mercoledì, Maggio 12, 2021
Home bambini Mononucleosi nei bambini: quanto dura, è pericolosa, quali sono i sintomi e...

Mononucleosi nei bambini: quanto dura, è pericolosa, quali sono i sintomi e il periodo di contagio?

La mononucleosi nei bambini, infettiva, è anche chiamata la malattia del bacio.
È causata il più delle volte dal virus Epstein-Barr (EBV), che è nella famiglia degli organismi herpesvirus.

La maggior parte delle persone viene infettata da EBV ad un certo punto della propria vita. Come tutti gli herpesvirus, l’EBV rimane all’interno del corpo una volta che una persona è stata infettata. Il più delle volte, il virus è in uno stato inattivo (latente), ma occasionalmente il virus si moltiplica e si disperde nella saliva e in altri fluidi corporei.

Il virus Epstein-Barr si diffonde da una persona all’altra nella saliva, nel sangue e in altri fluidi corporei. Di solito è richiesto uno stretto contatto, come un bacio o un contatto sessuale.

Sebbene l’infezione possa manifestarsi a qualsiasi età, la mononucleosi è più comune nelle persone tra i 15 ei 30 anni di età.

Leggi anche:

Vomito nei bambini: cause e rimedi, cosa dare, quando preoccuparsi, farmaci, cosa mangiare

Vermi nei bambini Sintomi Cause e Rimedi della nonna

Mal d’auto bambini: cos’è la cinetosi, come si previene e quali sono i rimedi

mononucleosi nei bambini come si cura   mononucleosi nei bambini piccoli   mononucleosi nei bambini contagio   mononucleosi   mononucleosi sintomi   sintomi mononucleosi  malattia del bacio   mononucleosi cura   mononucleosi bambini   mononucleosi sintomi adulti   mononucleosi infettiva   mononucleosi contagio   come si prende la mononucleosi   mononucleosi senza febbre   sintomi mononucleosi adulti   mononucleosi adulti   mononucleosi in gravidanza   mononucleosi sintomi iniziali   incubazione mononucleosi   milza ingrossata sintomi   sintomi della mononucleosi   mononucleosi durata

Mononucleosi nei bambini sintomi

Molti neonati e bambini piccoli infettati da mononucleosi e non hanno sintomi o hanno solo sintomi molto lievi. Quando ci sono segni e sintomi di mononucleosi, di solito includono quanto segue:

  • Febbre
  • Mal di gola, comprese macchie bianche nella parte posteriore della gola
  • Gonfiore delle ghiandole linfatiche nella parte posteriore del collo, dell’inguine e dell’ascella
  • Fatica

Oltre a questi sintomi classici, alcuni bambini possono anche presentare uno o più dei seguenti segni e sintomi:

  • Brividi
  • Mal di testa
  • Diminuzione dell’appetito
  • Palpebre gonfie
  • Ingrandimento del fegato e della milza
  • Ipersensibilità alla luce
  • Anemia

Alcuni bambini con infezione da EBV- mononucleosi- sviluppano meningite, infiammazione cerebrale (encefalite) e un disturbo paralizzante chiamato sindrome di Guillain-Barré.
Occasionalmente, la mononucleosi può causare miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco), una riduzione anormale del numero di piastrine (trombocitopenia) e infiammazione dei testicoli (orchite).

Questo virus può causare diversi tipi di cancro.

Esiste una rara malattia genetica, osservata principalmente nei ragazzi, in cui il corpo non può controllare l’infezione da mononucleosi. Questa grave infezione può portare a insufficienza epatica, diminuzione delle cellule del sangue o cancro ed è spesso fatale. Il periodo di incubazione della mononucleosi infettiva varia da 30 a 50 giorni.

Mononucleosi bambini: quando chiamare il pediatra

Contatta il tuo pediatra se tuo figlio presenta i principali sintomi qui descritti, in particolare febbre, mal di gola, affaticamento e ghiandole ingrossate.

Come viene fatta la diagnosi?
La diagnosi di mononucleosi infettiva viene solitamente effettuata attraverso un’anamnesi, un esame fisico e analisi del sangue.
Questi test possono includere un esame emocromocitometrico completo per verificare la presenza di globuli bianchi dall’aspetto insolito (linfociti atipici). Gli esami del sangue possono anche rilevare aumenti degli anticorpi contro EBV.

Mononucleosi nei bambini come curarla: Trattamento

Gran parte del trattamento per la mononucleosi ha lo scopo di rendere il bambino più a suo agio fino a quando l’infezione non scompare da sola. Per esempio

  • Alcuni pediatri possono consigliare di somministrare al tuo bambino il paracetamolo per ridurre la febbre e alleviare il dolore.
  • Il mal di gola può essere trattato facendo gargarismi con acqua tiepida e sale.
  • Il riposo a letto può essere importante per un bambino che si sente affaticato.

Poiché un virus causa la mononucleosi, i bambini infetti non devono essere trattati con antibatterici.

In una piccola percentuale di bambini con infezione da mononucleosi, vengono somministrati corticosteroidi come il prednisone, ma solo se sono presenti alcune complicazioni, come le tonsille infiammate che possono bloccare le vie respiratorie.

I bambini con mononucleosi infettiva non dovrebbero partecipare a sport di contatto fino a quando il gonfiore della milza non scompare. Se il corpo viene colpito nell’area di una milza ingrossata, la milza può rompersi o aprirsi, causando emorragie interne che possono portare alla morte. Tieni presente che questo è raro e che la mononucleosi raramente provoca la morte.

Qual è la prognosi?

La maggior parte dei casi di mononucleosi infettiva si risolve in 1-3 settimane (sebbene i sintomi, in particolare l’affaticamento, possano durare per diverse settimane aggiuntive in alcuni bambini). I pazienti con un sistema immunitario anormale possono avere un’infezione più grave che indebolisce ulteriormente il sistema immunitario, provocando tumori o morte causata da insufficienza epatica e infezioni batteriche.

Mononucleosi Prevenzione

È difficile prevenire la diffusione di questo virus perché le persone che sono state infettate possono diffondere il virus per il resto della loro vita. Il tuo bambino dovrebbe evitare la saliva infetta non condividendo bicchieri, bottiglie d’acqua o utensili da cucina.

Non è disponibile alcun vaccino per la protezione dalla mononucleosi infettiva.

RELATED ARTICLES

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Torre Montessoriana: a cosa serve e come si costruisce

Essere genitori è un lavoro che richiede un'attenta supervisione 24 ore su 24. Durante l'arco della giornata, ovviamente, però non si possono accantonare anche...

Giochi Montessori: molto di più che giocattoli in legno

Abbiamo parlato in molti articoli del nostro blog dei metodi educativi montessoriani e di Maria Montessori, la pedagogista italiana che con i suoi studi...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Hennè in gravidanza: si può fare? Quali sono le marche sicure?

Quando si è in dolce attesa, l'euforia è alle stelle e le future mamme ci tengono veramente tanto a mettere in mostra il bel...

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Torre Montessoriana: a cosa serve e come si costruisce

Essere genitori è un lavoro che richiede un'attenta supervisione 24 ore su 24. Durante l'arco della giornata, ovviamente, però non si possono accantonare anche...

Parto in acqua: come si svolge, benefici e controindicazioni

Sono sempre di più le future mamme che valutano la possibilità di partorire in acqua. L'idea e la sensazione di esser immerse in una...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere