Il coniglietto Bing: perché è tanto amato dai bambini?

Il coniglietto Bing: perché è tanto amato dai bambini?

Se avete bambini dai pochi mesi di vita ai 3 o 4 anni, sicuramente amano e adorano Bing, il dolcissimo coniglietto nero che si comporta esattamente come tutti i bambini, combina qualche guaio o litiga con gli amici, ma il suo amato Flop, sempre accanto a lui, gli spiega sempre dove sbaglia e lo indirizza sulla strada giusta, con la massima pazienza e devozione.

Bing è davvero speciale: è tenero, spontaneo e curioso e il suo successo è dovuto proprio al fatto che il piccolo coniglietto è molto amato anche dai genitori.

Leggi anche:

Bing il coniglietto. disegni da stampare e colorare

La vita intorno a Bing

Bing è appassionato di carote, non sopporta i pomodori, si addormenta con una copertina e il suo peluche del cuore.
Indossa una tutina rossa, una maglietta verde e delle scarpe bianche e nere e ama giocare con il suo supereroe Hoppity Voosh, che rapportato alla realtà, è il cartone più diffuso nel suo mondo e il più gettonato dai bambini come lui.

Il coniglietto nero ad ogni puntata vive nuove esperienze, che cominciano come normali, facili e di quotidianità: una giornata all’asilo, una domenica in piscina o gli amici a casa per una merenda, ma poi succede sempre qualcosa rivelandosi tutto un po’ più complicato di quello che sembravano.

Ma grazie alla sua creatività e all’ intuito di Flop, con i suoi consigli da bravo amico, viene guidato o incoraggiato ad affrontare il problema, cosicché imparerà cose nuove e supererà gli ostacoli.

Bing è circondato da tanti amici: la sua migliore amica, l’elefantina Sula, il vicino di casa, un po’ più piccolo di età, il pandino Pando, la cuginetta Coco e il piccolo Charlie. Poi, in aiuto a Flop, ci sono la maestra Amma, e Padget, tutrice di Pando che guida il tuk-tuk.

coniglietto bing

Storia di Bing: com’è nato

Bing ha avuto un successo mondiale, ma la sua storia comincia da un libro. Anzi da più libri, i libri illustrati di Ted Dewan.Da dove ha tratto ispirazione? Come molti autori di libri per bambini, proprio dai figli, dalla vita reale:
lo scrittore leggeva spesso a sua figlia libri per bambini al di sotto dei 5 anni, ma qualcosa di queste storie non lo soddisfaceva perché le trovava troppo smielate, ricche di gioia e finzione, poco attinenti alla vita che ogni giorno i bambini vivono.

Così ritenne che quelle storie che leggeva a letto la sera alla sua bambina erano troppo finte, troppo lontane dal vero e comincia a lavorare a una serie di libri, che poi si rivelano essere perfettamente adattabili  ai piccoli in età prescolare: questi infatti raccontavano la storia di un coniglietto che, proprio come i bambini di quest’età, amano l’esplorazione, sono curiosi, sempre pieni di gioia e vivono piccole disavventure che riguardano la vita di un bambino.
Ecco che nasceva Bing!

Curiosità

Bing ha avuto la nomination al BAFTA per i cartoni animati di età prescolare.
Nel 2015  ha vinto il Writers Guild Award per l’episodio Bye Bye (in italiano si intitola La scatola dei ricordi) e nel 2016 l’intera serie è stata premiata con l’International Emmy Kids Award.

Dal debutto nel 2014 nel Regno Unito, Bing è stato venduto in oltre 40 nazioni: in Italia è ancora oggi di grande fama, vengono ogni giorno trasmesse le puntate su Rai YoYo con risultati straordinari ma, per vedere e rivedere assieme ai propri bambini le avventure di Bing, è in vendita il primo volume in DVD, con all’interno un gioco. sorpresa!

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *