sabato, Maggio 8, 2021
Home bambini Girello si o Girello no: cosa dicono gli esperti?

Girello si o Girello no: cosa dicono gli esperti?

Si può usare il girello o è meglio di no? Ecco alcuni consigli e le risposte alle tue domande.

Una delle domande che viene più fatta dai genitori al pediatra è: girello sì o no?

Una volta il girello era uno degli oggetti per la prima infanzia più conosciuti e utilizzati, oggi è caduto in disuso anche in vista delle recenti scoperte sulla sua sicurezza.

Leggi anche:

Quando iniziano a gattonare? Ecco quello che devi sapere

Scarpine neonato: servono davvero? Ecco i nostri consigli

Mal d’auto bambini: cos’è la cinetosi, come si previene e quali sono i rimedi

 

girello per bambini girello bimbi
Il girello, strumento molto diffuso, soprattutto perché solleva i genitori che possono liberarsi per un po’ dell’incombenza del bambino sempre in braccio e lui poi lo adora, perchè può andare dove vuole!

Questo, però, non è corretto. Visto che è stato dimostrato che il girello causa incidenti, più di tutti gli altri prodotti destinati ai bambini. La maggior parte di tali incidenti capitano proprio quando i bambini sono lasciati soli nel girello senza un adulto a sorvergliarli.

A partire dai 4-5 mesi, il neonato ha un grande bisogno di muoversi. Deve allenare gambe e braccia imparare a coordinarle meglio, studiare i suoi i gesti, irrobustire muscoli e prepararsi a muovere i primi passi.

Purtroppo non sempre mamma e papà hanno il tempo di giocare con lui ed è per questo che un girello diventa – erroneamente- un babysitter!

Girello bimbo: cosa dicono gli esperti

Nel girello il bambino si accorge di avere capacità e anche di essere abbastanza autonomo, può intraprendere esperienze prima mai immaginate: ha più facilità di movimento quindi fa più esperienze, manovre ma anche azioni rischiose. Può prendere oggetti che altrimenti non può raggiungere o può provaredi scendere delle scale.

Per questo, l’American Academy of Pediatrics ed altre Organizzazioni Internazionali per la salute e la sicurezza del bambino dicono no al girello.

Sbagliando alcuni genitori credono che l’uso del girello faciliti l’apprendimento del camminare e quindi dei primi passi.

Tuttavia numerose ricerche suggeriscono che spostarsi con il girello può addirittura ritardare l’apprendimento dell’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Imbracato nel girello infatti, il bambino si spinge, mentre per camminare deve imparare a stare in equilibrio in modo eretto.

Così il piccolo è praticamente obbligato a una posizione innaturale che preme sull’anca e lo induce a camminare “in punta di piedi” , quasi impedendogli di sperimentare qualche caduta e di conseguenza di sviluppare un corretto senso dell’equilibrio e un po’ di sana prudenza.

Alternative

Proprio per cercare di garantire la massima sicurezza, i nuovi modelli di girello sono diversi da quelli di alcuni anni fa.

Il girello moderno ha una struttura di metallo con una base ampia e solida ed un bordo in plastica come paraurti, a volte rinforzato da una striscia antiurto. Sotto il bordo sono fissate 6-8 ruote piroettanti.

La struttura è spesso ripiegabile a fisarmonica con un blocco di sicurezza.

L’imbracatura è in plastica o in tessuto, sostenuta da tubi metallici. Un tavolino o un vassoio in plastica a completare. Serve come paraurti oltre che come piano di appoggio.

Attualmente sono disponibili versioni in cui la base è fissa, permettendo al bambino di camminare solo nell’area di appoggio.

Altri girelli hanno la base di appoggio più larga della media delle porte, per cui i bambini non possono lasciare una stanza, oppure non possono raggiungere un tavolo, etc.

Tra le alternative al girello che consentono di far stare il bambino in piedi troviamo:

  • le bretelle primi passi;
  • il carrello primi passi al quale il bambino può appoggiarsi e spingere per spostarsi almeno un po’.

Girello a quanti mesi?

E’ iindicato a partire dai sei mesi di età e fino ai quindici mesi.

Sicurezza

Poiché i girelli sono ancora venduti in Italia (mentre sono banditi in alcuni paesi come il Canada ) è importante essere molto cauti se si vuole usarlo.

Se si è deciso di utilizzarlo, è importante seguire queste norme di sicurezza:

  • Mai lasciare da solo un bambino nel girello, neanche un istante.
  • Eliminare potenziali pericoli a sua portata (farmaci, stufe, prese elettriche, scale, etc)
  • Rimuovere tutti gli ostacoli che possano farlo ribaltare il girello
  • Non utilizzare il girello su un tappeto
  • Accertarsi che il girello abbia una base ampia per allargare il baricentro del bambino
  • Non utilizzare girelli che si chiudono con meccanismi a scatto: le dita del bambino possono rimanere intrappolate
  • Il girello non deve ribaltarsi sia in caso di urto sia in caso il bimbo si sporga in avanti
  • Il sedile deve essere ben imbottito
  • Tutte le molle e le cerniere devono disporre di adeguate coperture di protezione.
  • Le parti in plastica e le vernici atossiche
  • La struttura deve essere robusta per assorbire gli urti
  • Non sollevare, né trasportare un girello con un bambino dentro

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

RELATED ARTICLES

Giochi Montessori: molto di più che giocattoli in legno

Abbiamo parlato in molti articoli del nostro blog dei metodi educativi montessoriani e di Maria Montessori, la pedagogista italiana che con i suoi studi...

Come gestire l’arrivo di un fratellino: consigli per evitare la gelosia

Quando in casa si preannuncia l'arrivo di un nuovo bambino, c'è sempre tanto fermento. Molto spesso, l'euforia legata alla nuova nascita, fa passare in...

Allergie nei bambini: come riconoscerle, quali sono le più comuni e come prevenirle

Siamo di fronte e un'allergia quando l'organismo ha una reazione eccessiva verso un tipo di sostanze che, generalmente, è innocua per molte altre persone....

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Parto in acqua: come si svolge, benefici e controindicazioni

Sono sempre di più le future mamme che valutano la possibilità di partorire in acqua. L'idea e la sensazione di esser immerse in una...

Le spine di pesce: come evitare rischi nei bambini

Il pesce è un alimento molto importante nell'alimentazione dei bambini. Per molti genitori, però, può risultare difficile convincere il proprio piccolo a mangiarlo, visto...

Giochi Montessori: molto di più che giocattoli in legno

Abbiamo parlato in molti articoli del nostro blog dei metodi educativi montessoriani e di Maria Montessori, la pedagogista italiana che con i suoi studi...

Come gestire l’arrivo di un fratellino: consigli per evitare la gelosia

Quando in casa si preannuncia l'arrivo di un nuovo bambino, c'è sempre tanto fermento. Molto spesso, l'euforia legata alla nuova nascita, fa passare in...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere