Wurstel simpatici per i bambini

wurstel simpatici

L’ora della merenda è sempre sacra, per un bambino. Non importa se vada a scuola o sia costretto in casa, questo rituale meraviglioso è tutto e scandisce le giornate dando anche un senso alle ore. Ma la merenda diventa un problema per i genitori perché devono far mangiare sano i propri figli e allo stesso tempo allettarli con qualcosa di goloso. L’ideale è alternare le due cose, fare in modo che siano presenti entrambe nel piatto.

I bambini amano molto i wurstel, nonostante la cosa faccia inorridire tante mamme (meno i papà!). Su queste mini salsiccette si dice tutto e il contrario di tutto. Certamente è sempre bene mangiarle cotte piuttosto che crude. Ma possono rendere la merenda interessante, quindi perché non proporle? I wurstel simpatici si possono ottenere in molti modi e non per forza separati dai cibi sani. Ecco alcune idee.

Wurstel simpatici a forma di polipetto

Prendete i wurstel, tagliateli a metà e sulla base di ogni metà praticate due tagli, a incrocio. Evitate di tagliare fino in fondo, che siano soltanto fino a metà del mezzo wurstel. In una padella con un filino di olio di semi fate soffriggere i wurster così preparati. Vedrete che le parti tagliate si arricceranno e la salsiccia somiglierà a un polipetto. Prima di spegnere il fuoco, versate in padella un bicchiere di aceto, acqua e zucchero. Lasciate sfumare e servite in tavola.

Potete accompagnare questi allegri polipetti – che nel frattempo avranno, come occhi, delle briciole di crostino oppuire dei pezzetti di patatine – con una gustosa insalata colorata, oppure con una pera in versione “pupazzetto”: con due perline di cioccolato al posto degli occhi!

Wurstel simpatici nel loro lettino

Potete giocare con i vostri bambini a “mettere i wurstel a nanna”. Prendete dei wurstel interi, oppure tagliati a metà. Tagliate la pasta sfoglia in tante simpatiche striscioline. Con i pezzetti più grossi potete realizzare dei cappuccetti o dei cappellini. Con le strisce di pasta sfoglia avvolgete i wurstel, a mo’ di lenzuolo. E mettetegli “sul capo” i cappellini. Infornate e, a fine cottura, il risultato sarà davvero divertente!

Questa merenda si sposa molto bene con una gustosa insalata di finocchio, oppure con una spremuta di arancia o con l’assalto dell’esercito di fragoline … messe tutte in fila e armate di stuzzicadenti! Potete inventare più di una storia nell’allestire il piatto e i bimbi vi aiuteranno volentieri.

Un tuffo nella salsa

Potete anche bollire o arrostire un wurstel semplicemente senza creare storie o forme particolari. In questo caso, la fantasia potete scatenarla nel preparare la salsa in cui andrà intinto. Per i bambini sarà come “giocare ai tuffi”. L’importante è che nella “piscina” non ci sia ketchup ma una salsa naturale e sana fatta da voi.

Come lo hummus di barbabietola rossa: si prepara frullando le barbabietole insieme a mezza cipolla rossa, qualche sorso di succo di limone e tre cucchiai di tahina. Il risultato? Un bellissimo mare fuxia dentro cui il wurstel potrà nuotare in tutta sicurezza… anche per la salute dei vostri bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *