Girello si o Girello no: cosa dicono gli esperti?

Girello si o Girello no: cosa dicono gli esperti?

Si può usare il girello o è meglio di no? Ecco alcuni consigli e le risposte alle tue domande.

Una delle domande che viene più fatta dai genitori al pediatra è: girello sì o no?

Una volta il girello era uno degli oggetti per la prima infanzia più conosciuti e utilizzati, oggi è caduto in disuso anche in vista delle recenti scoperte sulla sua sicurezza.

Leggi anche:

Quando iniziano a gattonare? Ecco quello che devi sapere

Scarpine neonato: servono davvero? Ecco i nostri consigli

Mal d’auto bambini: cos’è la cinetosi, come si previene e quali sono i rimedi

 

girello per bambini girello bimbi
Il girello, strumento molto diffuso, soprattutto perché solleva i genitori che possono liberarsi per un po’ dell’incombenza del bambino sempre in braccio e lui poi lo adora, perchè può andare dove vuole!

Questo, però, non è corretto. Visto che è stato dimostrato che il girello causa incidenti, più di tutti gli altri prodotti destinati ai bambini. La maggior parte di tali incidenti capitano proprio quando i bambini sono lasciati soli nel girello senza un adulto a sorvergliarli.

A partire dai 4-5 mesi, il neonato ha un grande bisogno di muoversi. Deve allenare gambe e braccia imparare a coordinarle meglio, studiare i suoi i gesti, irrobustire muscoli e prepararsi a muovere i primi passi.

Purtroppo non sempre mamma e papà hanno il tempo di giocare con lui ed è per questo che un girello diventa – erroneamente- un babysitter!

Girello bimbo: cosa dicono gli esperti

Nel girello il bambino si accorge di avere capacità e anche di essere abbastanza autonomo, può intraprendere esperienze prima mai immaginate: ha più facilità di movimento quindi fa più esperienze, manovre ma anche azioni rischiose. Può prendere oggetti che altrimenti non può raggiungere o può provaredi scendere delle scale.

Per questo, l’American Academy of Pediatrics ed altre Organizzazioni Internazionali per la salute e la sicurezza del bambino dicono no al girello.

Sbagliando alcuni genitori credono che l’uso del girello faciliti l’apprendimento del camminare e quindi dei primi passi.

Tuttavia numerose ricerche suggeriscono che spostarsi con il girello può addirittura ritardare l’apprendimento dell’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Imbracato nel girello infatti, il bambino si spinge, mentre per camminare deve imparare a stare in equilibrio in modo eretto.

Così il piccolo è praticamente obbligato a una posizione innaturale che preme sull’anca e lo induce a camminare “in punta di piedi” , quasi impedendogli di sperimentare qualche caduta e di conseguenza di sviluppare un corretto senso dell’equilibrio e un po’ di sana prudenza.

Alternative

Proprio per cercare di garantire la massima sicurezza, i nuovi modelli di girello sono diversi da quelli di alcuni anni fa.

Il girello moderno ha una struttura di metallo con una base ampia e solida ed un bordo in plastica come paraurti, a volte rinforzato da una striscia antiurto. Sotto il bordo sono fissate 6-8 ruote piroettanti.

La struttura è spesso ripiegabile a fisarmonica con un blocco di sicurezza.

L’imbracatura è in plastica o in tessuto, sostenuta da tubi metallici. Un tavolino o un vassoio in plastica a completare. Serve come paraurti oltre che come piano di appoggio.

Attualmente sono disponibili versioni in cui la base è fissa, permettendo al bambino di camminare solo nell’area di appoggio.

Altri girelli hanno la base di appoggio più larga della media delle porte, per cui i bambini non possono lasciare una stanza, oppure non possono raggiungere un tavolo, etc.

Tra le alternative al girello che consentono di far stare il bambino in piedi troviamo:

  • le bretelle primi passi;
  • il carrello primi passi al quale il bambino può appoggiarsi e spingere per spostarsi almeno un po’.

Girello a quanti mesi?

E’ iindicato a partire dai sei mesi di età e fino ai quindici mesi.

Sicurezza

Poiché i girelli sono ancora venduti in Italia (mentre sono banditi in alcuni paesi come il Canada ) è importante essere molto cauti se si vuole usarlo.

Se si è deciso di utilizzarlo, è importante seguire queste norme di sicurezza:

  • Mai lasciare da solo un bambino nel girello, neanche un istante.
  • Eliminare potenziali pericoli a sua portata (farmaci, stufe, prese elettriche, scale, etc)
  • Rimuovere tutti gli ostacoli che possano farlo ribaltare il girello
  • Non utilizzare il girello su un tappeto
  • Accertarsi che il girello abbia una base ampia per allargare il baricentro del bambino
  • Non utilizzare girelli che si chiudono con meccanismi a scatto: le dita del bambino possono rimanere intrappolate
  • Il girello non deve ribaltarsi sia in caso di urto sia in caso il bimbo si sporga in avanti
  • Il sedile deve essere ben imbottito
  • Tutte le molle e le cerniere devono disporre di adeguate coperture di protezione.
  • Le parti in plastica e le vernici atossiche
  • La struttura deve essere robusta per assorbire gli urti
  • Non sollevare, né trasportare un girello con un bambino dentro

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *