Se però la sua concentrazione aumenta e questo batterio invade l’uretra, si ha la cistite, un’infezione comune che tutte noi conosciamo perché abbiamo avuto almeno una volta nella vita. C’è da dire che la cistite colpisce soprattutto le donne in età fertile. Nelle donne fertili è riscontrata una vicinanza tra intestino e uretra e quindi un proliferare di batteri nell’apparato urinario. Il rischio di infezione aumenta se si aggiunge l’aumento degli estrogeni e la frequenza dei rapporti sessuali.

Infezioni vie urinarie in gravidanza

Cistite e gravidanza vanno di pari passo, nel senso che il rischio aumenta di gran lunga nei 9 mesi di gestazione. Perché? Quando si è incinte aumenta la disidratazione, la stitichezza e la produzione di progesterone. Senza considerare che le variazioni ormonali modificano il pH dell’apparato urinario.

Escherichia coli

Escherichia coli in gravidanza sintomi

Quali sono i sintomi? Scopriamoli insieme:

  • bruciore mentre si urina
  • stimolo più frequente ad urinare
  • scarsa quantità di urina
  • raramente sangue nelle urine e febbre

Il più classico sintomo di questo batterio è il bruciore mentre si urina, ma anche la pollachiuria ossia lo stimolo frequente ad urinare insieme alla scarsa quantità di urina espulsa. Spesso però i sintomi sono lievi e la donna incinta non si accorge di avere quest’infezione.

Escherichia coli nelle urine cura

Se avvertite fastidio a urinare, il medico vi prescriverà l’analisi delle urine con urinocoltura per accertare la presenza dell’Escherichia coli o di altri germi e prescrivere l’antibiotico adatto in gravidanza. Come tutte le altre forme di cistiti, non va sottovalutata in gravidanza perché la vescica è molto vicina all’utero e se si infiamma la vescica l’utero può contrarsi e in alcuni casi indurre a parto prematuro.

Come prevenire la cistite

Se avete già sofferto di cistite prima di essere incinte e sapete di essere predisposte è bene che adottate abitudini di vita giuste per prevenire questo fastidioso problema femminile.

  • bere di più (è la regola n°1 e la più importante da seguire)
  • curare bene l’igiene intima (dopo aver defecato, bisogna lavarsi accuratamente da davanti verso dietro per evitare che i microbi passano nella vagina)
  • non trattenere l’urina per lungo tempo (provoca l’accumularsi di batteri in vescica)
  • Limitare l’uso di cibi piccanti, caffè, cioccolato, spezie ed alcolici
  • evitare uso di biancheria intima sintetica, colorata e indumenti stretti (favoriscono la proliferazione batterica)
  • evitare uso di lavande vaginali
  • evitare uso di lubrificanti e sexy toys

 

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *