Il surriscaldamento globale spiegato ai bambini

0
182
surriscaldamento globale spiegato ai bambini

La Terra è il pianeta dove viviamo, e come tale va salvaguardato. Per poter vivere bene dobbiamo essere noi i primi a prenderci cura di lei, iniziando da piccoli gesti quotidiani, come la riduzione dell’inquinamento, ambientale e acustico. È importante trasmettere anche alle nuove generazioni un’adeguata educazione ambientale che gli permetta di sviluppare una consapevolezza ed un maggiore senso di responsabilità per un futuro più sostenibile. Ma per fare ciò, è necessario parlare con i bambini per educarli sin da piccoli e i genitori devono essere i primi a dare il buon esempio. Prima di partire con il surriscaldamento globale spiegato ai bambini, andiamo per gradi. 

Cos’è il clima e cosa sono i cambiamenti climatici

Quando ci troviamo a dover parlare con bambini davvero molto piccoli, si potrebbe pensare che la situazione si complichi. In realtà il lavoro da fare non è così complesso, anzi, essendo i bimbi piccoli come un foglio bianco è possibile iniziare da zero e formarli trasmettendo loro i giusti valori. Per questo “educare” i più piccoli è una grande responsabilità.

Iniziamo con la definizione di clima. Per clima si intende, lo stato medio del tempo atmosferico a varie scale spaziali (locale, regionale, nazionale, continentale, emisferico o globale) rilevato nell’arco di almeno 30 anni. I fattori che lo influenzano possono essere naturali, come i venti, la pioggia, le attività vulcaniche, ma ormai stanno prendendo sempre più piede anche i fattori antropici, cioè quelli causati dall’intervento dell’uomo. Clima e inquinamento sono strettamente collegati a tal punto che la modificazione delle condizioni atmosferiche negli ultimi anni è stata considerata una delle principali conseguenze delle emissioni nocive, dai gas alle polveri sottili. Il primo passo per spiegare il riscaldamento globale ai bambini è partire dai concetti chiave, come l’effetto serra e il collegamento con l’inquinamento. L’aumentare dell’industrializzazione ha incrementato l’uso dei combustibili fossili con conseguenti effetti devastanti per l’ambiente a causa delle emissioni dei gas serra e della trasformazione del suolo. Ma il problema non è l’effetto serra in sé, bensì l’eccessiva concentrazione dei gas nell’atmosfera per effetto delle attività umane, che ne alterano l’equilibrio e generano un surriscaldamento globale della superficie terrestre

Il surriscaldamento globale spiegato ai bambini

Le temperature variano da sempre, ma in modo naturale e graduale. Ma, quando è il massiccio utilizzo di combustibili fossili a provocare un rapido e continuo innalzamento delle temperature globali, non si parla più di un cambiamento climatico ma di surriscaldamento globale. Il cambiamento climatico, infatti, è un fenomeno naturale, al contrario il riscaldamento globale è causato dalle attività umane. 

Il riscaldamento globale è oggi uno dei più gravi effetti del cambiamento climatico che interessa il nostro Pianeta, responsabile della maggior parte dei fenomeni metereologici estremi che interessano diverse aree geografiche e che, troppo spesso, provocano dei veri e propri disastri. Per questo è giusto far partecipi anche i bambini, facendogli conoscere le cause e le conseguenze. Bisogna trovare le parole giuste e magari aiutarli con degli esempi pratici, possibilmente all’interno di laboratori attrezzati. Solo così riusciremo a trasformarli in futuri cittadini coscienti e responsabili. Trasmettere loro la sensibilità e il rispetto verso l’ambiente è importante per renderli consapevoli di quanto anche i loro piccoli gesti quotidiani possano fare la differenza.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here