Storie di mamme: Una famiglia sull’orlo del baratro economico

una famiglia sull'orlo del baratro economico

Oggi vi voglio raccontare la storia di Maria, 35 anni, mamma di Giulia 3 anni e di Andrea 5 anni, sposata con Mario, 37 anni.

Entrambi lavorano, due stipendi che fino a poco tempo fa gli permettevano una vita benestante, non mancava nulla in famiglia, fino a che un giorno per una serie di sfortunate coincidenze si ritrovano ricoperti dai debiti. Dopo un’iniziale sconforto, è proprio Maria a tirar fuori tutta la sua grinta e a risollevare la situazione. Vi lascio alla sua storia.

Una famiglia sull’orlo del baratro economico

Sono Maria e fino a poco tempo fa vivevo una vita agiata, mai nessun problema, due stipendi e una vita felice davanti.

Avevamo già un mutuo e tanti piccoli prestiti. Questi soldi li avevamo usati per creare la casa dei nostri sogni e far crescere li la nostra famiglia. Tutto filava a meraviglia, sono nati due splendidi bambini, finché io perdo il lavoro per causa di tagli aziendali e a mio marito viene ridotto lo stipendio. A tutto questo si unisce una causa legale persa, nella quale avevamo palesemente ragione, dove ci siamo ritrovati a dover pagare un’abisso di soldi di spese legali e risarcimento.

Le spese tra mutuo, prestiti e causa ci costringono a dover pagare oltre 2500 euro al mese e ad avere solo 1200 euro di stipendio, senza contare spese di bollette e alimentari. Una vera tragedia, una famiglia da mantenere, una famiglia sull’orlo del baratro economico. Il panico si era impossessato di noi, non sapevamo davvero come uscirne, io piangevo tutti i giorni, mio marito era entrato in depressione e quasi non riusciva più a lavorare.

Finché un giorno ho capito che non potevamo andare avanti così, la nostra famiglia si stava completamente distruggendo. Mio figlio mi ha guardata e mi ha detto: “mamma perché piangi? Voglio che tu sia contenta, e mi ha abbracciata forte”, questa frase per me è stata davvero una scossa fortissima. Non volevo più vedere il mio bambino soffrire per me.

Ho trovato finalmente la forza di reagire.

Ho preparato un piano d’azione.

Innanzitutto ho cercato qualsiasi lavoretto possibile, pulizie, stirare, ripetizioni, baby sitter, dog sitter, tutto ciò che mi permettesse di guadagnare qualcosa.

Ho iniziato a risparmiare su tutto, luce, gas (leggi anche l’articolo Una Mamma Risparmia – Come risparmiare sull’energia elettrica), spesa, ho letto tantissimi forum su come risparmiare il più possibile. Tutto quello che riuscivo a racimolare lo utilizzavo per pagare i debiti.

una famiglia sull'orlo del baratro economico

Vedendomi così motivata, anche mio marito ha deciso di riprendere la propria vita in mano e darsi una mossa. Cercavamo di pagare quello che riuscivamo ogni mese e se avanzava qualcosa pagavamo una rata in più del debito più piccolo per cercare di estinguerlo, se non riuscivamo a pagare la rata più grande ne pagavamo solo una parte.

Ci siamo uniti contro un nemico comune, i debiti.

Una famiglia sull’orlo del baratro economico

Abbiamo rinunciato alle cene fuori, ai viaggi, a tutto il superfluo . Uscivamo con i bimbi per lunghe passeggiate nei boschi raccogliendo funghi e castagne, mi sono creata un piccolo orto in terrazzo.( Leggi anche l’articolo Una Mamma Risparmia – Come risparmiare sul riscaldamento di casa)

risparmiare in famiglia
risparmiare in famiglia

Ci siamo rimboccati le maniche e piano piano ci stiamo riuscendo, stiamo riuscendo a vincere.

Abbiamo ripreso la situazione in mano e anche se ancora ci vorrà qualche anno per vedere la luce siamo soddisfatti, perché non ci siamo lasciati sopraffare, perché nonostante non sembrava esserci scampo, abbiamo avuto la forza di reagire e lottare, per amore della nostra famiglia e dei nostri figli.

 

Continuate a seguirmi anche su Instagram e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *