Taleggio in gravidanza: si può mangiare? Cosa dicono gli esperti

Taleggio in gravidanza: si può mangiare? Cosa dicono gli esperti
Il taleggio è la risposta italiana ai formaggi francesi come il brie e il camembert, infatti anch’esso a crosta bianca  molto simile e tra i più apprezzati del panorama dei formaggi italiani.
E’ anche vero che è un formaggio che subisce importanti processi di fermentazione , che appunto creano dubbi e perplessità alle mamme in gravidanza.
Allora abbiamo chiesto al nostro esperto se si può consumare il taleggio durante la gravidanza oppure va tra i formaggi evitati. Possono insorgere rischi collegati a questo tipo di formaggi? Scopriamolo insieme.

Leggi anche:

Burrata in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice l’esperto

Polpo in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice l’esperto

Prezzemolo in gravidanza: si può mangiare? Ecco cosa dice l’esperto

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere! Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook
Perché così tanta attenzione nei confronti dell’alimentazione durante la gravidanza? Semplicemente il motivo è che durante la gravidanza le nostre difese immunitarie sono più basse,dunque siamo più esposte  a tantissimi agenti patogeni: questi spesso si annidano nel cibo, che però in condizioni di normalità non devono preoccupare.
Sapete già del pesce, della carne, degli insaccati e dei frutti di mare, ma purtroppo non sono da meno nemmeno i formaggi.

Il taleggio in gravidanza? Da evitare?

Il taleggio viene prodotto in un modo particolare che lo porta a sviluppare quella caratteristica crosta bianca, che  è una coltre di muffa , che non crea problemi a livello alimentare, ma lo fa rientrare in una di quelle categorie alimentari che viene in genere evitata da parte delle donne incinte, per paura di contrarre la listeriosi.
Nel caso in cui però il taleggio diventa protagonista di una ricetta che prevede delle lunghe cotture, non ci sono più problemi e potremmo consumarlo in traquillità.
La lunga cottura elimina infatti tutti gli agenti patogeni che potrebbero essere contenuti all’interno di questo formaggio saporito.
Così diciamo no al taleggio fresco,per cautela, e sì al taleggio cotto.
Formaggi in gravidanza: quelli concessi
Non ce la fate proprio a rinunciare al formaggio in gravidanza? Per andare sul sicuro nei nove mesi occorre prediligere le varietà a crosta dura, come:
  • il parmigiano,
  • il grana,
  • l’emmenthal
  • il pecorino romano
  • il pecorino toscano
Perché hanno preparazioni in cui il contenuto d’acqua è ridotto e la stagionatura permette di  creare condizioni sfavorevoli alla proliferazione della Listeria e degli altri patogeni.
Ma la lista dei formaggi “buoni” va oltre. Sono promossi:
  • ricotta,
  • la mozzarella,
  • il formaggio spalmabile,
  • la robiola
  • i fiocchi di latte
Anzi, in alcuni casi rappresentano validi alleati della dieta della donna in gravidanza:
Ad esempio, i fiocchi di latte sono ideali per chi deve seguire diete ipocaloriche. Questi prodotti non subiscono processi di lavorazione e conservazione per essere contaminati da batteri potenzialmente pericolosi in gravidanza.
Concessi . se viene usato latte pastorizzato-anche:
  • fontina,
  • provola
  • scamorza
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social. Ci aiuterai a crescere!
Visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *