domenica, Giugno 13, 2021
Home salute e benessere Vulvodinia: cos'è e come si cura

Vulvodinia: cos’è e come si cura

La vulvodinia è una malattia ginecologica che coinvolge la vulva. I campanelli di allarme sono dolore, bruciore e fastidio che, nei casi più gravi, possono arrivare anche a compromettere la qualità della vita della donna che ne è affetta. Esternamente non vi sono segnali che possano fare presagire questa condizione.

Vulvodinia cos’è

La vulvodinia è una condizione cronica caratterizzata da fastidio, bruciore, gonfiore e arrossamento della zona vulvare. Conosciuta, anche, come “malattia invisibile” proprio a causa dell’assenza di lesioni cliniche visibili. Nonostante siano parecchie le donne affette da questa patologia, intorno al 20%, non se ne parla molto e, proprio per questo, molto spesso questa patologia non viene diagnosticata in tempo, invalidando la donna che ne è affetta e costringendola a vivere con un disagio che mina la qualità della sua vita.

Vulvodinia cause

Molto spesso non vi è una sola causa legata alla diagnosi di vulvodinia, ma una serie di fattori che interagiscono tra di loro. Tra questi, troviamo, non solo cause fisiche ma anche comportamentali, vediamole insieme.

Il dolore legato a questa patologia sembrerebbe dipendere da un’iperattività dei mastociti, cellule del sistema immunitario che portano a uno stato infiammatorio prolungato. Ma, tra le altre cause, troviamo:

  • ripetute infezioni da candida
  • infezioni vescicali croniche
  • episiotomia, biopsia, elettrocauterizzazione
  • rapporti sessuali senza lubrificazione
  • pantaloni e biancheria intima troppo stretti
  • attività sportive come bicicletta, cyclette, spinning, equitazione
  • uso eccessivo di detergenti intimi aggressivi

Vulvodinia sintomi

Come detto, il sintomo principale è legato alla zona vulvare, in particolare:

  • vagina gonfia
  • bruciore vagina
  • clitoride gonfio e dolore al clitoride
  • bruciore intimo interno
  • dispareunia (dolore vaginale nei rapporti sessuali)
  • prova una sensazione di abrasione all’entrata della vagina
  • difficoltà e bruciore durante la minzione
  • secchezza vaginale
  • rossore nella zona vulvare

Tra i sintomi NON troviamo il prurito, indice sicuramente di un altro tipo di infezione in corso. Il dolore può nascere spontaneamente oppure in seguito a un contatto, come un rapporto sessuale o un indumento intimo.

Come diagnosticarla

Per poter ipotizzare una diagnosi, bisogna partire dai sintomi della paziente. Viene usato un “test del cotton-fioc” per delineare le aree di dolore e catalogarle in base all’intensità. Le pazienti spesso descrivono questa tecnica come molto dolorosa, paragonabile alla lama di un coltello. Purtroppo, a oggi, è ancora molto difficile arrivare in tempi brevi alla diagnosi, ma, fortunatamente, grazie all’informazione c’è già molta più consapevolezza sull’argomento. Complice anche l’assenza di sintomi visibili esterni che non rendono facile il collegamento a una patologia. Inoltre le pazienti spesso esitano a cercare cure per il dolore vulvare cronico, specialmente perché molte donne iniziano a sentire i sintomi quando diventano sessualmente attive.

Vulvodinia cura

Sono diverse le terapie in grado di ridurre il dolore provocato dalla vulvodinia e, quindi, di migliorare la qualità della vita della persona che ne soffre. Essendo ovviamente diverse le cause legate a questa patologia, anche le terapie devono essere adattate in base alla paziente e ai sintomi che presenta. Le possibilità, comunque, sono:

  • terapie farmacologiche come antidepressivi ciclici ed anticonvulsivanti che, somministrate a piccole dosi, permettono di eliminare il dolore e ridurre la sensibilità dei nervi coinvolti
  • alcune donne preferiscono tentare anche con interventi psicologici
  • in caso di muscoli pelvici molto contratti si può utilmente ricorrere alla fisioterapia
RELATED ARTICLES

Rendi la casa perfettamente pulita per i tuoi bambini con questi consigli

Gattonano per terra, toccano tutto e tendono a mettere le mani in bocca con una frequenza allarmante. I bambini impongono un surplus di pulizia...

Sindrome dell’ovaio policistico, cause e cure

Oggigiorno si sente sempre più parlare della sindrome dell’ovaio policistico. E’ presente tra il 5 e il 10% della popolazione femminile ed è una...

Chirurgia del seno: 3 tipi di Interventi possibili

Gli interventi di chirurgia del seno, sono molto richiesti da tutte le donne che intendono migliorare l’estetica del proprio seno, una parte del corpo...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Torta con carote e mandorle per bambini: una merenda salutare

La merenda per i bambini è un pasto molto importante. Ora, in previsione dell'arrivo dell'estate è giusto fornire ai piccoli alternative sempre nuove e...

Buchi alle orecchie ai bambini: a che età farli e dove farli

I buchi alle orecchie sono ormai sempre più diffusi tra le bambine, ma anche tra i bambini. Il desiderio di poter sfoggiare uno o...

Farinata di ceci per bambini: una merenda nutriente e gustosa

La merenda per i bambini è uno dei pasti importanti nell'arco dell'intera giornata. Molto spesso, per praticità, si tende a far consumare ai piccoli...

Libri ricette per bambini

Molto spesso i genitori si ritrovano davanti al frigorifero a chiedersi cosa preparare da mangiare ai propri figli. Un adulto, si sa, molto spesso...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere