Crema pasticcera in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice la scienza

Crema pasticcera in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice la scienza
La crema pasticcera altro non è che quella buonissima farcitura che troviamo utilizzata i moltissimi dolci. Si trova nei bignè, nella millefoglie e in tantissime altre torte.
Per preparare la crema pasticcera  si utilizzano uova che e vengono cotte granché. Così,molte donne in dolce attesa, si chiedono se mangiare alcuni dolci in gravidanza farciti con la buonissima crema gialla.
Sappiamo bene che ci sono cibi da evitare in gravidanza, che possono mettere a rischio la vita del bambino, ma anche della mamma.
Allora oggi scopriamo se la crema pasticcera è tra i cibi proibiti in gravidanza o può essere mangiata senza rischi.

La crema pasticcera si può mangiare in gravidanza?”

La risposta è sì se…ponete attenzione ai dovuti accorgimenti, soprattutto se è fatta in casa.
La crema pasticcera fatta in casa, è una crema con le uova che non viene fatta cuocere a lungo e potrebbe essere un problema se non si ha la certezza che avvenga l’eliminazione degli agenti patogeni delle uova.
Il problema sta anche nel fatto che vengono utilizzate le uova fresche e non controllate. Le uova, seppur certamente più sane rispetto a quelle comprate, non sono pastorizzate. Mangiare la crema diventa così un rischio.

Uova in gravidanza

Le uova in gravidanza sono un argomento da non prendere sotto banco perché queste potrebbero diventare portatrici di Salmonella.

Consumare uova in gravidanza è pericoloso se mangiate:

  • uovo alla coque,
  • uovo all’occhio di bue:
  • le uova crude o poco cotte;
  • tiramisù,
  • maionese fatta in casa,
  • creme e salse varie con preparazioni con uova crude o poco cotte
Rimane sempre possibile mangiare uova cotte in gravidanza o prodotti a base di uova pastorizzate.
Se chi ha fatto la crema pasticcera in casa, ha adoperato uova pastorizzate non ci sono problemi riguardo l’eventuale presenza di agenti patogeni per la donna in gravidanza che mangerà quel prodotto.
Anche nelle creme industriali, come nelle torte in pasticceria, non c’è rischio di trovare uova non pastorizzate perché si utilizzano sempre queste.

Gelati e dolci in gravidanza

Molte donne future mamme, si chiedono se possono mangiare dolci in gravidanza e, sopratutto ora in estate, i gelati .
Il gelato alle creme di norma utilizzano le uova, mentre quelli alla frutta solitamente no.
I gelati confezionati o artigianali sono sempre i più sicuri. Infatti per legge tutti i prodotti devono essere fatti con uova pastorizzate. Non c’è quindi alcun rischio di contrarre la salmonellosi se si mangia il gelato comprato.
Per quanto riguarda il gelato fatto in casa si devono pastorizzare le uova prima,  per evitare la salmonellosi. Latte e panna comprati al supermercato sono già pastorizzati per cui non c’è rischio di listeriosi.

Cosa non mangiare in gravidanza – dolci-

  • Il mascarpone in gravidanza è consentito purché si tratti di mascarpone industriale e non prodotto da un’ artigiano locale.
  • La panna montata in gravidanza si può mangiare solo se si ha l’assoluta certezza che sia stata fatta con latte pastorizzato.
  • La crema catalana e la creme caramel in gravidanza si possono mangiare purché si tratti di prodotti industriali e acquistati al supermercato.
Quindi, care mamme, attenzione a realizzare dolci fatti in casa con uova di provenienza incerta. Evitate  sempre le uova crude, latte non pastorizzato, e con queste accortezze, potrete dire sì a molti dolci in gravidanza, alle torte, alle creme, ai gelati, e chi più ne ha più ne metta.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *