Rita Forte per Storie Italiane: il cancro, poi l’incidente

Rita Forte per Storie Italiane: il cancro, poi l'incidente

Rita Forte intervistata a Storie Italiane parla del suo anno difficile. A maggio scopre di avere il cancro, a luglio invece l’incidente con il compagno in motorino. I due, dice Rita, sono vivi per miracolo.

Durante l’intervista la Forte sfata un “mito” che affligge i volti noti:

«Tante persone pensano che noi dello spettacolo siamo immuni dalle cose tristi, invece io come tutti, ho alternato gioie e dolori. l’anno scorso è stato un anno molto difficile»

Rita Forte racconta il terribile incidente

Intervistata dalla padrona di casa, Eleonora Daniele, Rita Forte racconta l’incidente, avvenuto a Terracina, che ha visto coinvolti lei e il compagno:

«eravamo in vespa quando una macchina fa una sorta di inversione a u perché doveva entrare in un ristorante, e ci taglia la strada. ci siamo ritrovati per terra, una sensazione orribile. alla guida c’era una ragazza. […] io ho riportato una frattura a spirale sulla tibia e al perone, ho una piccola cicatrice e il mio compagno una frattura al femore. ci hanno operato e abbiamo passato tutta l’estate in riabilitazione»

Un incubo già conosciuto per Rita, che nel 1976, ha perso il padre proprio in un brutto incidente avvenuto mentre si recava a Roma per lavoro, dove aveva un negozio di stoffe.

La battaglia contro il cancro

Prima dell’incidente invece, la cantante si è trovata a vivere un altro incubo e, ancora una volta, per la seconda volta. La Forte si è infatti ritrovata a dover riaffrontare il cancro:

«Il momento della diagnosi è stato terribile, prchè sono tornata alla paura di vent’anni prima. a supportarmi c’erano i medici e il mio compagno. per fortuna l’ho preso in tempo»

Rita sottolinea poi come siano stati fondamentali i controlli di routine che ha dovuto fare alla fine di aprile. Grazie a questi controlli ha anche scoperto che non era una recidiva del primo, ma si trattava di un secondo cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *