30° Settimana di Gravidanza: peso e lunghezza del bambino. Quanti mesi sono e sintomi

30° Settimana di Gravidanza: peso e lunghezza del bambino. Quanti mesi sono e sintomi

L’aumento delle dimensioni della tua pancia è un indizio preciso che il tuo bambino diventa ogni giorno più grande – alla 30 Settimana di Gravidanza pesa circa 1,400 kg per circa 41 cm.
Andrà avanti così ad un ritmo di circa mezzo chilo a settimana per le prossime sette settimane.

30 settimana di gravidanza quanti mesi sono?

Se sei incinta di 30 settimane, sei al settimo mese di gravidanza. Mancano solo 2 mesi! Hai ancora domande? Ecco alcune informazioni in più sul tuo bambino, sui sintomi e rimedi, alcuni suggerimenti per te mamma, alla trentesima settimana di gravidanza .

Leggi anche:

30 settimana di gravidanza    30 settimana di gravidanza quanti mesi sono    30 settimana di gravidanza peso   30 settimana di gravidanza forum   30 settimana di gravidanza gemellare   30 settimana di gravidanza video   30 settimane di gravidanza   30 settimane gravidanza   trentesima settimana di gravidanza   30 settimana gravidanza   gravidanza 30 settimane   feto 30 settimane   trentesima settimana   peso fetale 30 settimane   peso feto 30 settimane   feto 30 settimane  30 settimana di gravidanza peso mamma   30 settimana di gravidanza movimenti fetali   30 settimana di gravidanza quanti mesi   30 settimana di gravidanza peso del feto   30 settimana di gravidanza peso feto   30 settimana di gravidanza ecografia   feto 30 settimane   partorire a 30 settimane   feto a 30 settimane   30esima settimana di gravidanza

30 Settimane di gravidanza: cambiamenti nel movimento fetale

Sentirai il tuo bambino muoversi ogni giorno ora, a volte mentre si gira altre con un calcio: il tuo pugile piccolissimo sta diventando più forte!
Puoi anche aspettarti più attività dopo aver mangiato e (purtroppo!) quando sei sdraiato. Lutero per il bambino sta diventando sempre più stretto, quindi potresti sentire meno calci duri in questa fase.
Se pensi ci sia qualcosa di diverso dal solito, verifica sempre con il tuo medico eventuali cambiamenti nel movimento fetale per essere sicuri.

30 Settimane Gravidanza Sintomi

Sei incinta di 30 settimane, ne mancano solo altre 10!
Molti dei primi sintomi della gravidanza che pensavi di esserti lasciato alle spalle potrebbero tornare a perseguitarti, almeno in una certa misura, come il bisogno di fare pipì tutto il tempo perché la testa del tuo bambino ora sta premendo sulla tua vescica, un seno più sensibile che si sta preparando per la produzione di latte, maggiore stanchezza e il bruciore di stomaco particolarmente acceso.

Oppure potresti essere uno dei fortunati che si sente ancora abbastanza bene – ricorda solo che è tutto normale e ognuno è diverso!

  • Bruciore di Stomaco

In questi giorni potresti sentirti come se avessi un lanciafiamme nel petto. L’indigestione è uno dei disturbi della gravidanza più comuni (e fastidiosi).

Succede quando gli ormoni della gravidanza che rilassano i muscoli pelvici del tuo corpo in modo che tu possa partorire, rilassano anche l’anello muscolare che separa l’esofago dallo stomaco.

Il risultato? Cibo e succhi digestivi possono dirigersi a monte dalla pancia, nel petto e nella gola, da qui il bruciore. Il tuo utero in espansione, che ora esercita una pressione sullo stomaco, alimenta tutto ciò.

Allora come ottenere sollievo? Tra le altre cose, evita cibi che possono causare disturbi digestivi – come piatti piccanti, grassi o fritti, cioccolato e salsa di pomodoro – mangia pasti più piccoli e non sdraiarti mentre fai spuntini o subito dopo aver mangiato.

Fortunatamente, una volta nato il tuo bambino, il bruciore di stomaco sarà un ricordo del passato.

30 Settimana Gravidanza: Suggerimenti per te questa settimana

  • Usa i cuscini che sostengono

Senza fiato? Il tuo bambino in crescita sta premendo contro il tuo diaframma. Con il progredire della gravidanza, potresti iniziare a sentirti senza fiato anche dopo una quantità minima di sforzo fisico.

