sabato, Giugno 19, 2021
Home bambini Vomito nei bambini: cause e rimedi, cosa dare, quando preoccuparsi, farmaci, cosa...

Vomito nei bambini: cause e rimedi, cosa dare, quando preoccuparsi, farmaci, cosa mangiare

Molte cose diverse possono essere la causa che fa vomitare i bambini, oltre malattie, cinetosi, stress e altri problemi.
Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il vomito nei bambini è causato dalla gastroenterite , un’infezione del tratto digerente.

La gastroenterite, spesso chiamata “influenza o virus intestinale”, di solito è causata da virus, appunto, comuni con cui entriamo in contatto ogni giorno.
Oltre a causare vomito, può anche causare semplicemente nausea, mal di pancia e diarrea .

Le infezioni di gastroenterite di solito non durano a lungo e sono più dirompenti che pericolose. Ma i bambini (in particolare i neonati) che non possono assumere abbastanza liquidi e hanno anche la diarrea potrebbero disidratarsi .
Ciò significa che i loro corpi perdono nutrienti e acqua, portando a ulteriori complicazioni.

È importante mantenere la calma: il vomito spaventa i bambini piccoli (e i genitori) ed è estenuante per i bambini di tutte le età. Rassicurare il bambino e prevenire la disidratazione sono fondamentali per un rapido recupero.

Dare ai bambini i liquidi giusti al momento giusto (chiamata “reidratazione orale“) è il modo migliore per aiutare a prevenire la disidratazione o trattare una lieve perdita di liquidi.

Leggi anche:

Alginor per neonati: posologia e i consigli dell’esperto

Vaccino contro la Meningite di tipo B e C: tutto quello che devi sapere

Otiti nei bambini: sintomi, come riconoscerla, rimedi naturali, quanto dura

vomito nei bambini cosa mangiare   vomito nei bambini cause   vomito nei bambini di 3 anni    vomito nei bambini rimedi naturali   vomito   come vomitare   vomito giallo   vomitare sangue   vomito bambini   vomitare   sensazione di vomito   vomito biliare   vomito verde   conati di vomito

Vomito nei bambini cosa fare: cos’è la reidratazione orale?

Quando i liquidi vengono persi a causa del vomito o della diarrea, è importante sostituirli il prima possibile.
La chiave è bere spesso piccole quantità di liquido per sostituire l’acqua e le sostanze nutritive che sono state perse.

I liquidi migliori per questo sono le soluzioni che hanno il giusto equilibrio di liquidi e minerali per sostituire quelli persi a causa del vomito e aiutano i bambini a rimanere idratati, si trovano nelle farmacie e parafarmacie.

Se pensi che tuo figlio sia a rischio di disidratazione, chiama il medico: potrebbe darti istruzioni specifiche per la reidratazione orale e può consigliarti sulla soluzione migliore per tuo figlio.

Nota: i farmaci da banco per il trattamento di nausea, vomito e diarrea non sono raccomandati per neonati e bambini. In alcune situazioni, i medici potrebbero raccomandare medicinali per la nausea o il vomito, ma questi sono disponibili solo su prescrizione.

Suggerimenti per la reidratazione: bambini 0- 12

Non somministrare acqua naturale a un bambino a meno che il medico non te lo dica e non specifichi una quantità.
L’acqua normale da sola può interrompere l’equilibrio dei nutrienti nel sangue del tuo bambino.

Se il tuo bambino ha meno di 2 mesi e vomita (non solo sputa, ma vomita quella che sembra un’intera poppata) a TUTTE le poppate, chiama subito il medico.

  • Per bambini allattati al seno

Se il tuo bambino sta allattando esclusivamente al seno e vomita più di una volta, allatta per periodi di tempo più brevi (circa 5-10 minuti alla volta) ogni 2 ore.

Aumenta il tempo pian pianino, in cui il tuo bambino si nutre, notando se è in grado di tollerarlo.

Se il tuo bambino continua a vomitare secondo questo programma, chiama il medico.
Dopo circa 8 ore senza vomitare, puoi tornare al tuo normale programma di allattamento.

  • Per bambini nutriti con latte artificiale

Offri piccole ma frequenti quantità – circa 2 cucchiaini da tè (10 ml) – di una soluzione elettrolitica orale non aromatizzata ogni 15–20 minuti con un cucchiaio o una siringa orale.
Verificare con il proprio medico quale tipo di soluzione è la migliore.

Un bambino di età superiore a 6 mesi potrebbe non gradire il gusto di una semplice soluzione elettrolitica orale, è possibile allora,  per bambini di età superiore a 6 mesi, aggiungere ½ cucchiaino (circa 3 millilitri) di succo a ogni somministrazione di soluzione elettrolitica orale non aromatizzata.

Se il tuo bambino può mantenere una soluzione elettrolitica bassa per più di un paio d’ore senza vomitare, aumenta lentamente la quantità che dai.
A volte i bambini molto assetati cercheranno di bere molti liquidi rapidamente ma poi potrebbero più facilmente rimettere.
Non non dare più la soluzione del vostro bambino sarebbe normalmente bere in una seduta – questo sarà un troppo-pieno stomaco già irritato e probabile causa più il vomito.

Dopo che il tuo bambino è rimasto per più di 8 ore senza vomitare, riavvia lentamente la formula. Inizia con piccole poppate frequenti da mezza oncia a 1 oncia, o circa 20-30 millilitri. Procedi lentamente fino alla normale routine alimentare. Se il tuo bambino mangia già cibi solidi, va bene ricominciare ad alimentarli in piccole quantità. Se il tuo bambino non vomita per 24 ore, puoi tornare alla normale routine di alimentazione.

Suggerimenti per la reidratazione: bambini e adolescenti (età 1+)

Dare liquidi (evitare latte e latticini) in piccole quantità ogni 15 minuti. La quantità che dai in una volta può variare da 2 cucchiaini da tè (10 millilitri) a 2 cucchiai (30 millilitri o 1 oncia), a seconda dell’età del tuo bambino e di quanto tuo figlio può assumere senza vomitare.

Esistono molte alternative alla semplice acqua, tra cui il brodo.

Se tuo figlio vomita, ricomincia con una quantità minore di liquido (2 cucchiaini da tè o circa 10 millilitri) e continua come sopra.
Assicurati di evitare succhi e bibite lisce, che potrebbero peggiorare le cose.
I bambini possono chiedere bevande sportive commerciali, ma fai attenzione: hanno molto zucchero e potrebbero peggiorare le cose.

Dopo che non si vomita per circa 8 ore, introdurre lentamente i cibi solidi. Ma non forzare alcun cibo. Tuo figlio ti dirà quando ha fame. Il tuo bambino potrebbe desiderare cibi insipidi – cracker salati, pane tostato, purè di patate, zuppe delicate – per cominciare.
Se non vomiti per 24 ore, torna lentamente alla dieta normale di tuo figlio. Non è necessario escludere i latticini a meno che non sembrino peggiorare il vomito o la diarrea.

Il vomito dovuto alla gastroenterite è causato da virus che possono diffondersi ad altri. Quindi tieni tuo figlio a casa da scuola o dall’assistenza all’infanzia fino a quando non c’è stato vomito per almeno 24 ore. E ricorda che lavarsi bene le mani e spesso è il modo migliore per proteggere la tua famiglia da molte infezioni.

Quando dovrei chiamare il dottore?

Se tuo figlio rifiuta i liquidi o se il vomito continua dopo aver provato i suggerimenti per la reidratazione suggeriti, chiama il medico.

Inoltre, chiedi uno qualsiasi dei segni di disidratazione di seguito.

Nei neonati:

  • poche o nessuna lacrima quando si piange
  • labbra secche
  • meno di quattro pannolini bagnati al giorno in un bambino (più di 4-6 ore senza pannolino bagnato nei bambini sotto i 6 mesi di età)
  • comportamento pignolo
  • punto debole sulla testa di un bambino che sembra più piatto del solito o un po ‘infossato
  • appare debole o molle
  • non svegliarsi per le poppate

Nei bambini e negli adolescenti:

  • niente pipì per 6-8 ore
  • bocca secca (potrebbe sembrare “appiccicoso” all’interno), labbra screpolate
  • pelle secca, rugosa o pastosa (specialmente sulla pancia e sulla parte superiore delle braccia e delle gambe)
  • inattività o diminuzione della vigilanza
  • eccessiva sonnolenza o disorientamento
  • respirazione profonda e rapida
  • polso veloce o indebolito
  • occhi infossati
RELATED ARTICLES

Comodità e sicurezza per il vostro bimbo

Se avete da poco avuto un bambino o siete in dolce attesa, vi starete chiedendo come organizzare uno spazio a prova di bimbo. In...

Orari migliori per i bambini: a che ora devono mangiare e a che ora andare a letto

Quando arriva un bambino all'interno della coppia la vita quotidiana si stravolge completamente. A modificarsi maggiormente sono sicuramente gli orari, i genitori non possono...

Come insegnare ai bambini a nuotare: cosa fare e cosa non fare

L'estate si sta avvicinando e con essa anche la voglia di vacanze. Molte famiglie si stanno già organizzando per trascorrere qualche giorno al mare...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Comodità e sicurezza per il vostro bimbo

Se avete da poco avuto un bambino o siete in dolce attesa, vi starete chiedendo come organizzare uno spazio a prova di bimbo. In...

Orari migliori per i bambini: a che ora devono mangiare e a che ora andare a letto

Quando arriva un bambino all'interno della coppia la vita quotidiana si stravolge completamente. A modificarsi maggiormente sono sicuramente gli orari, i genitori non possono...

Prendere una laurea online: i vantaggi quando si hanno bambini

Prendere una laurea online ormai è un vero gioco da ragazzi ed è una scelta utile soprattutto quando si hanno dei bambini. Sono davvero...

Centrifugato di pera e banana: una merenda per tutta la famiglia

I genitori sono sempre alla ricerca di idee sulla merenda adatta ai più piccoli. Ora, che sta anche per arrivare l'estate, i bambini hanno...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere