Sonno in gravidanza Maschio o Femmina: tutto quello che devi sapere

0
987
Sonno in gravidanza Maschio o Femmina: tutto quello che devi sapere

Pare che il sonno in gravidanza, o meglio, la posizione che la futura mamma assume per dormire, sia una lettura chiara se si sta aspettando un maschietto o una femminuccia.

Cosa dice il mito a riguardo e quali sono invece i fatti scientifici a cui prestare maggiore attenzione?

La leggenda vuole che se una donna incinta preferisce dormire sul lato destro, avrà una bambina, ma se preferisce il lato sinistro, avrà un maschio.

Ma la realtà è che, gli scienziati non si sono nemmeno preoccupati di esaminare il legame tra la posizione del sonno e il sesso del bambino, in quanto pare sia tecnicamente impossibile, non c’è connessione dunque.

Molto più importante è il fatto che i medici raccomandano alle mamme in attesa di dormire sul fianco, piuttosto che sulla schiena, il che è stato associato a un aumentato di rischio di parto pretermine e addirittura morte prenatale.

Inoltre, dormire sul lato sinistro è considerato più favorevole che sul lato destro in quanto aumenta la circolazione sanguigna e il flusso di sostanze nutritive al bambino.

Leggi anche:

Dormire a pancia in giù in gravidanza: è sicura questa posizione? Qual è la migliore?

Dormire in gravidanza: ecco tutte le posizioni sicure

Melatonina – Migliora davvero il sonno e ti aiuta a dormire?

sonno in gravidanza   insonnia in gravidanza   come dormire in gravidanza   insonnia gravidica   stanchezza in gravidanza   insonnia gravidanza   sonnolenza in gravidanza   posizioni in gravidanza   dormire in gravidanza   dormire supini   posizioni per dormire in gravidanza   sonno in gravidanza maschio o femmina

Sonno in gravidanza: perché cambia e cosa cambia

Per molte donne, il sonno può essere evasivo durante la gravidanza. Il disagio fisico, il cambiamento degli ormoni, l’eccitazione e l’ansia di essere una neomamma portano a una serie di problemi del sonno, fino ad una vera e propria insonnia gravidica .
In effetti, si stima che il 50% delle donne soffre di insonnia in gravidanza.

Il sonno è una parte essenziale dell’assistenza prenatale. Se stai lottando per dormire bene durante la gravidanza, non sei sola.

Perché il sonno cambia durante la gravidanza?

Una moltitudine di fattori porta all’ insonnia durante la gravidanza.
A partire dal primo trimestre, livelli ormonali fluttuanti sono la causa del disagio generalizzato e altri problemi, dunque ciò può rendere difficile addormentarsi e rimanere addormentati.
Questi possono includere:

  • Nausea
  • Vomito
  • Tenerezza al seno
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Fiato corto
  • Temperatura corporea più alta
  • Minzione notturna frequente
  • Crampi alle gambe

Con il passare del tempo, le future mamme possono anche provare mal di schiena e avere difficoltà a trovare una posizione comoda per accogliere il pancione in crescita, specialmente quando il bambino inizia a calciare di notte.
L’ansia per il travaglio imminente, l’essere una neomamma, il lavoro di destrezza e le responsabilità familiari o altre preoccupazioni possono farti correre la mente di notte.

Nel terzo trimestre, molte donne incinte sperimentano sogni vividi e inquietanti, che può ulteriormente compromettere la qualità del sonno.

Sebbene sia comune per la maggior parte delle donne incinte sperimentare almeno alcuni dei sintomi sopra riportati, a volte possono essere correlati a un disturbo del sonno.

I disturbi del sonno possono essere collegati a ulteriori problemi su tutta la linea per la madre o il bambino, quindi è importante parlare con il medico se si verificano.

Disturbi del sonno comuni e problemi durante la gravidanza

I disturbi del sonno più comuni che tendono a manifestarsi durante la gravidanza sono:

  • l’apnea ostruttiva del sonno,
  • la sindrome delle gambe senza riposo
  • il disturbo da reflusso gastroesofageo.

 

  • Apnea ostruttiva del sonno: l’ aumento di peso e la congestione nasale portano molte donne a iniziare a russare, durante la gravidanza, che può essere un fattore di rischio per la pressione alta.
    Alcune donne possono sviluppare l’apnea ostruttiva del sonno (OSA), una condizione del sonno caratterizzata da russare, ansimare e ripetuti interruzioni della respirazione che interrompono la qualità del sonno. OSA può ostacolare il flusso di ossigeno al feto e aumentare il rischio di preeclampsia, diabete gestazionale, e taglio cesareo. Si pensa che colpisca fino a 1 donna su 5 durante la gravidanza.
  • Sindrome delle gambe senza riposo: le persone con sindrome delle gambe senza riposo (RLS) sono afflitte da sensazioni meglio descritte come gattonare, solletico o prurito che causano un irrefrenabile bisogno di muovere le gambe.
    Questa condizione può rendere difficile addormentarsi, poiché i sintomi sono più gravi quando la persona è a riposo. Si ritiene che RLS influisca fino a un terzo delle donne nel terzo trimestre di gravidanza.
  • Disturbo da reflusso gastroesofageo: altrimenti noto come bruciore di stomaco o reflusso acido, il disturbo da reflusso gastroesofageo (GERD) provoca una sensazione di bruciore fastidioso nell’esofago, soprattutto quando si è sdraiati.
    È una causa comune di insonnia nelle donne incinte tutti i 3 trimestri, che si ritiene colpisca un quarto delle donne incinte nel primo trimestre e la metà nel terzo. Comunque il disturbo così chiamato GERD, a lungo termine, può danneggiare l’esofago.

Perché il sonno è così importante durante la gravidanza?

Ottenere un sonno di qualità durante la gravidanza è importante sia per la madre che per il bambino.

Per la madre, quelle notti insonni finiscono per portare a stanchezza e sonnolenza diurna. Anche il sonno gioca un ruolo importante nella memoria, nell’apprendimento, nell’appetito, nell’umore e nel processo decisionale, tutti elementi importanti quando ci si prepara ad accogliere un neonato nella propria casa.

La ricerca mostra che le donne incinte che dormono troppo o non abbastanza all’inizio della gravidanza sono inclini a svilupparsi ipertensione nel terzo trimestre. Anche una grave privazione del sonno all’inizio della gravidanza può aumentare il rischio di preeclampsia, una condizione che può portare a parto pretermine e complicazioni durature per il cuore, i reni e altri organi della madre.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per controllare altre variabili, il sonno povero sembra essere a fattore di rischio  per parto pretermine, basso peso alla nascita, travaglio doloroso, parto cesareo e depressione. Prove emergenti suggerisce anche che una scarsa qualità del sonno durante la gravidanza può prevedere problemi di sonno e pianto nei bambini una volta nati.

La migliore posizione per dormire in gravidanza è sul lato sinistro.

Dormire alla tua sinistra è meglio che alla tua destra in quanto lascia che il sangue fluisca bene alla placenta. Aiuta anche con il gonfiore , poiché aiuta i reni a eliminare i rifiuti in modo efficiente in modo da ottenere meno gonfiore a caviglie, piedi e mani.

Dormire sulla schiena ti darà anche mal di schiena e ti farà pressione sull’intestino, causando stitichezza e persino emorroidi. Addormentarsi sulla schiena dopo 28 settimane può anche raddoppiare il rischio di natimortalità.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here