Peperoncino in gravidanza: si può mangiare?

0
213
peperoncino in gravidanza

Per le amanti dei cibi piccanti, la domanda più frequente quando si scopre di essere incinta è sicuramente la seguente: si può mangiare piccante in gravidanza? In realtà non esistono studi che vietino totalmente l’utilizzo del peperoncino in gravidanza, però, come per ogni alimento, in un momento delicato come quello della gestazione, è giusto non esagerare. Una giusta ed equilibrata dose di peperoncino, salvo indicazioni diverse fornite dal proprio ginecologo, non fa male. Andiamo a vedere il perché, l’utilizzo del peperoncino in gravidanza desta tutta questa preoccupazione.

Gravidanza: il peperoncino fa male?

Mangiare peperoncino in gravidanza è sempre fonte di grandi dubbi da parte delle future mamme per i seguenti motivi:

  • il timore è dato dalla capsaicina, molecola che genera il piccante. Secondo alcuni esperti potrebbe causare danni al feto. Mangiare piccante in gravidanza, dunque, potrebbe sfociare in un parto prematuro e, nei casi, più gravi, anche portare alla perdita del bambino.

Come già detto non ci sono prove scientifiche a conferma di tali rischi, però per sicurezza, essendo la gravidanza un periodo particolare, il consiglio che vi diamo è quello di non esagerare. Una giusta dose non farà male. Ovviamente, sconsigliamo il fai da te, in quanto ogni situazione è diversa, per questo è sempre meglio chiedere consiglio al proprio ginecologo.

Peperoncino gravidanza: quali sono i rischi

Optare per un’alimentazione sana, corretta e moderata è sempre la scelta migliore, soprattuto in gravidanza. Andiamo a vedere quali sono i principali rischi collegati all’uso del peperoncino nei 9 mesi di gestazione:

  • Capsaicina
  • Provitamine A

I sintomi che possono insorgere dopo un’eccessivo consumo di peperoncino, andando ad escludere quelli più gravi, sono:

  • irritazione del colon
  • comparsa di emorroidi
  • nausea
  • vomito
  • bruciore di stomaco

Quindi, a prescindere dai rischi legati alla capsaicina, si consiglia di non esagerare con il cibo piccante in gravidanza. 

Peperoncino in gravidanza: benefici

Se consumato in piccole dosi il peperoncino sembra avere anche degli effetti benefici, dati da:

  • vitamina C
  • vitamina A,B
  • flavonoidi
  • luteina
  • betacarotene
  • sali minerali
  • ferro
  • magnesio
  • potassio

In caso di gravidanza, tra i benefici riscontrati troviamo l’afflusso del sangue ed il miglioramento del benessere in generale, sia per la mamma che per il bambino. Inoltre, la capsaicina gode anche di proprietà anti-diabetiche, antibatteriche, anticancerogene e anche analgesiche.

In gravidanza: peperoncino si o peperoncino no?

In dosi moderate, assolutamente si. Non dimenticando, però, i fastidi legati all’insorgere delle emorroidi e al bruciore di stomaco, che durante il periodo della gravidanza sono già accentuati.

E in allattamento?

Per una neomamma che allatta al seno il proprio bambino, le risposte da dare sui dubbi legati al consumo di peperoncino sono le stesse che si hanno durante la gravidanza. Un consumo moderato non porterà nessun danno al bambino, l’unico rischio è quello che il peperoncino potrebbe andare a modificare il sapore del latte materno e il bambino potrebbe non gradire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here