Prova a dormire in posizione semi-seduta sul lato sinistro, con i cuscini che ti sostengono.

  • Fai gli esercizi di Kegel

Il nome Kegel può essere insignificante per te, almeno quando lo dici ad alta voce, ma questi esercizi di rafforzamento del pavimento pelvico fanno davvero miracoli.
Perché? Un pavimento pelvico più forte supporta meglio l’utero, la vescica e l’intestino e può alleviare i sintomi della gravidanza e post-partum come emorroidi e incontinenza urinaria.
Altre buone notizie: sono facili da fare, non importa dove ti trovi, anche mentre spingi il carrello della spesa-

Per dare loro una possibilità, tendi i muscoli intorno alla vagina e trattienili, come faresti se cercassi di fermare la pipì, lavorando fino a 10 secondi. Rilascia e ripeti lentamente; sparare per tre serie da 20 al giorno.
Prova a farli anche durante il sesso.

  • Combatti la ritenzione idrica

Ecco un motivo per bere acqua che è davvero eccezionale: sbere molti liquidi può tenere sotto controllo l’eccessiva ritenzione idrica.

Mentre ci si può aspettare una certa quantità di edema in gravidanza quando ci si aspetta – e rappresenta un aumento normale e necessario dei fluidi corporei – mantenere il flusso dei fluidi può impedire che troppi si accumulino dove preferiresti che non si accumulassero, come alle caviglie.

  • Controlla i prodotti per la cura della pelle

Prima di trattare quelle linee sottili sul viso, leggi le scritte in piccolo sui tuoi prodotti. Se contiene vitamina A, vitamina K o BHA (beta idrossiacido o acido salicilico), potrebbe essere necessario dirgli addio per un po’, anche se per essere sicura meglio consultare il medico.

La maggior parte dei professionisti darà il via libera ai prodotti contenenti AHA (alfa idrossiacido),ma prima chiedi. E tieni presente che i prodotti AHA possono rendere la tua pelle già sensibile al sole in gravidanza e ancora più vulnerabile agli effetti dannosi dei raggi solari.

La protezione solare con un SPF di 30 o superiore è tua amica alleata, quindi mettila ogni giorno, anche quando ci sono più nuvole che sole. Non solo proteggerai la tua pelle,allontanarai le rughe più efficacemente di qualsiasi crema a qualsiasi prezzo.

  • Scegli sostituti sicuri

Ecco cosa devi sapere sui sostituti dello zucchero a basso contenuto calorico e senza calorie e sui dolcificanti artificiali durante la gravidanza: il sucralosio (Splenda), che ha meno di quel retrogusto che dà agli edulcoranti un brutto nome, sembra essere sicuro durante la gravidanza, quindi puoi usarlo per addolciscire – il tuo caffè o tè.. Molti esperti pensano che l’aspartame (Equal, NutraSweet) sia innocuo, mentre altri pensano che non sia sicuro che tu sia incinta o meno.

Data questa mancanza di consenso, è probabilmente intelligente non utilizzarlo. La saccarina non è mai stata dimostrata pericolosa durante la gravidanza, ma non è mai stata nemmeno dimostrata sicura. Arriva al tuo bambino attraverso la placenta e quando arriva lì, è lento ad andarsene.

Sebbene il sorbitolo non possa ferire il tuo bambino, può avere effetti gastrointestinali spiacevoli su di te. In dosi elevate, può causare disturbi allo stomaco e diarrea. Come il sorbitolo, il mannitolo è sicuro e quantità moderate vanno bene, ma il suo scarso assorbimento da parte del corpo significa che può causare sfortunatie conseguenze nello stomaco.

Lo xilitolo è un alcol zuccherino derivato da piante che si trova naturalmente in molti frutti e verdure ed è considerato sicuro durante la gravidanza in quantità moderate.

Come additivo alimentare, la Stevia (glicoside steviolica) è considerata “generalmente riconosciuta come sicura” e quindi non necessita dell’approvazione della Food and Drug Administration (FDA), ma non ci sono ricerche che dimostrino che sia sicura per la gravidanza.

La tua migliore scommessa? Verificare con il proprio medico prima di utilizzarlo. E ricorda: quando si tratta di sostituti dello zucchero, il consumo con moderazione è sempre una buona idea.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!
Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *