Gaviscon in gravidanza: si può assumere?

Gaviscon in gravidanza: si può assumere?

Forse pochi medicinali sono più famosi del Gaviscon in gravidanza. La ragione è che il suo uso è connesso alla gestione di problemi gastrointestinali, nausee, reflusso e altri ancora. Considerando che si tratta delle problematiche più fastidiose per una donna incinta soprattutto durante i primi mesi di gravidanza, si capisce perché il Gaviscon è così famoso presso questo target.

Tuttavia, trattandosi di un medicinale, le domande sorgono spontanee. Fa male prendere il Gaviscon in gravidanza? Sarà più indicato in questo periodo assumere il Gaviscon bustine, il Gaviscon compresse o il Gaviscon pastiglie? Cosa c’è da sapere invece riguardo la fase di allattamento?

Proviamo a dare una risposta a tutte queste domande.

Gaviscon prezzo e proprietà

Iniziamo col dire che il Gaviscon è un medicinale di uso comune, senza prescrizione e dal prezzo molto contenuto. Di facile reperibilità, fa parte della categoria dei medicinali utili per combattere problemi gastrointestinali di vario genere: dal reflusso gastroesofageo, nausee, bruciore di stomaco fino all’ulcera peptica. Considerata la possibilità d’uso abbastanza vasta, sono disponibili sul mercato diverse tipologie di Gaviscon, ovvero quello base, la formula Advance e quello specifico per bruciore di stomaco e indigestione.

Ma vediamo adesso più nello specifico in che modo una donna incinta può interagire con questo medicinale e soprattutto se i più usati Gaviscon e Gaviscon advance in gravidanza possono creare qualche problema alla mamma o al suo bambino.

Gaviscon gravidanza è giusto assumerlo?

In gravidanza sono tanti i problemi legati all’apparato gastroesofageo. Si parte dalle nausee e il reflusso, ma anche fare indigestione in gravidanza è abbastanza comune in quanto l’organismo assorbe diversamente gli alimenti e spesso fatica a metabolizzarli. Il fatto che il Gaviscon tratti nello specifico questi disturbi e che possa essere comprato tranquillamente in farmacia senza prescrizione potrebbero far pensare che non esistono controindicazioni.

La prima cosa da fare è sicuramente leggere il foglio illustrativo Gaviscon per informarsi su rischi e compatibilità con altri farmaci. Oltre a consultare il proprio medico. In generale è possibile assumere il Gaviscon in gravidanza ma bisogna fare attenzione alle dosi e a non farlo diventare un’abitudine.

Anche per quanto riguarda il Gaviscon in allattamento valgono le stesse regole qui descritte.

Gaviscon in gravidanza

Gaviscon come si prende senza rischi

Per evitare l’insorgere di problematiche relative alla nostra salute, ciò che è importante sapere è innanzitutto che non bisogna mai prendere il Gaviscon a stomaco vuoto. La tentazione di farlo probabilmente ci sarà, considerando gli alti livelli di progesterone con conseguenti bruciori di stomaco e indigestioni. Quando sopraggiunge però, consultate il medico, identificate il problema e informatevi sul Gaviscon quante volte al giorno può essere assunto.

Come dicevamo le dosi sono molto importanti, e considerando che questo medicinale non prevede un uso terapeutico ma solo serve solo come attenuante di determinati sintomi, è sempre consigliabile utilizzarlo saltuariamente. Le dosi consigliate sono 2 dosi al giorno per non più di 7 giorni consecutivi.

Effetti collaterali Gaviscon quali sono

In linea di massima, se il medicinale viene assunto in maniera controllata e non si presentano allergie pregresse, non dovrebbero esserci complicazioni. Qualora dovessero presentarsi, quelle indicate dal foglio illustrativo riguardano allergie alle vie respiratorie, edema e nausee. In tal caso bisogna consultare immediatamente un medico.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *