Gamberoni in gravidanza: si possono mangiare? Cosa dicono gli esperti

Gamberoni in gravidanza: si possono mangiare? Cosa dicono gli esperti

Cosa si può mangiare in gravidanza? Quali, invece, sono i cibi da non mangiare in gravidanza?

La domanda che ogni donna si pone quando rimane incinta. Tra dubbi e perplessità, noi cercheremo di fare un po’ di chiarezza, ad esempio affrontando tema gamberoni in gravidanza, se siete mamme ghiotte di pesce e, in particolare crostacei, volete sapere se potete mangiarli!

Molti dicono che non si possono mangiare pesci in gravidanza e più di tutto, crostacei in gravidanza, tra cui i gamberoni.

Queste limitazioni sugli alimenti sono spesso contradditorie e eccessive.

Ma con un po’ più di conoscenza e il parere dell’esperto, si può anche non vietare a priori alcuni alimenti che possono invece completare una dieta ricca e bilanciata.
Occorre essere al corrente di certe condizioni per prevenire le malattie che potrebbero creare problemi in gravidanza, solo con semplici accorgimenti.

Questi ultimi accorgimenti dovete farle diventare normali abitudini che riguardano la scelta, la selezione, la pulitura e la cottura dei vari cibi.

Per sapere cosa si può mangiare in gravidanza non affidatevi al sentito dire, ma chiedete un parere esperto e professionale per seguire un’alimentazione varia ed equilibrata.
Affinché ciò sia possibile, essa deve comprendere più alimenti.

Solo in caso di gravidanza potenzialmente a rischio, sono giustificate alcune limitazioni nella dieta. Ad esempio con il diabete gestazionale o un peso eccessivo della futura mamma, in cui bisogna fare più attenzione agli alimenti compresi nella dieta e monitorare il peso materno e la crescita fetale.

Leggi anche:

Wurstel in gravidanza: si possono mangiare? Cosa ne pensano gli esperti

Castagne in gravidanza: si possono mangiare? Cosa dice l’esperto

Pomodori in gravidanza: si possono mangiare? I consigli dell’esperto

gamberoni in gravidanza

Gamberoni Gravidanza

Per quanto riguarda i gamberoni e, più in generale, tutti i crostacei e i pesci, bisogna prestare attenzione alla loro origine, preparazione e cottura.

Fate attenzione a lavare bene i cibi, le mani e gli utensili da cucina, prima e durante la loro preparazione.

È altrettanto essenziale cuocere bene carne, uova, verdure e pesce evitando contaminazioni con i cibi crudi e stando attento anche e sopratutto alla loro conservazione.
Tenendo conto di queste buone norme, e facendo attenzione alla quantità e la qualità delle varie pietanze da consumare ogni giorno e settimana, non è necessario evitare completamente il pesce e i gamberoni nel dettaglio, durante la gravidanza.

Nel caso dei gamberoni,non sono esclusi totalmente ma no assoluto al consumo di gamberoni crudi o poco cotti.
È necessario informarsi sulla freschezza del prodotto, e se non si può avere la sicurezza è bene evitare di consumarli, come anche nel caso delle cozze, vongole e molluschi vari.

Se si ha la certezza della buona qualità e delle condizioni igieniche con cui viene preparato il prodotto potete stare tranquille nel consumare crostacei.

Quindi è sempre meglio assicurarsi che i crostacei (in gravidanza) e gli scampi, in questo caso, siano ben cotti.

In questo modo si potrà escludere con maggiore sicurezza il pericolo di contrarre tossinfezioni alimentari.

Tali accorgimenti sono si importanti in gravidanza, ma è bene avere queste abitudini sempre in generale.

Crostacei quali sono?

Crostacei gravidanza

  • Gamberone mediterraneo (Mazzancolla)

Le mazzancolle sono chiamate anche gamberone mediterraneo o gambero imperiale, ed è un crostaceo apprezzato e ricercato. Specie autoctona del Mar Mediterraneo, sono riconoscibili per la grandezza e il color grigio rosato e la polpa è molto pregiata. Apprezzate anche per la maggior concentrazione di proteine a discapito dei grassi: meno calorie!

  • Gamberetti in gravidanza

I gamberetti sono forse il crostaceo più diffuso, anche in culture gastronomiche agli antipodi una rispetto all’altra.

  • Gamberi e gamberoni

I gamberi e i gamberoni sono la versione di taglia L e XL dei gamberetti, e sono ugualmente diffusissimi. Molto simili all’aspetto, anche questi sono generalmente rosa o rossi in base alla provenienza, e in altri luoghi sono addirittura viola come a Sanremo.

  • Canocchie

In Italia ha molti nomi: cicala di mare, pannocchia, canocia e molti altri più dialettali.

  • Aragoste e astici

Appartengono alla categoria dei grandi crostacei e sono gustati solitamente in occasioni più ricercate. A differenza di altri crostacei, sono cotti e serviti con il carapace ancora

  • Scampi

Gli scampi sono crostacei con chele, apprezzati in tutta Europa e presenti anche nell’Oceano Atlantico.

  • Granchi

Dei granchi si gode purtroppo di scarsa (ma gustosissima) polpa in proporzione alla grandezza dell’animale, ecco perché solitamente si apprezzano le femmine colme di uova – Masanete, in Veneto.

  • Granseola

La granseola è un granchio privo di chele

  • Favolli

I favolli sono granchi diffusi nel Mediterraneo, nel Mar Nero e nel mar Atlantico.

  • Gamberini di fosso (o Saltarelli)

Tipi delle acque surgive, nella fattispecie in Pianura Padana, si trovano i gamberini di fosso. Conosciuti anche con il nome di Saltarelli.

  • Gamberi in gravidanza…quelli di fiume

I gamberi di fiume erano una prelibatezza, venuta a mancare grazie all’inquinamento.

  • Paguri

Hanno il ventre tenero e poca corazza, perché protetti dalla conchiglia in cui vivono.
Gambero rosso (Mazara del Vallo)
Il gambero rosso è un pregiato gambero dal carapace di color rosso intenso e la varietà più celebre è quella di Mazara del Vallo.

  • Parapandalo

Si tratta di un gambero particolarissimo chiamato anche Gambero dalle uova blu.si trova tra Positano e Crapolla.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *