Di che colore saranno gli occhi di nostro figlio: ecco le probabilità

0
117

Quando si scopre di aspettare un bambino, la cosa più improtante è che sia sano e che la gravidanza proceda senza alcun problema sia per il feto che per la futura mamma. Ma, una volta premesso questo, è anche normale, per i futuri genitori, fantasticare su come sarà fisicamente il loro piccolo. Per quanto riguarda le dimensioni, quindi peso e altezza, già dalle ecografie durante la gestazione è possibile immaginare la sua costituzione, mentre un discorso diverso lo si fa per la carnagione, e per i colori di capelli e occhi. Ecco, se vi state chiedendo di che colore potrebbero essere gli occhi del vostro futuro bambino, continuate a leggere questo articolo.


Come valutare il colore degli occhi del futuro bambini

Ovviamente, non si tratta di una verità assoluta, ma di un calcolo delle probabilità, considerando che il colore degli occhi dipende dalla genetica di entrambe le famiglie. Ogni futuro bambino eredita da un genitore una copia di un gene e dall’altro genitore la seconda copia dello stesso gene, ma, se la copia del primo gene è dominante, allora il secondo, chiamato recessivo, non avrà alcun modo per influenzare il colore degli occhi. In sintesi, il colore degli occhi marrone, tra laltro il più diffuso, è un colore dominante, di conseguenza se il feto eredita anche solo un allele con questo colore, al di la del secondo allele avrò gli occhi marroni. Certo è che sempre di probabilità stiamo parlando.

Quando si stabilisce il colore definitivo del bambino

Sappiamo che i bambini appena nati non mostrano già il loro colore definitivo, anzi, sembrano avere inizialmente tutti gli occhi chiari. Quel meraviglioso colore ceruleo che molti genitori sperano di rivedere anche una volta cresciuto, ma per poter dire esattamente il colore degli occhi bisogna attendere l’anno d’età. Il colore degli occhi iniziale è dovuto alla poca melanina, dunque, nel corso dei mesi, le cellule specializzate, chiamate melanociti, si attiveranno a contatto con la luce, visto che per il periodo della gestazione sono rimasti al buio.

A che età i bambini iniziano a vedere

Inizialmente il senso più sviluppato del bambino è l’olfatto. Nei primi mesi inizia a vedere solo ombre e poi pian piano, intorno ai 6 mesi, inizierà a mettere a fuoco ciò che gli si trova accanto. Questo accade perchè è intorno a quell’età che i due lati del cervello si uniformano e anche gli occhi del bambini iniziano a muoversi contemporanemente e a seguire oggetti e persone. Ovvio che se genitori dovessero accorersi di qualcosa che non va, il consiglio è quello di chiamare il pediatra e chiedere un consulto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here