venerdì, Maggio 14, 2021
Home bellezza Trucco permanente in gravidanza: si può fare? Ecco la risposta

Trucco permanente in gravidanza: si può fare? Ecco la risposta

Sei in dolce attesa e desideri farti un trucco permanente a labbra o sopracciglia? Si tratta di un trattamento estetico che consiste nel tatuare attraverso la pigmentazione delle aree circoscritte mediante un piccolo ago che innesta il colore in profondità nel derma. Negli ultimi anni c’è stato un aumento esponenziale della richiesta di trucco permanente e ad oggi il successo e il buon risultato di questa tecnica di pigmentazione è assicurata. Ma come si fa questo trattamento estetico? E soprattutto è possibile farlo in gravidanza? Scopriamolo insieme.

Cos’è il trucco permanente?

Si tratta di un trattamento estetico che prevede, tramite aghi molto sottili, l’inserimento di granuli di colore sotto pelle per correggere piccoli inestetismi della pelle sul viso come alopecia, difetti della pelle, cicatrici, ma anche sopracciglia rade e svuotate, labbra sottili, ecc. La parola deriva dal termine inglese PMU (Permanent Make up). Permanente non deve però trarre in inganno, non significa definitivo ma solo duraturo, nel senso che ha una durata da un mese ad un anno, ma non per tutto l’arco della vita. Si crea spesso confusione tra trucco permanente e trucco semipermanente. In realtà sono la medesima cosa, non c’è una grande distinzioni. Entrambi i trattamenti indicano una dermopigmentazione.

Su quali aree si può fare il trucco permanente?

Sono diverse le aree in cui si può intervenire con interventi correttivi di dermopigmentazioni:

  • Labbra: per ridisegnare l’arco sopraccigliare e dare l’effetto di “labbra carnose”
  • Occhi: per sottolineare l’intensità dello sguardo (effetto “cat eyes”)
  • Sopracciglia: senza dubbio è la tipologia più richiesta al momento di trattamento estetico di trucco permanente. L’effetto è quello di sopracciglia piene, folte e naturali per uno sguardo intenso e profondo
  • Capelli: è un trattamento di tricopigmentazione, è un ottimo rimedio per la perdita dei capelli.
  • Copertura o correzione cicatrici: spesso viene usato per la correzione della vitiligine

Ma quanto dura il trucco permanente? Dipende dalla pelle del soggetto che ha fatto il trattamento estetico, in genere dai 6 ai 18 mesi. L’importante è sapere che una volta effettuato non può essere rimosso.  Le tecniche di rimozione oltre ad essere care e dolorose, non sono efficaci. Rispetto però a un tatuaggio che è definitivo, il trucco permanente sbiadisce, perde colore e tende a scomparire dopo un certo periodo di tempo.

Trucco permanente in gravidanza

Pro e contro del trucco permanente

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi da sapere prima di fare questo trattamento? Ecco tutti i pro:

  • Risultati personalizzati in base al tipo di pelle e pigmentazione
  • Valida alternativa a chi soffre di allergie a makeup tradizionali
  • Trattamento rapido

Ecco invece i contro da conoscere:

  • Pericolo di allergia e infezione al pigmento usato durante il trattamento
  • Difficoltà di rimozione in caso di pentimento
  • Se non effettuato da professionisti esperti del settore, il risultato può essere sgradevole e l’effetto “pagliaccio da circo” è dietro l’angolo

Si può fare in gravidanza?

Non è vietato questo tipo di trattamento estetico in dolce attesa e in allattamento. Oggi i pigmenti usati sono sicuri e certificati e il rischio di rigetto è minimo, tuttavia consigliamo di fare il trucco permanente in gravidanza solo dopo aver parlato con il vostro dottore di fiducia.

RELATED ARTICLES

Pelle liscia e luminosa: scrub viso e corpo con i fondi del caffè

Se amate il caffè, l'idea di usare preziosi chicchi di caffè in uno scrub per il corpo dovrebbe farvi piacere, anche nell’ottica di riciclare...

Make-up e skincare: intervista eslusiva a Laura Portomeo

Care mamme, sarà il lockdown o lo stress per i mille impegni quotidiani, ma dite la verità... non vi sentite un po' fiacche? Se vi...

Smalto in gravidanza: si può usare? Ecco cosa dice l’esperto

Un classico rituale di bellezza delle donne è la manicure: avere le mani curate non è solo un modo per sentirci in ordine e...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

A che età si può dare il cellulare al proprio figlio?

In un epoca come quella che stiamo vivendo, ormai la tecnologia è entrata a fare parte della quotidianità di ognuno di noi. I figli,...

Vulvodinia: cos’è e come si cura

La vulvodinia è una malattia ginecologica che coinvolge la vulva. I campanelli di allarme sono dolore, bruciore e fastidio che, nei casi più gravi,...

Hennè in gravidanza: si può fare? Quali sono le marche sicure?

Quando si è in dolce attesa, l'euforia è alle stelle e le future mamme ci tengono veramente tanto a mettere in mostra il bel...

Acqua frizzante ai bambini: si può dare?

Bere molta acqua è importante a qualsiasi età, ma nel caso di bambini e anziani lo è molto di più. Riferendoci ai bambini, dobbiamo...

Recent Comments

Stefania Bezzoli on Bocconcini di pollo impanati
deborah lumachi on Come combatto la mia timidezza
Manuela on Perché amo leggere
coolclosets on Perché amo leggere