28° Settimana di Gravidanza: pancia, sintomi e quanti mesi sono

28° Settimana di Gravidanza: pancia, sintomi e quanti mesi sono

Il tuo bambino alla 28 Settimana di Gravidanza,  si sta sistemando nella posizione corretta per la nascita, ovvero mette la sua testa rivolta verso il basso, si dice posizione cefalica, altrimenti si chiamerà podalica: un bambino che si presenta al parto in posizione podalica, la mamma dovrà fare o una manovra per girarlo  – dove possibile – oppure un cesareo.

Il tuo piccolo ora pesa circa 1 kg ed è lungo quasi 38 cm, se misurato dalla testa ai piedi.

In questi giorni è impegnato a sbattere le palpebre: deve imparare a farlo visto che una volta fuori, nel mondo reale, è necessario sbattere le palpebre per tenere polveri e corpi estranei lontano dagli occhi.
Quell’abilità è solo uno di un repertorio già impressionante di cose su cui sta lavorando, come i colpi di tosse, suzione più intensa, singhiozzo e, forse la cosa più importante, a respirare.

28 settimana di gravidanza quanti mesi sono ?
Se sei incinta di 28 settimane, sei al settimo mese di gravidanza. Mancano solo 2 mesi! Hai ancora domande? Ecco alcune informazioni in più sui sintomi e suggerimenti per te su cosa fare in questo momento della gravidanza.

Leggi anche:

feto 28 settimane   ventottesima settimana   peso 28 settimane   peso 28 settimane   feto a 28 settimane   28 settimana di gravidanza peso mamma   28 settimana di gravidanza contrazioni   28 settimana di gravidanza ecografia   peso feto 28 settimane 28 settimana di gravidanza peso   28 settimana di gravidanza forum   28 settimana di gravidanza peso feto   28 settimana di gravidanza gemellare   28 settimana di gravidanza video

28 settimane gravidanza: cosa fa il tuo bambino?

Il bambino potrebbe sognare

Sogni il tuo bambino alla ventottesima settimana di gravidanza?
Sai che anche il tuo bambino potrebbe sognarti? L’attività delle onde cerebrali misurata in un feto in via di sviluppo mostra diversi cicli del sonno, inclusa la fase di movimento rapido degli occhi, la fase in cui si verifica il sogno.
Il tuo bambino inizia a sperimentare il sonno REM (quando avviene appunto il movimento rapido degli occhi), il che significa che è molto probabile che stia sognando!

Il bambino può sbattere le palpebre: finora, gli occhi del tuo bambino sono stati chiusi. Ora può aprire e chiudere gli occhi, completi di nuovissime ciglia lunghe.

Fa le facce

I feti spesso sporgono la lingua a 28 settimana gravidanza. Nessuno sa esattamente perché, ma è possibile che il tuo bambino lo faccia per assaggiare il tuo liquido amniotico.

Gravidanza 28 settimane? Cosa mi succede?

  • Sciatica o formicolio alle gambe

Alla 28esima settimana di gravidanza, sei a due terzi dal traguardo e stai entrando nel terzo trimestre . E che differenza fa un solo trimestre!

I sintomi più comuni e che ti hanno accompagnato durante la prima fase della gravidanza, come nausea, giramenti di testa, bruciore di stomaco o gonfiore, sono finiti molto probabilmente, poi è arrivato il secondo trimestre e questi sono generalmente i giorni in cui si può dire di avere avuto una gravidanza “comoda”, ma attenzione all’ultimo trimestre, solitamente considerato simile al primo per malesseri e fastidi vari.

28 settimane di gravidanza, ora i calci (o la mancanza di calci) del tuo bambino ti tengono sveglia la notte e preoccupata durante il giorno, i tuoi piedi sono gonfi, ti stanchi di più e il tuo mal di schiena è un dolore che non cesserà per adesso.

E anche se non ha ancora iniziato a piangere, potrebbe sembrare che il tuo bambino ti stia già dando filo da torcere, soprattutto quando si sistemerà in posizione per il parto – posizione cefalica – e la sua testa e il tuo utero in espansione possono poggiare sul nervo sciatico nella parte inferiore della colonna vertebrale.

Se ciò accade, potresti sentire dolore acuto, lancinante, formicolio o intorpidimento che inizia nei glutei e si irradia lungo la parte posteriore delle gambe, altrimenti noto come sciatica . Il dolore della sciatica a volte può essere piuttosto intenso e, sebbene possa passare se il tuo bambino cambia posizione, può anche persistere fino al parto.

Un lungo bagno caldo, allungamenti o semplicemente riposo a letto autoimposto possono aiutare contro il disagio. Così possono anche essere utili alcune terapie complementari e alternative, ma delle quali devi chiedere consiglio al medico .

  • Pelle sensibile?

La pelle sensibile può emergere durante la gravidanza, anche in qualcuno che non ha mai avuto una pelle sensibile prima. Alcune parti del corpo possono reagire diventando secche, altre pelli subire un’eruzione di calore o irritanti bollicine, e possono accadere cose come ad esempio potresti usare una lozione, che hai sempre usato negli ultimi 10 anni, ora ti darà problemi improvvisamente.
Non buttarla via, potrebbe tornare tutto alla normalità dopo il parto, anzi, sicuramente sarà così.

In genere il punto più sensibile è la pancia, mentre si allunga, potresti avere un’eritema, bollicine, prurito e altri potenziali punti problematici come i fianchi e le cosce, diventeranno molto sensibili, a livello dell’epidermide.

Sono i tuoi ormoni a renderti più sensibile al contatto con sostanze che normalmente potrebbero non darti problemi, come la luce solare, il calore, i detergenti, il cloro e persino alcuni alimenti.
E se hai l’eczema, puoi aspettarti alcune gravi riacutizzazioni o, se sei molto fortunato, una tregua per nove mesi, con gli ormoni nulla è prevedibile.

Per le macchie pruriginose, una piccola quantità di crema alla calamina dovrebbe bastare. Se qualsiasi eruzione cutanea o irritazione dura più di un paio di giorni, chiedi al tuo medico cosa fare. Evita i prodotti carichi di tonnellate di additivi, coloranti o profumi, ognuno dei quali può esacerbare il problema.

Altri Sintomi della gravidanza: settimana 28

Gonfiore e gas

Il tuo utero in crescita potrebbe esercitare una pressione extra sul tuo retto, facendoti perdere un po’ di controllo sui muscoli . Il tuo sistema digestivo diventa più pigro all’equazione, grazie agli ormoni della gravidanza che rilassano i muscoli intestinali, e potresti scoprire di essere particolarmente piena di aria. Prova a fare sei piccoli pasti al giorno invece di tre grandi, in modo da non sovraccaricare il tuo sistema digestivo.

Debolezza o vertigini

Se pensavi che i giorni in cui ti sentivi stordito fossero finiti dopo il primo trimestre, ripensaci. Per alcune donne, quella pancia sporgente esercita una pressione sui vasi sanguigni, il che riduce il flusso sanguigno al cervello e provoca vertigini.
Mantieni il sangue in circolazione e pompato al cervello bevendo molta acqua ogni giorno.

Disfunzione sinfisi pubica (SPD)

Questo strano sintomo della gravidanza si sviluppa quando l’ormone relaxina rende i legamenti dell’articolazione pelvica troppo rilassati ed elastici, causando l’instabilità dell’articolazione pelvica.
Se questo ti causa dolore, chiedi al tuo medico se puoi indossare una cintura di supporto pelvica, disponibile anche online, che stabilizza i legamenti e aiuta a mantenere in posizione l’articolazione pelvica.

Naso chiuso

Alti livelli di estrogeni e progesterone aumentano il flusso sanguigno alle mucose del naso, facendole gonfiare. Se il naso chiuso ti rende difficile respirare di notte o ti fa russare, prova a indossare una fascia nasale prima di coricarti per aprire le narici.

Gengive sanguinanti

Le gengive infiammate e irritate sono abbastanza comuni durante la gravidanza poiché l’aumento degli ormoni può far gonfiare le gengive e lasciare la bocca più vulnerabile ai batteri e alla placca.
Quando ti lavi i denti, ricordati di spazzolare la lingua e di ridurre al minimo la quantità di batteri in bocca.

Suggerimenti per te: cose che puoi fare in questa settimana

Pianifica un tour in ospedale per scegliere in quale ospedale andare a partorire nella tua zona

L’inizio del terzo trimestre (mese 7) è un buon momento per programmare un tour dell’ospedale o nel centro- parto, o clinica,  dove avrai il tuo bambino.

Se ti sei iscritto ad un corso pre-parto e le ostetriche che ti seguono lavorano nello stesso luogo in cui accoglierai il tuo bambino, controlla chiedendo loro se ci sono delle giornate open- day, solitamente è fissato un giorno al mese in un orario specifico dove andare a visitare in un  vero e proprio tour guidato l’ospedale, o meglio il reparto di ginecologia e ostetricia..

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social ci aiuterai a crescere.

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *