Essere mamma vuol dire: conoscere il proprio bambino meglio di chiunque altro

essere mamma

Essere mamma vuol dire: conoscere il proprio bambino meglio di chiunque altro

Io e Alex. 

Alla fine siamo sempre noi due. Mio marito, la mattina esce di casa alle 7 e torna alle 7 di sera, lo vediamo solamente un’oretta a pranzo e nei weekend. Quando c’è fa di tutto per trascorrere del tempo con suo figlio, ma la maggior parte della giornata, è inutile negarlo, siamo solo io e lui.

Sono io che la mattina lo sveglio e lo preparo per portarlo all’asilo, e sono sempre io ad andare a riprenderlo. 

Sono io che trascorro pomeriggi interi con lui facendo mille giochi e mille attività per intrattenerlo e per intrattenerci, e molte volte ci annoiamo anche, insieme.

E sono sempre io, care mamme, a sapere se mio figlio ha bisogno di mangiare, bere, andare in bagno, se ha freddo, caldo, se è malato. Mi basta un suo respiro per capire se c’è qualcosa che non va, se è felice, se è triste. Sono io a conoscere meglio lui che me stessa.

(Leggi anche Non ero preparata a diventare mamma)

E so che molte di voi si riconosceranno in queste parole perché nessuno mai potrà prendere il vostro posto e conoscere vostro figlio meglio di voi

Continuate a seguirmi anche su Instagram e su Facebook

2 pensieri su “Essere mamma vuol dire: conoscere il proprio bambino meglio di chiunque altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *