Vene varicose pericolose: Quando preoccuparsi e come trattarle

0
170



Le vene varicose sono i vasi sanguigni rigonfi e contorti che si sviluppano nelle gambe a causa di problemi al sistema circolatorio. Sono comuni e potresti averle senza saperlo, ma a volte possono anche essere motivo di preoccupazione e richiedere un trattamento medico se non trattate o non individuate. Scopri di più sulle vene varicose pericolose: quando è necessario rivolgersi a un medico, come vengono trattate e come prevenirle.

7 segni che le tue vene varicose sono gravi

Se vedi dei lampi di luce quando muovi le gambe o se la tua pelle inizia a diventare blu, questi potrebbero essere i segni che le tue vene varicose sono più gravi di quanto sembrino. Il tuo medico sarà in grado di spiegarti cosa sta succedendo. In effetti, potrebbe essere in grado di capirlo semplicemente guardandole. In caso contrario, ci sono modi per diagnosticare le vene varicose in modo più definitivo, tra cui l’ecografia duplex (che invia onde sonore attraverso i vasi sanguigni), l’elettrocardiogramma (per vedere se il sangue scorre bene attraverso le vene ristrette) o il venogramma (una radiografia che serve a fotografare i vasi sanguigni). Informati presso il tuo medico di eventuali dolori o cambiamenti di sensazione, perché anche questi possono indicare un problema.

4 cose da fare prima di chiamare il medico per le vene varicose

Valuta la tua situazione. Provi fastidio? Hai difficoltà a camminare o a fare attività fisica? La semplice osservazione delle gambe non fornisce un quadro completo del loro funzionamento; le vene varicose non causano dolore in tutti i casi, quindi il fatto che tu possa muovere le dita dei piedi senza problemi non significa che le vene varicose non siano un problema. Se senti dolore o non riesci a camminare o ad allenarti come al solito, consulta subito un medico.


3 tipi di trattamento per le vene varicose

I tre principali trattamenti per le vene varicose sono la scleroterapia, lo stripping e la chirurgia. Ecco come funzionano. La scleroterapia è uno dei tre trattamenti comuni per le vene varicose; consiste nell’iniettare una soluzione salina nei vasi sanguigni attraverso un piccolo ago. Lo sclerosante irrita le pareti delle vene e le fa cicatrizzare nel giro di sei settimane. Per ottenere risultati ottimali, il trattamento richiede in genere più iniezioni, in genere una o due sessioni al mese per sei mesi, al fine di ottenere la completa chiusura delle vene. Prima di sottoporti al trattamento, è importante che tu ottenga un consulto medico approfondito in modo da determinare se sei un buon candidato alla terapia; la scleroterapia potrebbe non essere adatta a tutti.

2 modi per prevenire il peggioramento delle vene varicose

Una volta che ti è stata diagnosticata la presenza di vene varicose, potresti essere sorpreso di sapere che ci sono alcune cose che puoi fare per evitare che peggiorino. Per evitare di peggiorare la tua condizione, evita di stare seduto o in piedi per lunghi periodi di tempo. Fare delle pause regolari permetterà al sangue di circolare in tutto il corpo, riducendo così il dolore e la pesantezza alle gambe. Un altro modo è quello di mantenere uno stile di vita attivo. Sforzarsi ogni giorno, sia con lo sport che con le lezioni di yoga, può evitare che le vene varicose peggiorino.



1 Suggerimento facile per alleviare il dolore quando sei a casa

Uno dei sintomi più comuni delle vene varicose è il dolore. Seduto, in piedi, camminando o sdraiato – qualunque cosa tu stia facendo in un dato momento – se hai le vene varicose, puoi aspettarti di provare un certo disagio. Fortunatamente, esistono dei modi per ridurre il dolore legato alle vene varicose. Uno di questi è un semplice rimedio casalingo che può aiutarti ad alleviare il disagio in pochi minuti. Il trattamento? Un bagno o una doccia calda con sali di Epsom.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here