Piccolo Principe le frasi più belle: ecco quali sono

0
94
Piccolo principe frasi

Il Piccolo Principe è un libro scritto dallo scrittore aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry e pubblicato nel 1943. Il protagonista parte dal suo asteroide fino ad approdare sulla Terra. Qui incontra un aviatore al quale racconta la sua storia e tutto ciò che è successo durante il suo viaggio. Le frasi del Piccolo Principe sono molto amate per la loro delicatezza e saggezza e sono conosciute ancora adesso a distanza di tanti anni dalla pubblicazione del testo.

Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi. (detta dalla volpe, una delle frasi più conosciute del libro)

Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano.

Mi domando se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua.

È molto più difficile giudicare se stessi che giudicare gli altri.

Il Piccolo Principe frasi celebri: le più significative

Vediamo altre frasi Piccolo Principe.

È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante. (frase Piccolo Principe rosa)

“A che ti serve possedere le stelle?” chiese il Piccolo Principe all’uomo
“Mi serve ad essere ricco”
“E a che serve essere ricco?”
“A comperare delle altre stelle se qualcuno ne trova”
“Io” disse il Piccolo Principe “possiedo un fiore che innaffio tutti i giorni e
possiedo tre vulcani dei quali spazzo il camino tutte le settimane. E’ utile
ai miei vulcani e al mio fiore che li possegga. Ma tu non sei utile alle stelle..”

Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla.
Comprano dai mercati le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercati di amici, gli uomini non hanno più amici. Se tu vuoi un amico addomesticami. 

Non posso giocare con te. Non sono addomesticata. Ma se mi addomestichi avremo bisogno l’uno dell’altro. Per me tu sarai l’unico al mondo.

Frasi Il Piccolo Principe: le più belle da condividere

Ecco altre citazioni Piccolo principe.

Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta a farlo felice quando lo guarda.

Che si tratti di una casa, delle stelle o del deserto, quello che fa la loro bellezza è invisibile.

Di notte, ricordati di guardare le stelle. Dove sto io è troppo perché possa mostrarti dove si trova la mia. Meglio così. La mia stella sarà per te una qualsiasi, e allora ti farà piacere guardarle tutte… Saranno tutte tue amiche.

Ho fatto di te il mio amico e ora, per me, sei unico al mondo.

Bisogna esigere da ciascuno quello che ciascuno può dare.

Devo pur sopportare qualche bruco se voglio conoscere le farfalle.

Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità!

“Dove sono gli uomini?” riprese dopo un po’ il piccolo principe. “Si è un po’ soli nel deserto…”
“Si è soli anche con gli uomini”, disse il serpente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here