sabato, Aprile 17, 2021
Home mamme Pap Test in gravidanza: si può fare? Fa male? Linee Guida,...

Pap Test in gravidanza: si può fare? Fa male? Linee Guida, rischi, quando farlo.

Proprio come nella normale visita di una donna che non è in dolce attesa, un Pap test in gravidanza o prenatale, controlla le cellule cervicali anormali durante la visita e la presenza di batteri che possono essere pericolosi per il bambino, durante il parto.

Le donne in gravidanza vengono sottoposte a una procedura di Pap test ed è di routine.

Quando si deve fare un Pap test in gravidanza? Un Pap test è solitamente svolto nella prima visita prenatale e nelle ultime settimane di gravidanza.

Leggi anche:

Analisi del sangue in gravidanza: quali esami e quando vanno fatti

39° Settimana di Gravidanza: pancia dura, sintomi e quanti mesi sono

Belly painting: cos’è, idee e suggerimenti su come farlo

pap test in gravidanza    pap test fa male   pap test vergine   pap test rapporti sessuali   a cosa serve il pap test   pap test a cosa serve   pap test quando farlo   pap test ogni quanto   pap test preparazione

Come si fa il Pap Test e quando fare il Pap Test

Come vengono eseguiti i Pap test durante la gravidanza?

Ti sdraierai sulla schiena con i piedi sulle staffe ( diventerà tutto più familiare dopo le prime visite) mentre uno speculum viene inserito nella tua vagina per dare al tuo medico una visione chiara della tua cervice.

Il tuo medico strofinerà poi un tampone sulla cervice, raccogliendo cellule, che vengono inviate a un laboratorio per essere analizzate.

Test per malattie a trasmissione sessuale

Poiché le donne spesso non sono consapevoli di essere portatrici di infezioni, anche di infezioni a trasmissione sessuale, i medici e ricercatori raccomandano anche che tutte le donne incinte siano testate all’inizio della gravidanza per gonorrea, clamidia, tricomoniasi, epatite B, HIV, sifillide e papillomavirus umano (noto anche come HPV, il virus estremamente comune con alcuni ceppi che possono causare verruche genitali o cancro cervicale) già alla prima visita prenatale… ove stiate cercando una gravidanza, questi controlli possono essere fatti prima di rimanere incinte, ancora più sicuro come controllo.

Oltre a un tampone vaginale, sarà necessario anche un esame del sangue per diagnosticare alcune infezioni?

E se risulto positiva?

Se durante un Pap test di routine vengono rilevate cellule anormali alla prima visita prenatale, il medico può scegliere di eseguire una colposcopia (un esame in cui il medico dà un’occhiata più da vicino alla cervice), ma le biopsie o ulteriori procedure sono solitamente ritardate fino a quando il bambino è nato.

Se risulti positivo per un’altra infezione, fortunatamente la maggior parte è facile da trattare in sicurezza anche durante la gravidanza.
Se hai un’infezione batterica, come la gonorrea o la clamidia, sarai trattato con un antibiotico sicuro per la gravidanza prima del parto e anche il tuo partner potrebbe ance aver bisogno di assumere antibiotici per evitare di reinfettarti.

Poiché l’HPV è un virus, purtroppo non risponde agli antibiotici e il vaccino disponibile per prevenirlo non è raccomandato per l’uso durante la gravidanza.

Se hai le verruche genitali, la gravidanza può o meno causare un focolaio. Se hai un’epidemia di verruche e non sembrano risolversi da sole, il tuo medico può rimuoverle in sicurezza con il congelamento, il calore elettrico o la terapia laser. Se non stanno influenzando la tua gravidanza, lui o lei potrebbe voler aspettare fino a dopo il parto per curarti. Le verruche influenzano molto raramente la tua capacità di avere un parto vaginale. E non preoccuparti: la trasmissione dell’HPV ai bambini è molto bassa.

Pap test in gravidanza rischi

Non ci sono rischi associati al Pap test. Ma ci sono rischi precisi per il tuo bambino, comprese infezioni agli occhi e polmonite, se partorisci mentre hai un’ infezione non diagnosticata e non trattata.

Ecco perché è importantissimo effettuare questi test

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!
Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook
RELATED ARTICLES

Babywearing: cosa significa portare in fascia i neonati?

Ultimamente è tornato alla ribalta un tema che, non ci crederete, in realtà esiste da secoli: il babywearing. Questa parola inglese non significa altro...

Permessi per gravidanza e maternità e i migliori lavori per le mamme: cosa c’è da sapere

Essere mamme e al contempo lavoratrici può risultare molto difficoltoso. Tra le ore da dedicare al lavoro, i figli da accudire e le faccende...

Tracciati in gravidanza: quando si fanno e perché. Quali i valori, ci sono rischi?

In gergo sono chiamati tracciati in gravidanza, invece il termine tecnico è cardiotocografia. Ma cosa sono? Sono monitoraggi, specificatamente fatti alla fine della gravidanza, per esaminare...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Violenza ostetrica: come riconoscerla e come denunciare

La gravidanza e il parto sono momenti molto delicati che la donna affronta. Il corpo, così come la mente, vengono sottoposti a cambiamenti importanti....

Bambini e fumo: ecco quali sono i rischi

Che il fumo faccia male è un dato di fatto. Ma, il connubio fumo e bambini è assolutamente da evitare. Quando mettiamo al mondo...

Togliere il pannolino: meglio il vasino o il riduttore?

Quando per un genitore si avvicina il momento di togliere il pannolino al bambino, la domanda che si pone è: meglio il vasino o...

Cistite in gravidanza: sintomi, cosa prendere e rimedi

La cistite è un'infiammazione della parete vescica, molto comune nella popolazione femminile. Ancor di più, nelle donne in dolce attesa. La cistite in gravidanza...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere