Melatonina in gravidanza: si può?

Melatonina in gravidanza: si può?

Chi non ha mai avuto problemi di insonnia? Anche solo parlando in generale della quotidianità di ciascuno di noi. Lo stile di vita contemporaneo con abitudini sballate e ritmi frenetici molto spesso causa problemi alla nostra attività di riposo. Se poi parliamo del caso specifico di una donna incinta, la situazione diventa ancora più delicata. I problemi legati all’apparato digerente e i disturbi del sonno sono quelli che si presentano in maniera più frequente tra le donne in dolce attesa. Come fare per assicurarsi un buon riposo soprattutto ora che il nostro corpo è ancora più stanco? La melatonina in gravidanza può essere una soluzione così come nella vita quotidiana di ciascuno di noi? Scopriamo cosa c’è da sapere a riguardo.

Rimedio melatonina insonnia

Prima di addentrarci in una spiegazione relativa alla sua assunzione in gravidanza, spieghiamo che cos’è la melatonina e diciamo subito che ne esistono due tipi diversi: uno naturale e uno sintetico. In natura la melatonina è un ormone secreto dall’epifisi che serve per regolare il sonno delle persone. Quando si accusano disturbi e difficoltà nel riposare, o addirittura si soffre di insonnia, uno dei rimedi al quale ricorrere è l’assunzione dello stesso ormone ma in forma sintetica, ovvero ricreato in laboratorio. Il fine è quello di andare a stabilizzare una situazione di squilibrio all’interno del nostro organismo che può essere determinata da diversi fattori. Questo almeno in una condizione normale, ma se invece stessimo parlando di una donna incinta?

Melatonina in gravidanza

Melatonina a cosa serve

Nella vita di tutti i giorni, quando non si presentano patologie particolari, melatonina e valeriana sono le nostre alleate numero uno per combattere i disturbi legati al sonno. Parlando della prima può essere assunta come melatonina gocce e melatonina compresse e aiuta ad addormentarsi generando uno stato di rilassamento. In alcuni casi infatti entrambi vengono utilizzati anche come tranquillanti. Per quanto il loro uso, e in questo caso particolare quello della melatonina, non è in grado di provocare danni all’organismo, se si osserva la situazione specifica di una donna incinta bisogna fare delle valutazioni diverse.

Melatonina per dormire in gravidanza

La melatonina in sé non è pericolosa, ma c’è da dire che gli studi relativi al suo uso non sono ancora conclusi. Se sappiamo la melatonina cos’è, purtroppo non conosciamo ancora approfonditamente gli effetti e i benefici sulle donne incinta. Una condizione che suggerisce quindi la massima prudenza e di avvalersi del consulto del proprio medico per evitare lo sviluppo di problematiche per noi o per il feto. Non dimentichiamo che tutto ciò che assumiamo andrà in qualche modo a interagire anche con il nostro bambino.

Melatonina effetti collaterali   

Facendo riferimento a ciò che sappiamo, per certi aspetti in gravidanza la melatonina fa male ed è importante sapere perché. Le controindicazioni melatonina durante la gestazione sono legate al fatto che potrebbe influenzare lo sviluppo di ormoni mettendo in pericolo il feto. Oltre al rischio di poter generare delle interazioni rischiose con farmaci usati per la coagulazione del sangue o per il controllo della glicemia. Insomma, la melatonina non è vietata ma se è possibile scegliere una sana camomilla in gravidanza sembra ancora l’opzione migliore.

 

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!

Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *