Maionese in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice l’esperto

Maionese in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice l'esperto

Una futura mamma ha sempre tanti dubbi verso l’alimentazione da seguire nei 9 mesi della sua vita così importanti quanto delicati.

È assolutamente normale avere un po’ di ansie, alcune a volte giuste, considerando che tanti sono i cibi che mettono la mamma incinta in pericolo di contrarre infezioni: parliamo di toxoplasmosi o della salmonella, davvero gravi se contratte in particolar modo in questo periodo.

Cosa ci dice l’esperto sul mangiare la maionese in gravidanza? Sì o no?
La maionese è tra le cose da mangiare che ad una donna incinta recano più domande e dubbi, perché contiene uova.
Le uova crude in gravidanza sono da evitare perché dannose, in quanto facilmente possono portare infezioni da salmonellosi.
Quindi, la maionese in gravidanza si può mangiare?
Leggi anche:

Maionese e gravidanza

Solo adottando una serie di attenzioni, si, la maionese si può mangiare in gravidanza, attenzione, ovviamente solo con uova pastorizzate.
La pastorizzazione è una procedura durante la quale viene riscaldato l’uovo prima di ingerirlo, rendendolo più sicuro.
Questo quindi accade anche con la maionese , la potete trovare anche in commercio pastorizzata oppure farla da voi!
Quindi prima di mettervi a fare la maionese, dovete eseguire il passaggio di pastorizzare le uova.
Se vi state chiedendo se dovete farlo anche con le uova delle vostre galline, quindi biologiche e più sicure,la risposta è affermativa: si anche con quelle.
Non è la qualità della materia prima il problema, ma il fatto che sono crude.
E’ sempre consigliato acquistare maionese industriale realizzata con uova pastorizzate.
Piccolo segreto: tutte le maionesi in commercio usano le uova precedentemente pastorizzate, perchè devono farlo per legge!

Uova in gravidanza: come mangiarle?

Vietato mangiare uova crude in gravidanza e tutti quei cibi e pietanze che sono fatte con le uova crude, potrebbero compromettere la salute del piccolo.
Quindi si, ahimè, dovete rinunciare al tiramisù in gravidanza, tranne se realizzato senza uova oppure vegano.
La salmonella, il disturbo che si rischia di prendere se non vengono rispettate queste attenzioni, in gravidanza è un’infezione che può andare a compromettere lo sviluppo del feto. Come?
Può ridurre l’apporto di ossigeno alla placenta, ma anche una nascita prematura e nei casi più gravi anche la morte.
Salmonella in Gravidanza
Per chi volesse tentare di pastorizzare autonomamente le uova, prima ricordate a cosa andate in contro se non pastorizzate le uova correttamente.
La salmonellosi  arriva dai batteri appartenenti al Genere Salmonella e soprattutto alla specie enteritidis.  una vera e propria intossicazione alimentare che, se non ci fossero rischi e complicazioni, porrebbe interessare solamente l’intestino.
Ciò dipende anche dallo specifico ceppo infettivo del batterio.
I sintomi della salmonellosi sono:
  • nausea,
  • vomito,
  • crampi addominali,
  • diarrea,
  • febbre e mal di testa.
Ma esiste una tipologia di batterio in grado di provocare danni significativi alla donna incinta e conseguenze senza rimedio sul feto.
Stiamo parlando del S. typhi  che porta una febbre tifoidea e quindi,  compromissioni irreversibili per la salute del piccolo, fino anche all’aborto.
Risulta  allora più consigliabile, in gravidanza, evitare del tutto il consumo di alimenti prodotti con uova crude.
Sono gravi anche la listeriosi, la toxoplasmosi ecc.
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!
Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *