sabato, Giugno 19, 2021
Home mamme Malva in gravidanza: si può consumare? Quali sono i benefici e le...

Malva in gravidanza: si può consumare? Quali sono i benefici e le controindicazioni

Tra i tanti cambiamenti che una donna affronta durante i 9 mesi di gravidanza, oltre quindi quelli psico-emotivi, cambia anche la stabilità corporea e può facilmente avere momenti di debolezza fisica o sintomi di malessere e spossatezza.

Tra i rimedi naturali, una tisana in gravidanza aiuta notevolmente in questo senso: viene consigliata senza dubbio la Malva silvestris, una pianta che appartiene alla famiglia delle Malvaceae, originaria del Nordafrica.
La si può coltivare in giardino, fiorisce in primavera – autunno, i fiori a 5 petali hanno la forma di cuore, una colorazione rosata e striature violacee.

È possibile utilizzare la malva in gravidanza sotto forma di tisana, come infuso o come decotto, proprio come altre tisane da bere in gravidanza, apporta numerosi benefici che vi andremo a dire qui di seguito.

Leggi anche:

Melissa in gravidanza: cosa dice l’esperto. Benefici e controindicazioni

Soia in gravidanza: quali rischi si corrono? E’ possibile consumarla? Il parere dell’esperto

Fermenti lattici in gravidanza: si possono assumere? Ecco il parere dell’esperto

malva in gravidanza

Proprietà e benefici della malva

Il termine malva deriva dal latino e significa “molle”, facendo riferimento alla sua capacità di ammorbidire.

Le sue proprietà principali sono nei fiori e nelle foglie, colmi di mucillagini, danno questi alla pianta, proprietà emollienti e antinfiammatorie.

Non solo, bere un infuso in gravidanza alla malva, con le sue proprietà curative,la rendono una pianta adatta alle donne in dolce attesa, ad esempio:

  1. allevia le infiammazioni delle mucose diventando un buon alleato contro tosse e mal di gola;
  2. aiuta a combattere afte, gengiviti e in generale infiammazioni del cavo orale;
  3. allevia i problemi di stomaco e di intestino;
  4. è uno dei migliori drenanti in gravidanza, quindi molto efficace contro il ristagno dei liquidi;
  5. combatte la stitichezza, la colite e le infiammazioni intestinali;
  6. è utile contro la cistite o le infiammazioni dell’apparato genitale;
  7. ottimi gli impacchi di infuso di malva sugli occhi quando sono affaticati, stanchi e doloranti
  8. ha una funzione cicatrizzante sulla pelle, che velocizza il processo di guarigione delle ferite, elimina gli arrossamenti della pelle, le punture d’insetto e le irritazioni.

Come consumare la malva in gravidanza?

Durante la gravidanza potete assumere e consumare la malva in vari modi, ognuno dei quali ti permetterà di  godere dei suoi benefici.

Puoi ad esempio preparare una tisana con la malva, ti aiuterà questa a beneficiare di tutte le sue proprietà.
Trascorso il primo trimestre della gravidanza, una calda tisana alla malva offre un effetto calmante naturale.

Per rendere i suoi benefici ancora più “funzionali”, puoi anche preparare una tisana alla malva e melissa.

O potresti preferire un decotto di malva, utile in caso di tosse, raffreddore e mal di gola.
Per quanto riguarda la malva durante l’allattamento, è meglio chiedere al pediatra, in quanto è meglio sempre evitare che si scatenino reazioni allergiche nel bambino.

Tisane in gravidanza

Oltre alla tisana di malva in gravidanza, tra i numerosi benefici offerti dalle tisane alle donne in dolce attesa, ci sono anche alcuni tipi di tisane che possono alleviare problemi fisici e legati alla stanchezza accumulata.

La tisana di altea,ad esempio, grazie alle proprietà congestionanti e antisettiche, è davvero un alleato in caso di cistite e stitichezza, molto frequenti in gravidanza.

La tisana alla melissa,pianta molto famosa in Oriente ma negli ultimi anni anche in Italia,  per la sua azione calmante. È indicata per curare l’ansia, oltre che disturbi intestinali,  allevia lo stato di nausea tipico della gravidanza.

Tisana alla camomilla, con le sue proprietà antispasmodiche, riesce a rilassare i muscoli e procura un piacevole senso di calma e di benessere.Nella camomilla ci sono anche le mucillagini, antinfiammatori che agiscono contro dolori e infiammazioni allo stomaco o all’intestino.

La tisana allo zenzero, con il suo potere depurativo, è  utile a combattere la nausea gravidica.

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

RELATED ARTICLES

Prendere una laurea online: i vantaggi quando si hanno bambini

Prendere una laurea online ormai è un vero gioco da ragazzi ed è una scelta utile soprattutto quando si hanno dei bambini. Sono davvero...

La tendinite al polso delle neo mamme: cos’è la sindrome di De Quervain

Si tratta di una tendinite che colpisce particolarmente le neo mamme, causata da un'infiammazione dei tendini dei muscoli abduttore lungo ed estensore breve del pollice. Si...

Ciclo dopo il parto: quando arriva?

Dopo i nove mesi di gravidanza in cui il ciclo è assente, subito dopo il parto una neo mamma si chiede dopo quanto tempo...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Comodità e sicurezza per il vostro bimbo

Se avete da poco avuto un bambino o siete in dolce attesa, vi starete chiedendo come organizzare uno spazio a prova di bimbo. In...

Orari migliori per i bambini: a che ora devono mangiare e a che ora andare a letto

Quando arriva un bambino all'interno della coppia la vita quotidiana si stravolge completamente. A modificarsi maggiormente sono sicuramente gli orari, i genitori non possono...

Prendere una laurea online: i vantaggi quando si hanno bambini

Prendere una laurea online ormai è un vero gioco da ragazzi ed è una scelta utile soprattutto quando si hanno dei bambini. Sono davvero...

Centrifugato di pera e banana: una merenda per tutta la famiglia

I genitori sono sempre alla ricerca di idee sulla merenda adatta ai più piccoli. Ora, che sta anche per arrivare l'estate, i bambini hanno...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere